Vai al contenuto
Novità

Tutte le attività

This stream auto-updates     

  1. Yesterday
  2. Cristiano Porqueddu

    Variazioni su un tema armeno di Oscar Bellomo

    La composizione è da oggi edita da @GuitArt Intern. Group. Link:
  3. Version 1.0.0

    0 downloads

    Studio sulle scale: simmetrica diminuita e cromatica. Difficoltà : livello medio-avanzato. Agitato assai.mp3
  4. Giorgio Tonin

    Arabesca Danza vivace per chitarra sola

    fai pure e grazie per l'aiuto .
  5. Ultima settimana
  6. Cristiano Porqueddu

    Arabesca Danza vivace per chitarra sola

    @Giorgio Tonin, ma c'è anche l'mp3 oltre lo spartito. Lo sposto nella sezione audio?
  7. Cristiano Porqueddu

    Oscar Bellomo, Ten Variations on an Armenian Theme

    GuitART pubblica la composizione per chitarra sola del chitarrista compositore Oscar Bellomo (1980) intitolata "Ten Variations on an Armenian Theme". Ne ho parlato in un articolo qui. Da questo link si può ascoltare la registrazione del tema. La composizione sarà parte integrante del progetto discografico Novecento Guitar Variations le cui registrazioni inizieranno nell'inverno del 2019.
  8. Cristiano Porqueddu

    ciao a tutti

    Benvenuto @Gennaro carusocaruso e buona permanenza.
  9. Gennaro caruso

    ciao a tutti

    Ciao a tutti, sono un chitarrista traditore in quanto mi sono dedicato agli strumenti antichi quali tiorba e liuti vari, ma sempre pronto ad aggiornarmi sul mio primo amore
  10. Benvenuto sul Forum Gennaro caruso. Prendi visione del Manifesto del Forum e per qualsiasi dubbio o suggerimento apri unnuovo ticket nella sezione Supporto onLine. Buona permanenza!

  11. Musicare

    Concerto di Sara Celardo

    Il giorno 24 Novembre 2018, presso il Museo MAN, la giovanissima interprete Sara Celardo terrà un concerto per chitarra sola nell'ambito della nuova edizione della Rassegna di Concerti di Giovani Musicisti organizzata da Musicare con il finanziamento della Regione Autonoma della Sardegna. La musicista – presentata sul sito di Musicare in questo post – presenterà un programma basato sulla musica originale per chitarra del Ventesimo e Ventunesimo Secolo. Il programma previsto è il seguente: Alexandre Tansman (1897-1986): Variations sur un théme de Scriabine - Thème: Lento - Variation I: Istesso tempo - Variation II: Un poco più mosso - Variation III: Vivo (non troppo) - Variation IV: Lento cantabile, un poco rubato - Variation V: Allegretto grazioso (quasi Mazurka) - Variation VI: Allegro con moto (Fugato) Mario Castelnuovo-Tedesco (1895-1968) Sonata "Omaggio a Boccherini» - I. Allegro con spirito - II. Andantino, quasi canzone - III. Tempo di Minuetto - IV. Vivo ed energico Qui la scheda del concerto su Facebook. L’ingresso è gratuito. Il concerto è organizzato in collaborazione conil Museo MAN ed il Forum Italiano di Chitarra Classica.
  12. Il primo concerto della nuova edizione della Rassegna di Concerti di Giovani Musicisti vedrà protagonista il giovane interprete Riccardo Cogoni, presentato qui. Il concerto si terrà a Nuoro presso il Museo MAN il giorno 23 Novembre con inizio alle ore 20.30. L’ingresso è gratuito. Il programma include musica originale per chitarra e più dettagliatamente sarà così articolato: Heitor Villa-Lobos (1887-1959) Étude Nr. 8 Alexandre Tansman (1897-1986) Passacaglia Manuel Maria Ponce (1882-1948) Sonata Romantica: – Allegro moderato – Andante espressivo – Allegretto vivo (“Moment musicale”) – Allegro non troppo e serioso La scheda dell’appuntamento su Facebook è disponibile qui. Il concerto è finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna ed p organizzato in collaborazione con il Museo MAN di Nuoro ed il Forum Italiano di Chitarra Classica.
  13. Version 1.0.0

