Vai al contenuto

Sergio Sorrentino

Membri
  • Numero contenuti

    39
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    2

Sergio Sorrentino last won the day on Marzo 26 2016

Sergio Sorrentino had the most liked content!

Reputazione Forum

3 Neutrale

Su Sergio Sorrentino

  • Rank
    Novizio
  • Compleanno 18/04/1983
  1. Sylvano Bussotti Complete Music for Solo Guitar, Sergio Sorrentino

    Sylvano Bussotti Complete Music for Guitar Solo Sergio Sorrentino, chitarra (e voce) Creative Sources Recordings cs375 Tracklist: 01. Ultima Rara (for guitar and voice - 1969) 8:19 02. Popolaresca* (for guitar solo – unedited manuscript from the Opera “Bozzetto Siciliano” 1989) 2:09 03. Ermafrodito** (for guitar and voice - 1999) 19:05 04. Nuvola Barocca** (for guitar solo - 2011) 7:15 05. RARA (eco sierologico) for guitar solo – 1964/1967 9:30 06. Bonus track: Toru Takemitsu (1930-1996): A piece for guitar for the 60th birthday of Sylvano Bussotti (for guitar solo – 1991) 1:54 * World Premiere Recording ** Per la prima volta su CD Primo CD dedicato all'opera completa per chitarra sola del grande compositore italiano Sylvano Bussotti (1931), con la prima registrazione assoluta di "Popolaresca" (manoscritto inedito del Maestro), cinque composizioni originali e come bonus track una miniatura di Toru Takemitsu dedicata a Bussotti. Alla chitarra (ed alla voce) Sergio Sorrentino, che ha collaborato direttamente con Bussotti per la preparazione dei brani. Album prodotto dalla Creative Sources Recordings di Lisbona. Da qui è possibile ascoltare le tracce in streaming gratuito su Soundcloud:
  2. Sergio Sorrentino: "Ninna Nanna per Gabriele"

    Sergio Sorrentino (1983) Ninna Nanna per Gabriele (dai "14 Studi sulla Creatività", Edizioni Sinfonica 2015) Esecuzione live al Festival Internazionale della Chitarra di Lagonegro (6/12/2015) Il volume si può ordinare qui: http://www.sinfonica.com/italian/per_collana.php?coll=Studi+chitarra+Moderni
  3. Sergio Sorrentino "Flashback", Leonardo De Marchi

    Sergio Sorrentino (1983) Flashback (dai "14 Studi sulla Creatività", Edizioni Sinfonica 2015) Leonardo De Marchi, guitar Il volume si può ordinare qui: http://www.sinfonica.com/italian/per_collana.php?coll=Studi+chitarra+Moderni
  4. Sergio Sorrentino - "Mosaico" per sei chitarre

    Sergio Sorrentino - "Mosaico" per sei chitarre o multipli di sei Edizioni Sinfonica 2012 (distr. Carish) - partitura + CD audio e parti staccate Registrazione live di Mosaico (Milano, Auditorium Centro Asteria, 10 giugno 2012) Sergio Sorrentino: I Chitarra (I Corda) Stefano Sanzogni: II Chitarra (II Corda) Marianna Bettinelli: III Chitarra (III Corda) Marta Dolzadelli: IV Chitarra (IV Corda) Tommaso Iannello: V Chitarra (V Corda) Marco Cristofaro: VI Chitarra (VI Corda) Direzione Artistica: Marco Ramelli Mastering a cura di Andrew McKenna Lee, Still Sound Audio Production, Brooklyn, New York City, USA
  5. A Day with the Guitar, Sergio Sorrentino

    A Day with the Guitar, Sergio Sorrentino, chitarra Nella tracklist sono inclse musiche di Sorrentino, Sauguet, Brouwer Recensione: https://it.paperblog.com/recensione-di-a-day-with-the-guitar-di-sergio-sorrentino-guitart-1233268/
  6. Guitar Improvisation, Sergio Sorrentino

