Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Visualizzazione dei risultati per il tag 'manuel maria ponce'..

  • Cerca per Tag

    Tag separati da virgole.
  • Cerca per Autore

Tipo di contenuto


Categorie

  • Articoli sul repertorio originale

Categorie

  • Mercatino per chitarra

Categorie

  • Novità Discografiche

Categorie

  • Eventi e appuntamenti

Categorie

  • Pubblicazioni

Forums

  • Inizia da qui
  • Novità
    • Inizia da qui e presentati alla community
    • Comunicazioni dagli Admin
    • Appuntamenti ed eventi
    • Novità discografiche
    • Altre discussioni sui CD per chitarra
    • Pubblicazioni
    • Altre discussioni sulle pubblicazioni
    • Riviste di musica classica
    • Quattro chiacchiere e voci di corridoio.
    • Supporto online
    • Liuteria
  • Repertorio
    • Articoli sul repertorio originale
    • Altre discussioni sul repertorio
    • Trascrizioni
    • Interpretazioni
    • Comporre per chitarra
  • Studiando
    • Leggi e musica
    • Suggerimenti per tecnica e programmi
    • Triennio e Biennio
    • Quinto anno, Ottavo anno, Diploma
  • Area di ritrovo
    • Mercatino per chitarra
    • Rigorosamente Off-Topic
    • Archivio degli Eventi e appuntamenti

Categorie

  • Spartiti per chitarra
  • File Audio Mp3
  • Depliant e regolamenti
  • Guide, metodi e articoli
  • CGWC

Trovato 26 risultati

  1. Easy Studies for Guitar Vol.2

    Oggi 5 Dicembre 2017 Brilliant Classics avvia la distribuzione in oltre quaranta paesi del nuovo CD dedicato alla musica originale per chitarra. Si tratta del secondo volume della collana Easy Studies for Guitar, ideata allo scopo di registrare composizioni originali per chitarra del XX e del XXI secolo con scopi prettamente formativi e didattici. Il secondo volume include musica di @Franco Cavallone (1957) Stephen Dodgson (1924 - 2013), Ivan Patachic (1922 - 1993), Manuel Maria Ponce (1882 - 1948), Alexandre Tansman (1897 - 1986). La tracklist dettagliata è la seguente: I "Ten Progressive Studies" di @Franco Cavallone sono inediti. Ne curerò personalmente la pubblicazione nel corso del 2018. Una preview di alcune tracce: Nella sezione Articoli sul Repertorio di questo Forum è possibile trovare articoli dedicati ai brani contenuti in questo CD Info e dettagli: http://www.cristianoporqueddu.com/discography/
  2. Manuel Ponce: Complete Music for Guitar, Gérard Abiton

