Vai al contenuto
Novità

Cabulous

Membri
  • Numero contenuti

    93
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutrale

Su Cabulous

  • Rank
    Novizio

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Beh in tal caso allora vale la pena tentare, dato che c'è un intero anno di tempo ancora. Ho iniziato anche a leggere gli impromptu di Bennett, ma finchè non li porterò a lezione temo mi saranno decisamente criptici. Non intendevo dire che Britten avesse uno stile simile ad Henze... avevo preso loro 2 come esempi di compositori dal linguaggio contemporaneo per contrapporli a MCT e Mompou, che pure non mi sembrano poi così simili (anche se di Mompou conosco solo la Suite Compostelana e le Cancion y Danza per piano). In Berkeley sono riuscito subito, al primo ascolto, a capire grosso modo cosa stava succedendo... lo stesso di certo non mi è accaduto con il Nocturnal, con i Tentos, con la Royal Winter Music, con gli Impromptu di Bennett, etc... E con l'insegnante si diceva per l'appunto che sarebbe stato buono - anche se non obbligatorio - portare un brano con un linguaggio che si differenziasse maggiormente da quello tradizionale. Da qui la mia domanda.
  2. Ciao a tutti, ho ascoltato i 4 pezzi di Berkeley e ne sono rimasto parecchio colpito. Mi piacerebbe moltissimo portarli all'esame di compimento inferiore, però ho visto che lo spartito costa sui 20 euro, quindi prima di acquistarlo per poi non riuscire a suonarlo, volevo chiedervi se secondo voi poteva essere un buon investimento, o se magari era meglio aspettare ancora qualche anno... insomma, all'ascolto, non sembrano per niente facili! edit: mi ero dimenticato di chiedere... a parte la difficoltà, per quanto riguarda il linguaggio: lo si può considerare contemporaneo? Lo sento molto più vicini ad un Castelnuovo-Tedesco o ad un Mompou piuttosto che ad un Britten o ad un Henze... la Sarabanda in particolare, oltre che bellissima, è anche "molto tonale".
  3. Fenomeni! Qualche anno fa si rideva pensando all'idea di lavorare gratis... e da qualche anno tutte le università offrono quasi esclusivamente cattedre a titolo gratuito. Rimaneva da ridere sul pagare per lavorare, ma finalmente abbiamo raggiunto anche questo traguardo! Che i cinesi possano avere pietà di noi quando ci conquisteranno...
  4. Cabulous

    Articolo del corriere.it su Mahler...

    "Un parente del compositore, emigrato negli Usa a fine Ottocento, avrebbe sposato un antenato della cantante" !!!! Beyonce ha decisamente la musica classica nel sangue!
  5. Cabulous

    Gold Guitar, AAVV

    fantastico davvero! =) Tanti grandissimi nomi tutti in buona compagnia!
  6. Grazie anche a te Marcello =) Non mancherò di guardare anche quei testi
  7. ora provo e vedo cosa tiro fuori, poi ti faccio sapere!
  8. Benissimo ti ringrazio davver Già che ci sono ne approfitto e ti chiedo anche come eseguivi la prima variazione. Se nella parte iniziale sono abbastanza sicuro di seguire la versione di Gilardino, nelle ultime due righe (col cromatismo al basso e l'accompagnamento molto diverso) ho alcuni dubbi, anche se non riesco veramente a trovare modi alternativi per fare qualcosa di più simile al testo di MCT.
  9. Ciao a tutti, nella seconda variazione del brano in oggetto, quella in quartine di semicrome staccate, ho deciso di non seguire la versione alternativa proposta da Gilardino (un po' me ne sto pentendo, dato che la difficoltà è veramente notevole in questo modo, però si studia con piacere) e mi chiedevo quale fosse il modo migliore per eseguire suddette quartine. Avevo pensato alla formula a-m-i-a per tutto il brano, staccando solo l'accompagnamento (ho supposto che la melodia andasse legata). In questo modo però ho un paura che il doppio pizzico con l'anulare possa risultare improbabile in velocità. Tuttavia, provando ad applicare formule irregolari tipo amia-miami mi confondo tantissimo. Voi come fareste?
  10. Quel testo va benissimo, mi riferivo in particolar modo alla musica barocca, mi ero dimenticato di specificare. Spero di trovarlo in biblioteca. Grazie!
  11. Ciao a tutti, vorrei imparare a mettere autonomamente gli abbellimenti nella musica antica, senza dipendere completamente dal revisore. Da che testo comincio a studiare?
  12. Però la Sonata mi pare sia stata ben diteggiata, e nell'ottica del "fare qualcosa da solo dato che rimangono poche lezioni col maestro per vedere bene il programma da esame", non è cosa da poco.
  13. Cabulous

    No Words di Roberto Fabbri

    Credo che il principio "non tutto quello che è suonato con una chitarra classica è chitarra classica" sia sacrosanto. Così come è sacrosanto il principio del "Ho il diritto di scrivere, suonare e ascoltare tutto quello che mi pare e piace senza essere giudicato per questo". Ennio Morricone è un grandissimo, e le trascrizioni di Marchione funzionano bene; ho ascoltato Adriano Del Sal suonare Gabriel's Oboe, e mi è piaciuto tantissimo, anche se il problema del trasportare una melodia per oboe sulla chitarra non è certo indifferente. In ogni caso, sarei molto felice di mettere le mani sullo spartito ed iniziare a suonarlo. Alle volte mi capita di ascoltare Allevi, o il Koyunbaba, così come ascolto tanta altra musica leggera. Però Bach e tutta un'altra cosa (o Castelnuovo-Tedesco, dato che adesso sono in fissa con lui). Insomma, se io per 10 mesi all'anno preferisco l'acqua tiepida, non significa che quando è estate e fa 40 gradi non gradisca un po' di acqua fredda... a volte ci vuole anche un po' di quella.
  14. Ma no! Esiste un solo momento giusto per leggere buona musica: sempre. E' sempre bello leggere questi messaggi, dato che leggere musica al di sopra della mia portata è uno dei miei sport preferiti Però stavolta stavo andando veramente troppo oltre e rischiavo di starci troppo tempo... Quindi ho temporaneamente messo via la Suite, e al suo posto ora devo decidere se leggere Escarraman o la Sonata. Insomma, avrò comunque da divertirmi.
  15. Grazie Maestro per le informazioni. Purtroppo più vado avanti più mi rendo conto che non è cosa saggia leggere questo pezzo in questo momento... Sono arrivato a diteggiare il primo movimento, ma i dubbi sono tantissimi e con il mio insegnante, nelle poche lezioni dell'anno che rimangono, devo pensare ai brani da esame. Magari lo riprenderò dopo il V anno... Sperando di riuscire a leggerlo tutto!
×

Informazione importante

Usando il Forum dichiari di essere d'accordo con i nostri Terms of Use.