    2 downloads

    Arabesca : Studio sulle scale asimmetriche e figurazioni ritmiche inusuali . Difficoltà medio alta ( studio avanzato ). Musica ed esecuzione : Giorgio Tonin Arabesca_02.mp3
  14. Cristiano Porqueddu

    Concerto del Solo Duo

    Concerto del SoloDuo: Matteo Mela e Lorenzo MIcheli Sabato 10 Novembre, a Borgoricco (Pd) Ingresso libero con offerta volontaria Matteo Mela e Lorenzo Micheli (“SoloDuo”) formano uno dei duo di chitarre più attivi e conosciuti nel mondo: insieme hanno suonato in tutta Europa, negli Stati Uniti e in Canada, in Asia e in America latina, dalla Carnegie Hall di New York alla Konzerthaus di Vienna, dalla Sejong Hall di Seoul alla Sala delle Colonne di Kiev. Il “Washington Post” li ha descritti come “extraordinarily sensitive, with effortless command and an almost unbearable delicacy of touch”. La loro discografia comprende i Duos Concertants di Antoine de Lhoyer, le tre antologie “Solaria”, “Noesis” e “Metamorphoses”, un disco sulla musica del ’600 italiano per tiorba e chitarra barocca (“La suave melodia”, con Massimo Lonardi), una raccolta di opere da camera di Mauro Giuliani, le Sonate di Ferdinand Rebay, i 24 preludi e fughe di Mario Castelnuovo-Tedesco, i Trii op. 19 di François de Fossa (con Enrico Bronzi e Ivan Rabaglia) e un disco sulla musica vocale di Alessandro Scarlatti (con Massimo Lonardi e Renata Fusco), oltre a una decina di lavori solistici. Il loro ultimo lavoro discografico (2018) è dedicato alle “ Sonate" di Beethoven in un’inedita versione per due chitarre. Matteo Mela e Lorenzo Micheli sono “Artists in Residence” alla University of Colorado Boulder (dal 2015) e alla Columbus State University (dal 2017), e insegnano rispettivamente al Conservatoire Populaire di Ginevra e al Conservatorio della Svizzera italiana di Lugano.Francesco Camattini insegna diritto ed economia all’ITIS “G. Galilei” di San Secondo Parmense. Dirige il coro del Centro Interculturale di Parma (che ha fondato nel 2014). Ha esordito come cantautore nel 1998 con la pubblicazione del cd “Le nove stagioni” a cui sono seguiti altri lavori discografici: “Ormeggi“, 2003; “Fine della Storia“, 2006; “Crazy Crisi“, 2011; “Solo vero sentire“, 2016; nonché due lavori per il teatro dedicati al precariato e alla crisi della postmodernità (“Opera PoPolare Interinale”; “In Carne & Wireless”). Ha “prestato” la voce alle caustiche canzoni di Boris Vian all’interno delle iniziative realizzate dalla Fondazione Teatro Due di Parma in collaborazione con Fond’Action Boris Vian di Parigi, in occasione del cinquantesimo della morte dell’artista (1959-2009). Nel 2015 ha pubblicato per Infinito edizioni l’opera teatrale e musicale “La terra della e degli uomini integri” rappresentata e realizzata con un gruppo di giovani di seconda generazione in collaborazione con l’orchestra e gli allievi del Liceo Musicale A. Bertolucci. Tra le sue collaborazioni: Alberto Miodini, Davide Carmarino, Alessandro Sgobbio, Emiliano Vernizzi, Paolo Schianchi, Jimmy Villotti, Antonio Marangolo, Niccolò Bossini, Gregorio Buti, Leonardo Morini e Paolo Ricci. Nel 2016 è uscito il suo l’ultimo album distribuito da Egea: “Solo Vero Sentire”.Programma: Mario Castelnuovo-Tedesco (1895-1968)Les guitares bien tempérées op. 199Preludio e Fuga n. 4 in mi maggioreClaude Debussy (1862-1918)Suite BergamasqueI. PréludeII. MenuetIII. Clair de luneIV. PassepiedM. Castelnuovo-TedescoLes guitares bien tempérées op. 199Preludio e Fuga n. 15 in la maggiore (“I hear America singing”)L. van Beethoven (1770-1827)Sonate pathétique op. 13I. Grave - Allegro molto e con brioII. Adagio cantabileIII. Rondò. AllegroM. Castelnuovo-Tedesco Les guitares bien tempérées op. 199Preludio e Fuga n. 23 in fa maggiorePreludio e Fuga n. 24 in do minore Scheda dell'appuntamento su Facebook: https://www.facebook.com/events/1931816486906310/
  15. Earlier
  16. Francesco Taranto