    Brilliant Classics pubblica un box-set dedicato alla musica del compositore messicano Manuel Maria Ponce (1882-1948) interpretata dal chitarrista francese Gérard Abiton. Nonostante il titolo riporti il complete, il repertorio di Ponce qui presentato è parziale. Si tratta a mio parere di una grave svista dell'interprete su un'opera integrale di così grande importanza. Nonostante ciò trovo ottima la registrazione ed egregio il lavoro svolto sulle pagine della musica di Ponce. La critica di Marco Riboni su Amadeus: Manuel Maria Ponce (1882-1948), assieme a Carlos Chavez (che di Ponce fu allievo) rappresenta la punta più alta della musica colta messicana del Novecento. La sua produzione per chitarra, legata alla fortissima influenza di Andrés Segovia che di lui fu promotore e mentore, è di formidabile importanza. Nel Novecento storico degli anni Venti e Trenta, assieme a Villa-Lobos e Castelnuovo-Tedesco, la sua musica per chitarra costruì pilastri fondamentali per il repertorio delle sei corde, pilastri sui quali i giovani e validi interpreti dovrebbero appoggiarsi anziché barcamenarsi con ammennicoli di uso e consumo commerciale. Ponce è un grande, la sua musica è bellissima. Tanto bravo quando ingenuo: la sua Estrellita, una affascinante canzone diventata celeberrima e cantata nel Ventesimo secolo dai più rinomati interpreti, non gli fruttò neanche un centesimo a causa della sua sprovvedutezza: cedette infatti inconsapevolmente tutti i diritti d'autore all'editore, il quale si guardò bene dall'informarlo su quanto stesse facendo. La lettura di Gérard Abiton di questa imponente messe di opere, fra le quali lo splendido Concierto del Sur per chitarra e orchestra (che da solo meriterebbe un ampio articolo di analisi), è eccellente. Onore al merito nella realizzazione di un progetto discografico così importante e impegnativo, soprattutto di questi tempi nei quali la chitarra sembra diventata lo sfogo esibizionistico di virtuosismi fini a se stessi." (Marco Riboni, Amadeus numero 303 febbraio 2015) Il link sulla pagina dell'editore: http://www.brilliantclassics.com/articles/p/ponce-complete-guitar-music/ La presentazione del disco in lingua inglese: The magic and mystery of Mexico make a welcome return on this recording, as the expert skills of Gérard Abiton explore Manuel Ponce’s complete works for guitar. There is a wealth of treasures to be enjoyed here, as Ponce’s vast career led him to explore a number of different styles. His time in Paris exerted a French influence on his music, heard in the wonderfully lyrical song-without-words motif in the second movement of his Sonata III. The folklike passage that follows it, alongside a daring counter-melody, are brought together in a joyous conclusion in the Sonata’s last movement, cleverly evoking a popular theme. But it is in the Tres Canciones populares mexicanas that the listener is musically transported to Central America, and Ponce’s beloved homeland. The composer’s tender nature is beautifully expressed in these three lyrical works, as, along with the Scherzino mexicano, he strives to create a testament to his Mexican roots. Gérard Abiton, an ‘exceptional and talented’ French guitarist (Guitare Classique), is a magnificent performer of Ponce’s works. His elegant rendition succeeds in convincingly expressing the composer’s tender emotion, paying homage to Ponce’s diverse influences and never straying far from his cherished Mexican origins. Described as ‘one of the best guitarists in the world’ (Liberation) and a ‘leading light in the profession’ (Le pays), Abiton’s understanding of Ponce has led him to be regularly invited to play his works in Mexico. Joined by harpsichordist Beatrice Martin, whose assured touch is the perfect accompaniment to the Concierto del Sur and Sonata for guitar and harpsichord, as well as Jean Thorel’s professional conducting, this CD is sure to delight fans of guitar music looking to relax and unwind.
  3. Manuel Maria Ponce, Angelo Gilardino

    Un'affascinante monografia realizzata da Angelo Gilardino e dedicata a uno dei miti del novecento chitarristico. Nel libro, Ponce il Maestro della piccola stella, Origini e vocazione, Italia e Germania, Di nuovo in Messico: il Concerto per pianoforte, la piccola stella e Clema, Cuba, New York e Granados, Secondo ritorno in Messico e nozze, 1923: arriva Segovia, 1925: Parigi, Il Ponce parigino, I pastiches, I 24 Preludios, Paganini, la Follia, la Sonatina Meridional, 1933: di nuovo a casa, Concierto del Sur: il sogno di Segovia, 1943: la piccola stella torna a brillare, La piccola stella si spegne, Edizioni e manoscritti, Spartito allegato Allegato dalla Sonata II. CD allegato, Manuel María Ponce, Musica per e con chitarra, Davide Ficco, chitarra. Prelude para guitarra y clavecín; Sonata for guitar and harpsichord; Allegro from Cuarteto para violin, viola, violochelo y guitarra; Por ti mi corazón para voz y guitarra; Thème variè et finale; Twenty-four Preludes for guitar.
  4. Manuel Maria Ponce, Angelo Gilardino

    Un'affascinante monografia realizzata da Angelo Gilardino e dedicata a uno dei miti del novecento chitarristico. Nel libro, Ponce il Maestro della piccola stella, Origini e vocazione, Italia e Germania, Di nuovo in Messico: il Concerto per pianoforte, la piccola stella e Clema, Cuba, New York e Granados, Secondo ritorno in Messico e nozze, 1923: arriva Segovia, 1925: Parigi, Il Ponce parigino, I pastiches, I 24 Preludios, Paganini, la Follia, la Sonatina Meridional, 1933: di nuovo a casa, Concierto del Sur: il sogno di Segovia, 1943: la piccola stella torna a brillare, La piccola stella si spegne, Edizioni e manoscritti, Spartito allegato Allegato dalla Sonata II. CD allegato, Manuel María Ponce, Musica per e con chitarra, Davide Ficco, chitarra. Prelude para guitarra y clavecín; Sonata for guitar and harpsichord; Allegro from Cuarteto para violin, viola, violochelo y guitarra; Por ti mi corazón para voz y guitarra; Thème variè et finale; Twenty-four Preludes for guitar. Maggiori informazioni: http://www.guitartshop.com/epages/86319.sf/it_IT/?ObjectPath=/Shops/86319/Products/38 Leggi la scheda di questo/a pubblicazione
  5. Version 1.0.0

