Vai al contenuto
Novità

    Gilardino: Studi Brillanti

    Gli 12 Studi Brillanti del compositore piemontese Angelo Gilardino (1941) sono il naturale seguito dei 20 Studi Facili pubblicati dalle stesse Edizioni Curci nel 2011. Rispetto alla serie di Studi Facili è qui richiesta una maggior padronanza tecnica ed è necessario un approccio diverso alle pagine perfettamente inseribili in un programma da concerto.

    Un'anteprima è disponibile sul sito dell'editore.

    Gli studi contenuti in questa raccolta sono:

    • Studio n.21 - Felix
    • Studio n.22 - Chissà...
    • Studio n.23 - Marzo
    • Studio n.24 - Golondrinas
    • Studio n.25 - Mistica
    • Studio n.26 - Lindaraja
    • Studio n.27 - Torbellino
    • Studio n.28 - Delpriora
    • Studio n.29 - Heitor
    • Studio n.30 - Romancillo
    • Studio n.31 - Storm
    • Studio n.32 - Superman

    Dall'introduzione:

    Questa collezione di dodici Studi brillanti per chitarra costituisce il seguito della raccolta dei venti Studi facili scritta e pubblicata nel 2011. Infatti, la numerazione incomincia dal n. 21, proprio per significare la continuità dello stesso progetto. Chiunque si accosti alla lettura e allo studio di questa serie dovrebbe perciò attentamente leggere – o rileggere – il testo che, presentando gli Studi facili, ne spiega la natura e le finalità: questo libro non se ne discosta in nessun modo e, inoltrandosi nella medesima ricerca, mette a fuoco aspetti più sottili dell’idioma chitarristico e persegue gli obiettivi didattici in un quadro più elaborato,  ferma restando quella simbiosi tra le componenti tecnico-strumentali e la sostanza musicale che costituisce il fondamento e la ragion d’essere sia della precedente che di questa raccolta.

    La collezione è accessibile a diversi livelli: quello ideale, incarnato dagli studenti abbastanza dotati e tenaci da poter giungere a un completo dominio dei brani, e quelli degli studenti che, pur non potendo aspirare a tale risultato, potranno tuttavia giovarsi di ciò che impareranno nei loro tentativi, mentre è del tutto aperta la strada ai concertisti che, senza aver necessariamente bisogno di attingere alle lezioni contenute degli Studi, potranno servirsi dei medesimi come terreno di espressione della loro arte. Si tenga comunque presente che le indicazioni metronomiche scritte all’inizio di ogni Studio rappresentano lo stato di una realizzazione ideale, e non sono da intendere, specie nella fase di apprendimento, come valori imprescindibili.

    L’aggettivo “brillanti” si riferisce al carattere della maggior parte dei brani; gli altri, oltre a svolgere le proprie, specifiche funzioni, possono essere opportunamente adoperati, nel caso di esecuzioni pubbliche,  come movimenti di contrasto all’interno di piccole Suites costituite da selezioni di pezzi “brillanti”. Infatti, si osserverà come la collezione, costruita in modo da offrirsi nella sua totalità quale parte di un programma da concerto, si presti a ulteriori frazionamenti, che ogni interprete potrà operare a suo piacimento.

    Ho annotato le diteggiature – quasi tutte riferite alla mano sinistra – per rendere evidente il modo con cui i brani sono stati pensati (l’autore scrive a mente, senza adoperare una chitarra), ma ciò non significa che ogni singolo interprete non possa escogitare diteggiature a lui più adatte, a patto di non perdere di vista le specifiche caratteristiche di scrittura – e quindi di suono – di ogni singolo pezzo. Le diteggiature della mano destra essendo molto più aperte alle opzioni, sono state lasciate alle scelte dei docenti, dei concertisti e degli studenti in grado di risolvere i diversi casi con soluzioni che sarebbe assurdo – da parte del compositore – tentare di scoraggiare  imponendo scelte univoche.

    La prima bozza della raccolta è stata inviata ad alcuni maestri, le cui osservazioni sono risultate utilissime nel mettere a punto il testo definitivo qui presentato. Elenco i loro nomi in ordine alfabetico, ringraziandoli sentitamente per la loro collaborazione: Fabio Ardino, Gianluca Barbero, Luigi Biscaldi, Edoardo Dadone, Alberto Mesirca, Filippo Michelangeli, Lorenzo Micheli, Giovanni Podera, Cristiano Porqueddu, Frédéric Zigante.

    -Angelo Gilardino - Vercelli, 9 giugno 2014.
     

    La pubblicazione include il compact disc che contiene la registrazione dei 20 Studi a cura di @Alberto Mesirca.


    Maggiori informazioni: http://amzn.to/2k5CdPl


    Feedback utente


    Non ci sono commenti da visualizzare.



    Crea un account o accedi per lasciare un commento

    Devi registrarti al Forum per poter lasciare un commento o partecipare alla discussione.

    Crea un account

    Iscriviti con pochi clic al Forum.

    Registra un nuovo account

    Accedi

    Sei già registrato? Accedi qui.

    Accedi Ora

×

Informazione importante

Usando il Forum dichiari di essere d'accordo con i nostri Terms of Use.