    La chitarra tra Ottocento e Novecento

    A.GI.MUS. e Museo Nazionale degli Strumenti Musicali La Chitarra tra Ottocento e Novecento Master, Seminari, Conferenze, Concerti a cura di Francesco Taranto per un Museo Interattivo:la fruizione dello strumento musicale attraverso l'ascolto del suono Sabato 10 novembre 2018 h. 10.00-13.30 Seminario gratuito “La Chitarra dell’Ottocento” tecnica e repertorio - docente Francesco Taranto h. 15.00 Esposizione di strumenti storici a cura di Lorenzo Frignani e Francesco Taranto h. 15.30 La Chitarra in Italia tra la fine del Settecento e l’inizio dell’Ottocento a cura di Lorenzo Frignani e Donatella Melini h. 16.30 Esibizione dei partecipanti al Seminario “La Chitarra dell’Ottocento” h. 17.15 Giovan Battista Noceti - I Capricci per chitarra a cura di Marco Vinicio Bazzotti e Massimo Gasbarroni h. 17.30 Ricordando il liutaio Giovanni Mancini… con Massimo Gasbarroni alla chitarra Domenica 11 novembre 2018 h. 10.00 Le Corde tra Mito e Realtà Incontro con Mimmo Peruffo h. 12.30 Identità ed estetica del suono rapporto tra strumenti originali e le loro copie a cura di Lorenzo Frignani h. 15.00 La produzione degli strumenti delle Scuole di Liuteria:dalla progettazione alla commercializzazione a cura di Roberto Villa e Gualtiero Nicolini Presentazione del libro “Il procedimento costruttivo della Chitarra Classica” con Cesare Gualazzini interventi musicali a cura di Roberto Vallini e Francesco Taranto h. 16.30 Gli Autori per Chitarra del Novecento a cura di Marco Vinicio Bazzotti h. 17.00 La liuteria Raponi con Amenio Raponi h. 17.15 Ricordando il liutaio Giovanni Scatasta… a cura di Angelo Barricelli e Francesco Taranto h. 17.45 Dalla Chitarra ottocentesca alla chitarra Torres a cura di Roberto Vallini – Francesco Taranto e le copie di Agostino Quaresima e Fabio Zontini h. 18.15 Conclusione con il Trio Kanzonette Nando Citarella, Salvatore Rotunno, Francesco Taranto e le chitarre lyra di Franco Merlo
  17. Benvenuto sul Forum Enrico Taormina. Prendi visione del Manifesto del Forum e per qualsiasi dubbio o suggerimento apri unnuovo ticket nella sezione Supporto onLine. Buona permanenza!

  18. Benvenuto sul Forum Eugenio2. Prendi visione del Manifesto del Forum e per qualsiasi dubbio o suggerimento apri unnuovo ticket nella sezione Supporto onLine. Buona permanenza!