    AlchEmistica pubblica il nuovo CD del chitarrista italiano Sergio Sorrentino. Tracklist: 1) Prologo 2) Dots 3) Alchemistica 4) Bells in a foggy landscape 5) Hommage à Maderna 6) Solo with rain 7) Touch 8) Epilogo Dal sito dell'editore: Di ritorno dopo il suo “Impro - Interferenza sull' Inno Nazionale” uscito il 17 marzo su AlchEmistica, Sergio Sorrentino partecipa al Guitar Improvvisation Project con un lavoro sofisticato e articolato in ben otto tracce che lo vedono suonare sia la chitarra elettrica che la classica. Sergio firma quindi la nostra sesta uscita per improvvisazioni chitarristiche dimostrando come questa forma musicale stia lentamente ma irresistibilmente conquistando ormai anche ambiti che finora le erano alieni come la musica classica e la contemporanea. Musica cinematica, fluida, coinvolgente e allo stesso tempo interessante, innovativa proiettata nel presente ma con un forte legame col passato come dimostra l'” Hommage à Maderna”. A noi resta il grande piacere di continuare nel nostro lavoro di proposta e di presentazione di musiche e di musicisti innovativi, a voi la possibilità di ascoltarli mentre ci presentano il loro mondo, fatto di note, di silenzi, di atmosfere.
  7. Intervista e Speciale su Sergio Sorrentino sul Blog Chitarra e Dintorni http://chitarraedintorni.blogspot.com/search/label/Sergio%20Sorrentino
  8. Chitarra nelle scuole: qualità e capacità dei docenti

    Sono in perfetta sintonia con i procedimenti metodologici di Marcello. Anche io con i miei allievi di scuola media utilizzo la composizione e l'improvvisazione di melodie e contrappunti. Oltre che all'acquisizione consapevole e creativa della tecnica e della scrittura chitarristica, i piccoli allievi imparano bene il senso della forma e si divertono molto, in quanto pienamente inseriti in un contesto didattico-artistico e protagonisti del "loro" far musica. Quando poi affrontano brani didattici di repertorio manipolano senza restrizioni le varianti dinamiche, timbriche ed agogiche. L'educazione timbriche, inoltre, per i piccoli chitarristi risulta indispensabilee molto redditizia ai fini espressivi
  9. Manuale di Storia della Chitarra Vol.2 - Gianni Nuti

    Gigi, nel mio intervento non ho assolutamente parlato di querele, si figuri... Semplicemente, da studioso a studioso, le ho chiesto di evitare insinuazioni offensive e fuori luogo. Le ho fornito delle valide argomentazioni atte a scardinare i suoi sospetti infondati e lei parla di querela? Non ha nemmeno l'ardire di controbattermi? Credo che lei sia un provocatore, vuol farmi dire cose che non penso. Purtroppo con me ha sbagliato persona. Dunque, non riceverà da me nessuna ulteriore risposta, figuriamoci una querela. Credo abbia ragione il Maestro Zigante nell'invitare tutti a proseguire la discussione sulla base di confronti tematici e musicali.
  10. Manuale di Storia della Chitarra Vol.2 - Gianni Nuti