    12 downloads

    La tesi di Luciano Silva Tavares per la Universidad Autónoma de Madrid - Departamento interfacultativo de música. Programa de doctorado en historia y ciencias de la música Tutor: Dr. Alfredo Vicent
  6. Version 1.0.0

    7 downloads

    Analisi Sonata III di Manuel Maria Ponce a cura di Julio Marinelarena Martinez
  7. Nelle varie registrazioni per chitarra ho notato che ci sono molte discrepanze tra le varie edizioni dei preludi di Manuel Ponce. Chi mi sa dare indicazioni su quale sia l'edizione migliore di questi brani per chitarra?
  8. Salve a tutti, mi chiamo Giorgia, studio chitarra al conservatorio di Bologna. Per un esame di analisi dei repertori devo analizzare la Sonata Clàsica - Hommage à Fernando Sor di M.M. Ponce. Ora, volevo chiedere se qualcuno potesse offrimi qualche spunto di analisi di qualsiasi genere che potesse aiutarmi ad approfondire il mio lavoro poichè non ho trovato molto materiale su cui basarmi. Ad esempio, qualcuno sa farmi notare in che modo l'autore omaggia a Sor al di là della forma e della scrittura in stile? O ancora, in che modo questa sonata apparentemente semplice e non particolarmente interessante si inserisce nella produzioni di Ponce e come si relaziona con le altre sonate? Cosa è importante valorizzare, metter in rilievo di questa sonata che non sia una semplice analisi armonico-formale dei 4 movimenti? Insomma qualsiasi spunto è ben accetto! Il punto è, che con le mie elementari conoscenze analitiche rischio di fare un lavoro abbastanza superficiale, il che è di importanza relativa per l'esame che comunque non richiede giustamente l'elaborazione di un trattato, però sarebbe mio interesse avere l'opportunità di capire meglio quello che sto facendo. Grazie mille! G.
  9. Manuel Maria Ponce - Sonata III

