Vai al contenuto
Novità

Simosva

Membri
  • Numero contenuti

    91
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    1

Simosva last won the day on Marzo 31 2015

Simosva had the most liked content!

Reputazione Forum

2 Neutrale

Su Simosva

  • Rank
    Novizio
  1. Che dire, più vado avanti nello studio di questo pezzo e più aumenta l'entusiasmo nell'impararlo. La mano sinistra si muove sulla tastiera a 360°, è qualcosa di fantastico, per non parlare della mano destra, eccezionale. Questi studi sono veramente superlativi. Grazie maestro Gilardino. Simosva.
  2. Ermanno, finalmente ho trovato una diteggiatura scorrevole e lineare per la misura 7 e simili, che mi permette di ottenere una certa omogeneità. L'ho trovata dopo il tuo suggerimento sulle corde a vuoto. Infinitamente grazie. Simosva.
  3. Ermanno, ho citato Cristiano solo e semplicemente perchè sono in possesso del CD e ho ascoltato unicamente la sua esecuzione e l'ho presa come riferimento. Tutto qui, senza nessuna contorta motivazione. Grazie di tutto. Simosva.
  4. Scusa Ermanno, ma il timbro non è diverso? Un tocco inizia con il polpastrello e l'altro con l'unghia, quindi nessuna omegeneità. Ho ascoltato l'interpretazione di Cristiano e mi mi sembra di sentire i "re" tutti uguali. Simosva
  5. Grazie mille. Certo che sei stato utile anzi utilissimo. Delle tue considerazioni ne farò tesoro. Non chiedevo una diteggiatura preconfezionata, ma solo sapere quale usate voi per trarne uno spunto. Non ho capito bene come eseguire il pedale alla misura 43 con il pollice. Sicuramente i "re" sono alternativamente uno tastato sulla 5 corda e l'altro a vuoto sulla 4 corda. Quando dici (5° corda verso il basso, 4° corda verso l'alto) significa che il pollice suona la 4 corda dal basso verso l'alto, diversamente dal suo naturale movimento? Grazie ancona Ermanno.
  6. Forse Cristiano è molto impegnato in questo periodo per rispondermi e chiedo aiuto a tutti coloro che possono e vogliono darmi una mano. Gli studi del maestro Gilardino mi piacciono troppo e ho trovato molto interessante per la mano destra lo studio 59 che ho iniziato a diteggiare e che potrebbe essere utile a proposito dell'argomento che avevo postato in precedenza "indipendenza tra medio e anulare". Per quanto riguarda l'inizio potete vedere la diteggiatura da me annotata, che trovo molto confortevole Ma con mio grande rammarico non riesco a trovare una diteggiatura adatta alle misure che di seguito allego foto. Misura 7 e simili Misura 13 e simili Poi da queste misure in poi panico totale Se qualcuno ha da suggerirmi una diteggiatura ne sarei veramente felice. Grazie mille e se ho chiesto troppo ditemelo pure. Simosva
  7. Ciao Cristiano, so di essere un rompi scatole, ma gli studi del maestro Gilardino mi piacciono troppo e ho trovato molto interessante per la mano destra lo studio 59 che ho iniziato a diteggiare e che potrebbe essere utile a proposito dell'argomento in questione. Per quanto riguarda l'inizio puoi vedere la diteggiatura da me annotata, che trovo molto confortevole Ma con mio grande rammarico non riesco a trovare una diteggiatura adatta alle misure che di seguito allego foto. Misura 7 e simili Misura 13 e simili Poi da queste misure in poi panico totale Se puoi e se ti va, potresti indicarmi la diteggiatura. Grazie mille e se ho chiesto troppo dimmelo pure. Simosva
  8. Penso proprio che ti sei dimenticato di noi.
  9. Scusa Cristiano, ma la mia curiosità e voglia di fare non riescono a trattenermi dal chiederti quando potrai pubblicare gli esercizi. Scusa non voglio metterti assolutamente pressione. Simosva
  10. Che dire, analisi stupenda. Grazie Maestro, accetterò con i miei limiti. Simosva. Cristiano però i tuoi esercizi li aspetto sempre, ormai li hai scritti. Simosva.
  11. Grazie mille Maestro per la sua esauriente risposta. Posso però chiederle cosa ne pensa sulla ripetizione assidua (tipo mezzora al giorno) di esercizi di arpeggio, aumentando gradualmente la velocità oltre il proprio limite. Secondo lei aiuta in qualche modo a migliorarsi ad essere più veloci? Simosva. Ah, Cristiano non preoccuparti quando puoi li pubblichi. Grazie lo stesso. Simosva.
  12. Scusi volevo dire Maestro, la "e" sarà rimasta nella tastiera.
  13. Mastro Gilardino, grazie per il suo intervento a questa discussione. Mi sono soffermato sulla sua asserzione "purché esegua con precisione e velocità tutti i movimenti che gli vengono ordinati dalla mente" e ne ho dedotto che se non si riesce a raggiungere una certa velocità è perché dalla mente non parte l'ordine giusto. Per cui, se con una formula "pmam" a quartine di semicrome non riesco ad andare oltre la velocità di 80 bpm, si può affermare che trattasi di un limite mentale piuttosto che fisico. Allora mi chiedo: 1- non esiste un esercizio per superare il proprio limite mentale su tale aspetto? 2- non è sufficiente insistere in una pratica assidua di esercizi di arpeggio aumentando gradualmente la velocità oltre il proprio limite? Molte volte mi sono sentito rispondere:"la velocità non è un elemento essenziale per suonare la chitarra". È vero, suonare non è solo essere veloci ma è pur vero che alcune composizioni la richiedono. Io sono molto affascinanto dai suoi 60 studi, dove, come lei ovviamente sa, in alcuni dei quali la velocità è necessaria. Preciso che la tecnica della mia mano dx è quella da lei descritta nel suo libro di tecnica, dal quale l'ho appresa, e che mi è stato confermato essere conforme dal maestro Piero Viti, dal quale ho avuto lezioni per circa un anno.
  14. Ciao Cristiano, non dimenticarti di me anzi di noi (c'è anche Aldo che attende trepidamente). Grazie, Simosva.
  15. Grazie mille Cristiano, ti sembrerà un luogo comune, ma aspetterò il fine settimana con piacere. Nel fine settimana ho più tempo anch'io e potrò provare l'esercizio che mi proporrai.
×

Informazione importante

By using this site, you agree to our Terms of Use.