    Ed ecco qui anche il Dott. Sorrentino... Dato che l'impostazione metodologica del Manuale è stata già presentata in modo esaustivo dall'autore Gianni Nuti (tra l'altro il solo a poterlo fare a pieno titolo), rispondo solamente all'insinuazione di Gigi. Rispondo non perché turbato, ma semplicemente per difendere e rivendicare la mia serietà di studioso. Per iniziare descrivo brevemente il mio ruolo nell'ambito della stesura del Manuale. Ho collaborato al Manuale scrivendo alcuni capitoli riguardanti compositori appartenenti a due aree poetico-compositive: la poetica della ricerca timbrica e dell'arcaismo. La ricerca timbrica: grazie a degli studi rigorosi da me condotti in precedenza su Debussy ho cercato, all'interno del capitolo sul compositore francese, di analizzare il chitarrismo virtuale all'interno della sua opera e della sua poetica. Credo risulterà interessante anche la lettura da Julien Tiersot dove si narra la presenza di gruppi gitani (cante jondo e chitarra) presenti all'Esposizione di Parigi (dove era presente Debussy). Da Debussy sono partito per allacciarmi alla tematica propostami da Nuti e per analizzare le figure affidatemi sempre dal punto di vista dell'indagine sonoriale. Arcaismo e primitività: Studi da me condotti sugli elementi etno-musicali sono stati il punto di partenza per i capitoli su Mellers, Ferroud, Mosso, Ginastera, Bogdanovic, ecc. Eventuali interferenze esterne o "suggerimenti" cordiali o meno sul da farsi o sulla formulazione delle idee non solo non sono avvenute, ma al contrario sarebbero state impossibili. Gigi, dato che anche lei come me ha terminato gli studi universitari, saprà sicuramente che le fasi della stesura di un articolo, di una tesi, di un lavoro scientifico sono le seguenti: Individuazione di un tema, restringimento del campo, scelta di un punto di vista da adottare, valutazione della reperibilità delle fonti, ricerca bibliografica, impiego di schede e appunti di approfondimento, fonti primarie e secondarie, individuazione di brani esplicativi della poetica e della scrittura del compositore (nel caso di un articolo musicologico), stesura, correzione della bozza, redazione finale. Dunque la sua insinuazione relativa ad un'eventuale intromissione di Dralig nell'ambito del mio lavoro (ma come del resto in quello di Nuti) è priva di qualsiasi fondamento scientifico. Mi sa dire in quale fase della stesura Dralig avrebbe ordinato i suoi dettami? Nella ricerca bibliografica? Nell'impiego di schede e appunti? Due punti ahimè rimarranno per lei scoperti: l'individuazione di un tema, la scelta di un punto di vista da adottare. Ma, mettendo in dubbio la mia intelligenza, la mia capacità di formulare pensieri soggettivi ed onestà scientifica lei mi offende gravemente. Tanto più che lei essendo un musicologo dovrebbe guardarsi bene dal mettere in dubbio l'onestà scientifica di un suo collega sulla base del niente. Lei non può avere argomenti atti a provare la mia incapacità di rivendicare la mia serietà ed indipendenza di studioso. Sarò felice di ricevere le sue critiche tramite argomenti scientifici, non sui pettegolezzi. Si, sono stato allievo del Maestro Gilardino, sono fiero di questo, tanto più che l'essermi formato con il Maestro vercellese mi ha consentito sempre una forte indipendenza intellettuale. Non so con certezza se ciò avvenga in altri contesti. In ogni modo, il Manuale è lì, va letto e criticato in base a considerazioni scientifiche e non sulla base di eventuali "esclusioni" (ma "Lire c'est élire" per dirla con Chateaubriand). Purtroppo per quest'ultimo argomento sono la persona meno indicata per esplicare motivi e tematiche di base avendo come già detto in precedenza collaborato soltanto in determinate aree di ricerca. Posso dire però che la critica nei confronti della mancanza della bibliografia non sta in piedi (sono presenti esaustive note a pié pagina; l'inserimento di un elenco bibliografico era pleonastico. Ad esempio, la Storia della Letteratura Francese di Pierre Brunel (Sorbona) contiene solamente note a pié pagina e non presenta elenchi bibliografici. Vogliamo far passare Brunel per uno sprovveduto? Chiudo chiedendo a Gigi di evitare in futuro di insinuare congiure e di offendere gratuitamente. Lo dico per lei, Gigi, non è da studioso serio dar via a conflitti meschini à la "Grande Fratello". Buona lettura
  11. Calligrafia secolare della chitarra

    Ho avuto occasione di leggerlo. E' scritto con mano maestra, dall'alto di una grande esperienza nel campo. Altre belle sorprese bisognerà attendersi dal Maestro Dell'Ara.
  12. Sergio Sorrentino - La espiral eterna e Tarantella

    Sergio Sorrentino, chitarra Esecuzione de "La espiral eterna" di Leo Brouwer. Concerto live Festival Internazionale della Chitarra di Lagonegro 2008. Duo di chitarre Francesco Langone (a destra) - Sergio Sorrentino (a sinistra). Esecuzione della Tarantella del '600, danza tradizionale partenopea, trascritta per duo di chitarre. Tratta dal Concerto del 30 giugno 2007 presso l'Accademia Perugina della Musica e della Cultura, Perugia.
  13. Caro Luca, il segreto è di non dare assolutamente retta al giudizio gratuito e privo di basi culturali ed artistiche di qualsiasi soggetto (insegnante, amico, collega). Vai avanti per la tua strada e fidati completamente dei preziosi consigli del Maestro Biscaldi: persona e musicista di incredibile competenza, senso etico e gentilezza.
  14. il ritorno di pino daniele

    Certo, ed è caratterizzato anche da una ricerca strumentale appassionata, non ha mai smesso di studiare
  15. il ritorno di pino daniele

    Per chi come me è cresciuto ed ha imparato ad amare la chitarra anche grazie a Pino Daniele non ha potuto far altro che piacere il suo grande ritorno a piazza Plebiscito a Napoli. Stasera grande concerto e grandi i musicisti che lo hanno accompagnato:Tullio de Piscopo, James Senese, Ernesto Vitolo (con il quale ho avuto il piacere di suonare più di una volta!). Musica di qualità e mai banale (a parte qualche brano del'ultima produzione). Bel messaggio che Napoli e la Campania in generale non sono solo 'na carta sporca! vai Pino!
×

Informazione importante

By using this site, you agree to our Terms of Use.