    Immediata l’evidenza per la naturale ricercatezza della scrittura, che individua la consuetudine a processi universalmente condivisi per il “mestiere” di un Compositore. Normalmente dedicherei a ciascuna battuta più righe, approfondendo costruzioni armoniche, regole contrappuntistiche, rapporti e specificità dei singoli dettagli di scrittura entro la visione dell’architettura totale. In funzione del contesto di pubblicazione, preferisco un approccio inteso a sottolineare piccoli scorci su particolari, finalizzati a convincere come lettura ed analisi armonica possano incidere sull'approccio interpretativo. I° movimento Nella B4, le note Si e Fa (quinta giusta e nona minore), unitamente alla sequenzialità di La e Sol diesis ( quarto e terzo grado maggiore), equivocando funzione di settima minore al basso per il Re sesta corda, pedale di tonica nella tonalità di Re minore, celano una dominante di Mi all’orecchio e preludono naturalmente alla modulazione in tonalità di La minore in B5. Ciò in timido ossequio, per solennità dell’incipit, alla “risposta” al “soggetto”, quale regola della Fuga Bachiana. In realtà evidente permane l'elegante profumo di nona maggiore ed undicesima, dato da Mi e Sol delle voci intermedie sul reiterato pedale di Re. Dalla B11 evidenzio l’utilizzo, ben conosciuto tra i Compositori, di modulazioni in crescente pathos, rapide in successione, secondo bassi disposti su accordo di settima diminuita che, a distanza di tre semitoni ciascuno, naturalmente riportano con regolare processo, alla tonalità di partenza. Fa minore per B11, con finali Si e Sol, ricercate anticipazione di risoluzione per il successivo Sol diesis minore in B12. B13 in un volutamente equivoco Si minore, che attraverso il saggio utilizzo della quinta diminuita Fa bequadro, sottilmente allude ed anticipa un celato Re minore in B14, a corretta chiosa del processo intrapreso. Da B19 in Do minore, con eleganti frammenti di accordo e di modo, ci si trova nella raffinata B21, con un Si diesis (ex enarmonica tonica di Do) che, attraverso la nuova attribuita funzione di terza maggiore su un frammento di accordo ben disegnato di Sol diesis, con presenza di settima minore, anticipa elegantemente un passaggio (Si diesis, Do diesis , Re, Mi) verso la “non vicina” tonalità di Do diesis minore della B22. Quest’ultimo dettaglio armonico, ad esempio, potrebbe suggerire all’interprete di indugiare con sensibile attenzione su quel primo Si diesis. II° movimento Da B27 del 6/8, l’elegante movimento cromatico ascendente della voce intermedia riserva attesa di risoluzione nel solenne esprimersi del Do diesis della B28, evidenziando solo allora la preziosità “dura” del Do bequadro, in un accordo di nona eccedente, ripetuto anche al basso in seconda posizione delle terzine, alternato alla nona minore Si bemolle. A B32 indugerei ancora, nella seconda terzina, sull’ apparizione di un accordo rapido ed elegantemente fuorviante di Do diesis, con settima minore Si bequadro, terza maggiore Fa (Mi diesis), unite ad elegante “ponte” di quinta diminuita Sol naturale che repentinamente, attraverso mutata figura in settima minore di dominante La, riporta nuovamente in tonalità Re minore. In chiusura B45, con sottile equivoco, le note Si naturale, Do diesis e Sol diesis, preludono con accordo incompleto alla prima forte dichiarazione in B46 di un temporaneo “salto” in Fa diesis maggiore, con presenza di nona maggiore, pur in assenza di tonica, tuttavia fortemente avvertita. Anche in questa situazione la seconda parte della B46, riconduce serena alla tonalità principale. III° movimento Da B49 un consueto gioco su Re Frigio (già lungamente espresso alle B6-7-8 del I° movimento), lascia elegantemente equivocare ad inizio B50 ad una cadenza verso Si bemolle maggiore, che l’irruenta dichiarazione reiterata di fragorosi accordi di Re minore placa. Anche qui indugerei sensualmente su quei Fa e Mi bemolle nella voce alta, uniti a Do e Sol in accordo. Le B53 e B54 coltamente, attraverso accordi incompleti, ci trascinano in corretta successione verso la tonalità di Re bemolle, per dichiarare solidamente d’improvviso su un Fa maggiore. Interpretativamente lascierei trapelare “forte” questa intenzione del Compositore. Subdolamente la B58, sotto un’apparente “superficiale” lettura di una triade di Fa minore nel primo quarto, nasconde una solida tonica di Mi, con quinta eccedente Do (Si diesis) e nona minore Fa naturale, che naturalmente preludono all’accordo successivo di La, che per moto contrario delle parti e reiterato La al basso, spengono in Fa maggiore. Passo da sottolineare, rallentandolo poco. Nelle battute (del Lento, a contrasto) B83-86, B95-98, B125-128 e B141-144 ha modo di esprimersi a pieno titolo una struttura elegantissima e dolcissima, cara a ciascun Compositore, da almeno un secolo sino ad oggi. Attraverso movimenti cromatici delle rispettive voci, si spiegano accordi di tredicesima, secondo strutture classiche, che rispettano giochi ed effetti prodotti dai reciproci intervalli. In successione Re e Si nel primo gruppo di battute, La e Fa diesis nel secondo, solo in ultimo Do e La. Tutto questo fraseggio andrebbe studiato ed evidenziato nota dopo nota. Analisi Sonata III di Manuel Maria Ponce a cura di Julio Marinelarena Martinez disponibile qui.
  10. Manuel Maria Ponce - Sonata III

