Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'giovanni bonfante'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Inizia da qui
  • News
    • Inizia da qui e presentati alla community
    • Community Messages from Administrators
    • Appuntamenti ed eventi
    • Sardinia Moving Arts
    • CD releases
    • Other topics about CD releases
    • Publications
    • Other topics about CG publications
    • Classical music magazines
    • Various topics
    • Online support
    • Guitar building
  • Repertoire
    • Articles on original repertoire
    • Other topics about CG repertoire
    • Transcriptions
    • Interpretazioni
    • Composition for classical guitar
  • Practicing guitar
    • Leggi e musica
    • Suggerimenti per tecnica e programmi
    • Triennio e Biennio
    • Quinto anno, Ottavo anno, Diploma
  • Area di ritrovo
    • Market for Classical Guitar
    • Off-Topic Area
    • Events archive

Categories

  • Guitar scores
  • Abel Carlevaro Library
  • File Audio Mp3
  • Depliants and rules
  • Guide, metodi e articoli
  • CGWC

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Found 2 results

  1. Come annunciato qualche giorno fa, apro un post per dare il giusto peso ad uno strano concerto per chitarra ed orchestra composto nell'800 da tale Giovanni Bonfante detto Panizza. Si tratta - secondo il mio parere - di una pagina di grande valore che, anzi, potrebbe aprire scenari inediti su molte convinzioni chitarristiche di oggi. Per amor di verità sottolineo che non si tratta di una riscoperta, in quanto - teoricamente - già edita (pur con molte modifiche) ma che in realtà credo pochissimi conoscano. Fu il compianto Bruno Tonazzi che mi diede la "dritta" nei lontani anni '80, ci lavorai mo
  2. Sto cercando ormai da molti anni di "rende noto" ai chitarristi, che esiste un concerto di metà '800 che varrebbe la pena far conoscere. La sua storia è alquanto strana perchè Giovanni Bonfante - detto "Panizza" - era un illustre sconosciuto e quindi nessuno ha mai capito perchè egli lo abbia composto. Fu Bruno Tonazzi a ritrovarlo all'interno di un fondo musicale a Trieste, ed io ne realizzai una versione moderna proponendola a molte case editrice convinto che la composizione avrebbe aperto nuove prospettive sul repertorio chitarristico, ma non se ne fece mai nulla. Provai anche ad inserirlo
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.