Vai al contenuto
Novità

Cerca nel Forum

Visualizzazione dei risultati per il tag 'leonardo de gregorio'..

  • Cerca per Tag

    Tag separati da virgole.
  • Cerca per Autore

Tipo di contenuto


Categorie

  • Articoli sul repertorio originale

Forums

  • Inizia da qui
  • Novità
    • Inizia da qui e presentati alla community
    • Comunicazioni dagli Admin
    • Appuntamenti ed eventi
    • Novità discografiche
    • Altre discussioni sui CD per chitarra
    • Pubblicazioni
    • Altre discussioni sulle pubblicazioni
    • Riviste di musica classica
    • Quattro chiacchiere e voci di corridoio.
    • Supporto online
    • Liuteria
  • Repertorio
    • Articoli sul repertorio originale
    • Altre discussioni sul repertorio
    • Trascrizioni
    • Interpretazioni
    • Comporre per chitarra
  • Studiando
    • Leggi e musica
    • Suggerimenti per tecnica e programmi
    • Triennio e Biennio
    • Quinto anno, Ottavo anno, Diploma
  • Area di ritrovo
    • Mercatino per chitarra
    • Rigorosamente Off-Topic
    • Archivio degli Eventi e appuntamenti

Categorie

  • Spartiti per chitarra
  • File Audio Mp3
  • Depliant e regolamenti
  • Guide, metodi e articoli
  • CGWC

Cerca risultati...

Cerca risultati che...


Data di creazione

  • Start

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Start

    End


Filtra in base a...

Iscritto

  • Start

    End


Gruppo


Trovato 1 risultato

  1. pierluigi potalivo

    Pierluigi Potalivo, Respiro VI

    Ciao a tutti, questa è la sesta traccia di una breve Suite, Respiro I-VII, composta per una chitarra fatta costruire (dall'ottimo Leonardo de Gregorio) appositamente per dividere l'ottava in terzi di tono. Questo sistema mi è stato donato nel 2012 dal vecchio maestro Claudio Gregorat, poco prima che venisse a mancare. A lui devo la scoperta di questa meravigliosa possibilità, che non consiste nel mero uso dei micro intervalli ma nella modalità di utilizzarli in modo da evitare il seppur minimo riferimento alla tradizione, cosa che renderebbe inutile e in questo caso 'sgraziato' l'uso di quegli intervalli. In realtà, i terzi di tono sono piuttosto morbidi e l'orecchio si abitua quasi subito alla loro natura. E' piuttosto la forma la vera sfida della musica contemporanea. Ho avuto la fortuna di trascorrere una mattinata a parlare con Salvatore Sciarrino, durante la quale ho potuto avere alcune importanti conferme e direzioni. Il suo Perduto in una città d'acque per piano, è stato per me come una porta su di una terra nuova. Nei miei pezzi, immaginare che tre note si muovessero indipendentemente da qualsiasi ritmo ma con una loro coerenza interna mi è costato - per produrre dodici minuti di musica, non mi vergogno a dirlo - un anno e mezzo di lavoro. La Suite intera si può ascoltare su questo link di Spotify: https://open.spotify.com/user/zrsielwrp3s5l1yynfjgytx0a/playlist/2kZeu5LsckhwQbxMVECRvF?si=gXHCMp_SRCWW3hlN_UvBRg Grazie, Pierluigi
×

Informazione importante

Usando il Forum dichiari di essere d'accordo con i nostri Terms of Use.