    Immediata l’evidenza per la naturale ricercatezza della scrittura, che individua la consuetudine a processi universalmente condivisi per il “mestiere” di un Compositore. Normalmente dedicherei a ciascuna battuta più righe, approfondendo costruzioni armoniche, regole contrappuntistiche, rapporti e specificità dei singoli dettagli di scrittura entro la visione dell’architettura totale. In funzione del contesto di pubblicazione, preferisco un approccio inteso a sottolineare piccoli scorci su particolari, finalizzati a convincere come lettura ed analisi armonica possano incidere sull'approccio interpretativo. I° movimento Nella B4, le note Si e Fa (quinta giusta e nona minore), unitamente alla sequenzialità di La e Sol diesis ( quarto e terzo grado maggiore), equivocando funzione di settima minore al basso per il Re sesta corda, pedale di tonica nella tonalità di Re minore, celano una dominante di Mi all’orecchio e preludono naturalmente alla modulazione in tonalità di La minore in B5. Ciò in timido ossequio, per solennità dell’incipit, alla “risposta” al “soggetto”, quale regola della Fuga Bachiana. In realtà evidente permane l'elegante profumo di nona maggiore ed undicesima, dato da Mi e Sol delle voci intermedie sul reiterato pedale di Re. Dalla B11 evidenzio l’utilizzo, ben conosciuto tra i Compositori, di modulazioni in crescente pathos, rapide in successione, secondo bassi disposti su accordo di settima diminuita che, a distanza di tre semitoni ciascuno, naturalmente riportano con regolare processo, alla tonalità di partenza. Fa minore per B11, con finali Si e Sol, ricercate anticipazione di risoluzione per il successivo Sol diesis minore in B12. B13 in un volutamente equivoco Si minore, che attraverso il saggio utilizzo della quinta diminuita Fa bequadro, sottilmente allude ed anticipa un celato Re minore in B14, a corretta chiosa del processo intrapreso. Da B19 in Do minore, con eleganti frammenti di accordo e di modo, ci si trova nella raffinata B21, con un Si diesis (ex enarmonica tonica di Do) che, attraverso la nuova attribuita funzione di terza maggiore su un frammento di accordo ben disegnato di Sol diesis, con presenza di settima minore, anticipa elegantemente un passaggio (Si diesis, Do diesis , Re, Mi) verso la “non vicina” tonalità di Do diesis minore della B22. Quest’ultimo dettaglio armonico, ad esempio, potrebbe suggerire all’interprete di indugiare con sensibile attenzione su quel primo Si diesis. II° movimento Da B27 del 6/8, l’elegante movimento cromatico ascendente della voce intermedia riserva attesa di risoluzione nel solenne esprimersi del Do diesis della B28, evidenziando solo allora la preziosità “dura” del Do bequadro, in un accordo di nona eccedente, ripetuto anche al basso in seconda posizione delle terzine, alternato alla nona minore Si bemolle. A B32 indugerei ancora, nella seconda terzina, sull’ apparizione di un accordo rapido ed elegantemente fuorviante di Do diesis, con settima minore Si bequadro, terza maggiore Fa (Mi diesis), unite ad elegante “ponte” di quinta diminuita Sol naturale che repentinamente, attraverso mutata figura in settima minore di dominante La, riporta nuovamente in tonalità Re minore. In chiusura B45, con sottile equivoco, le note Si naturale, Do diesis e Sol diesis, preludono con accordo incompleto alla prima forte dichiarazione in B46 di un temporaneo “salto” in Fa diesis maggiore, con presenza di nona maggiore, pur in assenza di tonica, tuttavia fortemente avvertita. Anche in questa situazione la seconda parte della B46, riconduce serena alla tonalità principale. III° movimento Da B49 un consueto gioco su Re Frigio (già lungamente espresso alle B6-7-8 del I° movimento), lascia elegantemente equivocare ad inizio B50 ad una cadenza verso Si bemolle maggiore, che l’irruenta dichiarazione reiterata di fragorosi accordi di Re minore placa. Anche qui indugerei sensualmente su quei Fa e Mi bemolle nella voce alta, uniti a Do e Sol in accordo. Le B53 e B54 coltamente, attraverso accordi incompleti, ci trascinano in corretta successione verso la tonalità di Re bemolle, per dichiarare solidamente d’improvviso su un Fa maggiore. Interpretativamente lascierei trapelare “forte” questa intenzione del Compositore. Subdolamente la B58, sotto un’apparente “superficiale” lettura di una triade di Fa minore nel primo quarto, nasconde una solida tonica di Mi, con quinta eccedente Do (Si diesis) e nona minore Fa naturale, che naturalmente preludono all’accordo successivo di La, che per moto contrario delle parti e reiterato La al basso, spengono in Fa maggiore. Passo da sottolineare, rallentandolo poco. Nelle battute (del Lento, a contrasto) B83-86, B95-98, B125-128 e B141-144 ha modo di esprimersi a pieno titolo una struttura elegantissima e dolcissima, cara a ciascun Compositore, da almeno un secolo sino ad oggi. Attraverso movimenti cromatici delle rispettive voci, si spiegano accordi di tredicesima, secondo strutture classiche, che rispettano giochi ed effetti prodotti dai reciproci intervalli. In successione Re e Si nel primo gruppo di battute, La e Fa diesis nel secondo, solo in ultimo Do e La. Tutto questo fraseggio andrebbe studiato ed evidenziato nota dopo nota. Analisi Sonata III di Manuel Maria Ponce a cura di Julio Marinelarena Martinez disponibile qui. View full article on repertoire
  11. L'arpeggio iniziale del preludio in mi minore di Ponce lo fate ripetendo l'anulare?
  12. 1920-1940 Guitar Masterworks, Luigi Attademo