  19. Con il finanziamento della Regione Autonoma della Sardegna ed in collaborazione con Fondazione "Sebastiano Satta" ed il Forum Italiano di Chitarra Classica organizzano, Musicare organizza il Concerto di Cristiano Porqueddu, il 7 Dicembre 2018 presso l'Auditorium della Biblioteca "Satta" di Nuoro. Il programma verterà sul repertorio originale per chitarra del XX e del XXI secolo ed in particolare sarà così articolato: Leo Brouwer (1939): El Decameron Negro – El arpa del guerrero – La huida de los amantes por el valle de los ecos – Balada de la doncella enamorada Oscar Bellomo (1981): Silencios (prima esecuzione assoluta) Angelo Gilardino (1941): Ventanas Capriccio sopra la lontananza Elogio di un Albatro Embarquement pour Cithére Ikonostas – Omaggio a Pavel Florenskij Roberto Piana (1970): Mélancolie Evgeny Baev (1957): Sticheron I Sticheron V Alfredo Franco (1967): Novembrina A short elegy Sergeij Rudnev (1955) The old lime tree Inizio ore 20.30 ed ingresso gratuito. La scheda del concerto su Facebook è disponibile qui.
  20. Cristiano Porqueddu

    Marco De Biasi, Di ruggine e di sangue

    Una breve recensione a seguito della lettura e della stesura completa di diteggiatura ed impianto dinamico è disponibile nella sezione Articoli di questo Forum.
  21. Cristiano Porqueddu

    Marco De Biasi, Di ruggine e sangue

    Il chitarrista-compositore @Marco De Biasi, pluripremiato in concorsi di composizione in varie parti del mondo, rende disponibile sul Forum Italiano di Chitarra Classica una nuova composizione per chitarra sola intitolata Di ruggine e sangue. La pagina è scritta in occasione del centesimo anniversario della fine della Prima Guerra Mondiale ed in una pagina bianca introduttiva l’autore presenta il brano con poche parole: “Questo brano è un omaggio a tutti quegli uomini che si sono trovati costretti a vivere l’orrore della guerra e ai quali altro non rimase che rievocare il proprio canto interiore prima del loro ultimo respiro.” Si tratta di un dittico nel quale l’autore concentra la scrittura su due peculiarità dello strumento: la ben nota potenzialità espressiva e quella drammatica. La composizione non è un disegno già visto interamente costruito sul chiaro/scuro ma di un approccio alla scrittura etereo prima e materico poi. Il sottotitolo dell’opera riporta “Ultimo canto in trincea 4/10/1918” e prima di mettere le mani sulla chitarra ho tentato di immaginare lo svilupparsi per terze della melodia come un vero canto di trincea: qualcosa non funzionava soprattutto con la richiesta del Con Espressivo in cima alla pagina. Il compositore stesso mi ha successivamente confermato che è sì un canto, ma scritto di suo pugno e che l’obiettivo è quello di una evocazione più che una reminiscenza. Questo ha liberato il campo da dubbi e mi ha consentito di costruire in pochi minuti l’impianto espressivo della sezione. La stessa non si scosta dal registro medio-basso della chitarra salvo in poche battute verso la fine e vi è una palese richiesta di riempimento di suono con la tecnica del laissez vibrer cosa non facile considerato che il range di suono oscilla tra il piano ed il mezzo-forte e che, come già detto, l’intero canto è pronunciato per terze. Ho a tale scopo ideato una diteggiatura che necessita di un minimo di abilità extra in fase di estensione orizzontale della mano sinistra. Non è quella definitiva ma la prima stesura sembra funzionare. Nella seconda parte della composizione (Furioso, con grande energia) non si fa alcuna fatica ad identificare lo stile compositivo di Biasi: costruzione diabolica e mai scontata di piccoli giocattoli sonori di grande efficacia e che, al contrario della prima sezione, stanno in piedi da soli. L’interprete è tenuto ad eseguire senza fare troppe domande. Ovviamente no, la cosa è tutt’altro che facile: in poco più di dieci righe l’autore mette alla frusta le doti tecniche di chi si accosta alla pagina con richieste di ampie escursioni dinamiche, alternanza di rasgueados a bassi singoli o a rapidi arpeggi, plaqué sull’intera cordiera alternati ad accordi di tre note (chi ha affrontato seriamente gli Esercizi Speciali di Virtuosismo per chitarra di Luigi Biscaldi parte molto avvantaggiato). La composizione nel suo insieme funziona bene. Dal mio punto di vista trovo che in fase di stesura vi sia stata un’attenzione maggiore alla prima parte e che certi meccanismi della seconda siano rimasti appena accennati, come aver sbirciato per pochi attimi un bel panorama da una posizione pericolosa ed essere stati costretti ad allontanarci. Lo spartito in formato PDF è disponibile sul Forum Italiano di Chitarra Classica, sezione Download. Altre informazioni sull’autore sono disponibili sul suo sito internet all’indirizzo: www.marcodebiasi.info
  22. marcobaz

