Vai al contenuto
Novità

Benvenuto sul Forum Italiano di Chitarra Classica.

Per poter visualizzare tutti i contenuti e prendere parte alle conversazioni è necessario procedere con la rapida registrazione del tuo account. Se hai un account Facebook o Twittert con pochi clic avrai disponibile il tuo account e potrai accedere a tutte le sezioni del Forum, online dal 2005.

Oltre a questo avrai libero accesso alle Servizi dedicati ai membri:

  • Articoli dedicati al repertorio
  • Nuove pubblicazioni
  • Novità discografiche
  • Eventi e appuntamenti legati alla chitarra
  • Mercatino di acquisto e vendita
  • La collana gratuita Classical Guitar Web Compilation

e molto altro ancora.



Massimiliano Filippini

Membri
  • Numero contenuti

    37
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutrale

Su Massimiliano Filippini

  • Rank
    Novizio
  1. Caduta di stile

    Io credo che il messaggio di Francesca sia sarcastico.
  2. Chi suona uno strumento classico suona musica classica?

    Io ritengo la musica scritta da Fabbri alla pari di un Varini o Andy McKee. Un chitarrismo del tutto legittimo con spunti di interesse vero. Quello che non capisco è l'ostinazione a volersi definire classico e insistere nel dare alla propria musica un'impronta colta. Sarebbe più coerente dire: "Il mio percorso artistico mi ha portato a questo genere di musica punto e basta." Forse l'etichetta "classico" è un valore aggiunto in ambienti non accademici? Per chiudere.... qualche giorno fa ho sentito un'intervista a Battiato dove gli veniva chiesto di definire la sua musica. Risposta: un rock-pop metafisico (se non ricordo male, ma il concetto è quello). Mica ha detto sinfonismo impressionista con contaminazioni dodecafoniche!
  3. Chi suona uno strumento classico suona musica classica?

    Ma se la mettiamo così sotto musica contemporanea possiamo mettere anche i valzer che suonano alla festa del mio paesino. Le distinzioni si possono fare. La musica pop è una cosa la musica colta è un'altra, l'heavy metal è una cosa la world music un'altra. Credo che il tema sia stato ampiamente trattato ma precisiamo una volta per tutte il malinteso: colto non è uno schemino a-b-a o un arpeggino con le settime maggiori ma sono quelle creazioni musicali che germogliano e si sviluppano sul concetto di sviluppo tematico inserito in un contesto formale. Il problema principale è che troppe persone non sanno cos'è lo sviluppo tematico e non comprendono il percorso creativo compiuto da un compositore nello svolgimento del suo lavoro. Proviamo a paragonare la sonata di Antonio José con tico-tico e ci siamo capiti. Un saluto a tutti.
  4. Piacere di conoscervi!

    Ben arrivata.
  5. In quale modo si identifica un maestro?

    Grazie Cristiano.
  6. In quale modo si identifica un maestro?

    Maestro Porqueddu, la prego mi spieghi meglio il suo pensiero.
  7. In quale modo si identifica un maestro?

    Grazie a tutti delle risposte, ottimi spunti di riflessione. Ciò che ha scritto Musika dovrei farlo leggere a qualche collega....
  8. In quale modo si identifica un maestro?

    Una domanda che vorrei porre a tutti voi. Cosa rende un insegnante di chitarra un grande insegnate di chitarra? Il numero di allievi che ha? Quanti concertisti sforna? Quanti si ricorderanno di lui? L'amore per lo strumento che ha saputo trasmettere? Le idee didattiche che ha sviluppato? Ditemi cos'altro?
  9. Problemi per il futuro?

    Che brutta esperienza,mi dispiace per te. Non posso immaginare come affronterei una situazione del genere. Comunque se riusciva a suonare Django Reinhardt credo che tu non avrai problemi. Vedila così: chi ti dice che alla fine non diventerà una risorsa? Non tutti i mali vengono per nuocere.
  10. Ciao a tutti.

    Ciao Luca.
  11. Muore Michael Jackson

    La sue è una storia davvero drammatica che mi ha molto colpito. Ricordo che da bambino sapevo tutte le sue canzoni a memoria. Ho inserito nella categotia " musiche per chitarra sola" un omaggio musicale per questo grande artista. Addio Michael.
  12. Un caro saluto.

    Ciao a tutti, mi chiamo Massimiliano. Devo fare subito i complimenti per la bellezza di questo forum, molto curato e ricco di spunti. Sono rimasto colpito dalla varietà di argomenti trattati e per la competenza dimostrata da tutti nelle discussioni. Spero di dare il mio modesto contributo. A presto.
×

Informazione importante

By using this site, you agree to our Terms of Use.