    1920-1940 Guitar Masterworks è il titolo del nuovo CD di Luigi Attademo. La tracklist è incentrata su alcuni dei più bei lavori per chitarra del Novecento. Nel dettaglio: Manuel de Falla (1876 - 1946) 01. Homenaje pour le tomeau de Claude Debussy Joaquin Turina (1882 - 1949) 02. Fandanguillo Manuel Maria Ponce (1882 - 1948) 03. Thème Variè et Finale Mario Castelnuovo-Tedesco (1895 - 1968) Sonata omaggio a Boccherini 04. Allegro con spirito 05. Andantino, quasi canzone 06. Tempo di Minuetto 07. Presto furioso Heitor Villa-Lobos (1887 - 1959) 08. Prelude No.1 09. Prelude No.2 10. Prelude No.3 11. Prelude No.4 12. Prelude No.5 Maggiori informazioni: http://www.luigiattademo.it/1920-1940.html Leggi la scheda di questo/a novità discografica
  13. 1920-1940 Guitar Masterworks, Luigi Attademo

    1920-1940 Guitar Masterworks è il titolo del nuovo CD di Luigi Attademo. La tracklist è incentrata su alcuni dei più bei lavori per chitarra del Novecento. Nel dettaglio: Manuel de Falla (1876 - 1946) 01. Homenaje pour le tomeau de Claude Debussy Joaquin Turina (1882 - 1949) 02. Fandanguillo Manuel Maria Ponce (1882 - 1948) 03. Thème Variè et Finale Mario Castelnuovo-Tedesco (1895 - 1968) Sonata omaggio a Boccherini 04. Allegro con spirito 05. Andantino, quasi canzone 06. Tempo di Minuetto 07. Presto furioso Heitor Villa-Lobos (1887 - 1959) 08. Prelude No.1 09. Prelude No.2 10. Prelude No.3 11. Prelude No.4 12. Prelude No.5
  14. Red, Marco Sartor

    L'etichetta discografica Fleur de Sons Classics rende noto che è disponbile il nuovo CD di Marco Sartor: "Red" La tracklist: Abel Fleury 1. Pegando La Vuetta 2. Relato 3. Real de Guitarreros John Dowland 4. Lachrimae Pavan 5. Sir John Smith His Almaine Manuel Ponce 6. Allegro moderato 7. Andante 8. Allergo non troppo Domenico Scarlatti 9. A minor K. 466, L. 118 10. E minor "Pastorale", K. 9, L.413 11. A major, K. 209, L.428 Tom Eastwood 12-13. Ballade Phantasy Fernando Sor 14. Les Adieux, Fantasy No. 6 Op. 21 Nikola Starcevic 15. Asiana V Maggiori informazioni: http://www.fleurdeson.com/p69_marco_sartor_red.html Leggi la scheda di questo/a novità discografica
  15. Red, Marco Sartor