    L'Onda Storie italiane di uomini e chitarre

    L'Onda Storie italiane di uomini e chitarre Da un’idea di Antonio Stragapede e Alex Savelli, con la collaborazione di Danilo Malferrari (Associazione Le Nuvole), a cura di Marco Bazzotti. Contiene l’intervista sull’Onda con Francesco Guccini. L'Onda è un viaggio emozionante di suoni e racconti, nello spazio e nel tempo, attraverso le vite avventurose e le musiche straordinarie di grandi chitarristi italiani. Musicisti visionari e coraggiosi che, agli albori del Novecento, hanno prima sognato e poi attuato il rinnovamento dell'arte chitarristica in Italia e nel mondo, contribuendo di fatto a influenzare tutto ciò che oggi consideriamo musica moderna. Il saggio copre il periodo tra il 1870 e il 1950 e presenta alcuni documenti finora del tutto sconosciuti alla storiografia ufficiale dello strumento, tratti dal periodo più critico della sua storia, periodo cruciale per la chitarra, che rischiava di sparire a favore dello strumento emergente dell'epoca: il mandolino. È un viaggio nella memoria oggi svanita, perché «ricordare serve sempre, perché non creiamo improvvisamente, dal nulla…» (F. Guccini). Il progetto de L’Onda comprende il cd omonimo, suonato con chitarre antiche e moderne da Antonio Stragapede con il supporto di Marco Bazzotti, e recitato da Filippo Planker su testi di Antonio Stragapede e Alex Savelli che ne è anche produttore. L’intero progetto è anche un omaggio a Bologna e al suo grande liutaio Giancarlo Stanzani (1933-2015). (C) 2018 Edizione Pendragon, Bologna, 191 pp. Libro e cd prodotti da Alex Savelli e Ass. Le Nuvole, email malfeda@gmail.com tel. 3392309012 Onda_preview_2018_MB.pdf
  23. Version

    14 downloads

    Oggi 4 Novembre sono passati esattamente 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale. A Vittorio Veneto, mia città natale, si concluse l'ultima battaglia. Questa musica è il mio omaggio ai soldati che hanno perso la loro vita in questo tragico evento.
  24. Il video-documentario Livio Torresan: la conoscenza e la creatività. Il video racconta la collaborazione tra il compositore e l'interprete Leonardo De Marchi nel repertorio per chitarra. La regia è curata dal bellunese Piero Bolzan. Lo strumento usato è una copia da H. Hauser di Fabio Zontini.
  25. Benvenuto sul Forum Maurizio. Prendi visione del Manifesto del Forum e per qualsiasi dubbio o suggerimento apri unnuovo ticket nella sezione Supporto onLine. Buona permanenza!

  26. La storica associazione culturale nuorese I Segni delle Radici diretta dall’attore Gavino Poddighe organizza un concerto a Nuoro il giorno 17 Novembre. Protagonista il chitarrista nuorese @Cristiano Porqueddu Il concerto, organizzato con la collaborazione di Sardiniart, il nuovissimo portale della cultura della Sardegna, si terrà presso la sede dell’associazione I Segni delle Radici, a Nuoro, in Via Grazia Deledda di fronte alla casa del celebre premio Nobel nuorese. Il programma è disponibile sul sito di Musicare seguendo questo link.
  27. Cristiano Porqueddu

    Ciao a tutti!

    Ciao @Step e benvenuto.
  1. Carica altre attività
×

Informazione importante

Usando il Forum dichiari di essere d'accordo con i nostri Terms of Use.