    L'etichetta discografica Fleur de Sons Classics rende noto che è disponbile il nuovo CD di Marco Sartor: "Red" La tracklist: Abel Fleury 1. Pegando La Vuetta 2. Relato 3. Real de Guitarreros John Dowland 4. Lachrimae Pavan 5. Sir John Smith His Almaine Manuel Ponce 6. Allegro moderato 7. Andante 8. Allergo non troppo Domenico Scarlatti 9. A minor K. 466, L. 118 10. E minor "Pastorale", K. 9, L.413 11. A major, K. 209, L.428 Tom Eastwood 12-13. Ballade Phantasy Fernando Sor 14. Les Adieux, Fantasy No. 6 Op. 21 Nikola Starcevic 15. Asiana V
  16. Suppongo che a parecchi lettori interessi sapere qualcosa in più sul "Balletto" di Ponce. Scrive Miguel Alcázar, che ha curato l'edizione della "Obra completa para guitarra de Manuel M. Ponce/De acuerdo a los manuscritos originales", a pag. 184 del suo volume (Edizione Conaculta, Messico, 2000): "Anche Il Balletto dev'essere stato scritto nell'ottobre del 1931. Esiste una menzione di entrambe le opere [l'altra è il Preludio] nella corrispondenza con Segovia, in una lettera che dev'essere stata scritta negli ultimi giorni di questo mese o ai primi di novembre, dove [segovia] dice a Ponce: La suite non fu continuata e riumasero solo i due movimenti che Segovia seguitò a suonare fino alla fine dei suoi giorni come Balletto e Allegretto." Fin qui Alcázar, il quale onestamente certifica di non aver trovato, nell'archivio Ponce, il manoscritto del Balletto, mentre il testo del Preludio è stato fortunatamente desunto dalla versione per chitarra e clavicembalo, scritta cinque anni dopo, cioè nel 1936, quale dono di nozze per Segovia e la pianista Paquita Madriguera. Segovia non pubblicò mai alcuna edizione sua, né di questo pseudo-Weiss, né dell'altro, ben più ampio, della Suite in La. Il testo pubblicato da Alcázar è dunque desunto dalla registrazione di Segovia ma, ovviamente, egli restituisce la paternità dell'opera al suo vero autore, non senza denunciare sommessamente la speculazione imbastita sul disco segoviano: "habiendo aparecido ediciones posteriores de ambas piezas". Come dire: la bugia è stata ripetuta da altri bugiardi. Il musicologo messicano, al momento della pubblicazione del suo volume, non poteva sapere che il manoscritto originale di Ponce invece esiste. L'ho trovato io, l'anno seguente, e precisamente l'8 maggio 2001, nelle carte dell'archivio di Andrés Segovia, custodite presso la Fondazione Segovia di Linares, Spagna. Innanzitutto, il pezzo non s'intitola "Balletto", ma "Air de Dance", è redatto su due fogli di quaderno di musica formato orizzontale, nella chiarissima e inequivocabile grafia di Manuel Ponce. Ho doverosamente fatto pervenire agli attuali curatori dell'archivio Ponce una copia del manoscritto, ricevuto con soddisfazione. Angelo Gilardino
  17. Manuel Maria Ponce, Davide Ficco

    Il CD di Davide Ficco contenente musica per chitarra sola e per diverse formazioni con chitarra di Manuel Maria Ponce (1882 - 1948). Anno: 2007 Catalogo: GuitArt GUIT 0208 Tracklist: 01 Prelude para guitarra y clavecìn (1936), ed.Yolotl – Musikarf Allegro non troppo, piacevole 02 Sonata for guitar and arpsichord (c.1927), ed. Peer International, 1973 Allegro moderato, Calmo ed espressivo, Tempo I 03. Andantino, Poco più mosso, Tempo I 04. Allegro non troppo e piacevole, Vivo Francesca Lanfranco, harspichord 05 Allegro from Cuarteto para violin, viola, violoncello y guitarra (1946 – unfinished),ed. Yolotl – Musikarf, 1991 Allegro moderato, ma espressivo Francesco Cerrato, violino; Svetlana Fomina, viola; Antonio Mosca, cello 06 Por Ti Mi Corazon para voz y guitarra (c.1912, letra de Luis G.Urbina), ed. Yolotl – Musikarf Lentamente Manuela Custer, voce 07 Thème Varié et Finale (1926), ed. Schott’s Sohne, 1928 Andante un poco mosso 08 I Allegro appassionato 09 II Molto moderato 10 III Allegro moderato 11 IV Agitato 12 V Vivace 13 VI Molto più lento 14 Finale Vivo scherzando Twentyfour Preludes for guitar (c.1926-1930), ed. Tecla, 1981 15 I (moderato) 16 II (agitato) 17 III Allegretto 18 IV (allegro) 19 V Andante 20 VI (lento) 21 VII Vivo 22 VIII Tranquillo 23 IX (allegretto) 24 X Moderato 25 XI Vivo 26 XII Un po’ animato 27 XIII Andante 28 XIV Andantino 29 XV (moderato) 30 XVI Allegretto 31 XVII Andantino mosso 32 XVIII Andante 33 XIX (Chant populaire mexicain) Allegretto 34 XX (allegretto vivo) 35 XXI (moderato) 36 XXII Agitato 37 XXIII Allegro 38 XXIV (Chant populaire espagnol) Moderato espressivo 39 Preludio (1931), ed.Transatlantiques,1982 40 Balletto (1931), ed.Yolotl – Musikarf 41 Courante (1930), ed.Yolotl – Musikarf Guarda l'articolo nell'archivio delle Novità Discografiche
  18. Manuel Maria Ponce, Davide Ficco

    Il CD di Davide Ficco contenente musica per chitarra sola e per diverse formazioni con chitarra di Manuel Maria Ponce (1882 - 1948). Anno: 2007 Catalogo: GuitArt GUIT 0208 Tracklist: 01 Prelude para guitarra y clavecìn (1936), ed.Yolotl – Musikarf Allegro non troppo, piacevole 02 Sonata for guitar and arpsichord (c.1927), ed. Peer International, 1973 Allegro moderato, Calmo ed espressivo, Tempo I 03. Andantino, Poco più mosso, Tempo I 04. Allegro non troppo e piacevole, Vivo Francesca Lanfranco, harspichord 05 Allegro from Cuarteto para violin, viola, violoncello y guitarra (1946 – unfinished),ed. Yolotl – Musikarf, 1991 Allegro moderato, ma espressivo Francesco Cerrato, violino; Svetlana Fomina, viola; Antonio Mosca, cello 06 Por Ti Mi Corazon para voz y guitarra (c.1912, letra de Luis G.Urbina), ed. Yolotl – Musikarf Lentamente Manuela Custer, voce 07 Thème Varié et Finale (1926), ed. Schott’s Sohne, 1928 Andante un poco mosso 08 I Allegro appassionato 09 II Molto moderato 10 III Allegro moderato 11 IV Agitato 12 V Vivace 13 VI Molto più lento 14 Finale Vivo scherzando Twentyfour Preludes for guitar (c.1926-1930), ed. Tecla, 1981 15 I (moderato) 16 II (agitato) 17 III Allegretto 18 IV (allegro) 19 V Andante 20 VI (lento) 21 VII Vivo 22 VIII Tranquillo 23 IX (allegretto) 24 X Moderato 25 XI Vivo 26 XII Un po’ animato 27 XIII Andante 28 XIV Andantino 29 XV (moderato) 30 XVI Allegretto 31 XVII Andantino mosso 32 XVIII Andante 33 XIX (Chant populaire mexicain) Allegretto 34 XX (allegretto vivo) 35 XXI (moderato) 36 XXII Agitato 37 XXIII Allegro 38 XXIV (Chant populaire espagnol) Moderato espressivo 39 Preludio (1931), ed.Transatlantiques,1982 40 Balletto (1931), ed.Yolotl – Musikarf 41 Courante (1930), ed.Yolotl – Musikarf
  19. Precisando che suono la sonatina meridional di ponce come da manoscritto, ero curioso di sapere quale delle due versioni preferite: Da manoscritto o revisione Segovia? www,myspace.com/nazariotancredi
  20. Sonata II, Manuel Maria Ponce

    Nel saccheggio della casa di Barcelona di Andrés Segovia, durante la Guerra civile spagnola, il manoscritto della Sonata II in la minore di Manuel Maria Ponce andò perduto. Questa sonata è stata scritta tra la Sonata Mexicana del '23 e la Sonata III del '27 Sul prossimo numero di Guitart, all'interno di un saggio di Angelo Gilardino sulla musica del compositore messicano , potremo dare un'occhiata alla versione urtext dell'"Andante" della Sonata II di Ponce della quale è conservato solo un manoscritto incompleto del suddetto movimento.
  21. M° la presenza, fra le opere del compositore messicano, della Sonata III, ed ora anche di questa Sonata II, presuppone l'esistenza di una Sontata I, della quale però non ho mai sentito parlare. E', questa Sonata I, per caso la Sonata Mexicana (1923), la prima se non mi sbaglio scritta per Segovia?
  22. Ho sentito Adam Holzman suonare i 24 preludi di ponce, ma io ero ha conoscenza solo di 12(edizioni schott 2 volumi). Ammetto la mia ignoranza ma qualcuno mi puo spiegare? Vi ringrazio
  23. Vorrei gentilmente chiedervi suggerimenti su che edizione cercare per i seguenti pezzi di PONCE: - Preludio (non ho altre specifiche a riguardo...) - Suite in D major - Suite in A minor Grazie.
  24. In un unico volume (Schott) tutte le opere di Manuel Maria Ponce curate da Tilman Hoppstock. Dal sito della Shott: Description: Finally, an urtext edition of these 20th century standards which have only been available in the Segovia editon up to now. Content: Thème varié et Finale Sonata clásica Sonata Romantique Sonatina http://www.schott-music.com/shop/1/show,220540.html
×

Informazione importante

By using this site, you agree to our Terms of Use.