Jump to content
Novità

Search the Community

Showing results for tags 'nunzio reina'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Categories

  • Articles on Original Repertoire

Forums

  • Inizia da qui
  • News
    • Inizia da qui e presentati alla community
    • Community Messages from Administrators
    • Appuntamenti ed eventi
    • CD releases
    • Other topics about CD releases
    • Publications
    • Other topics about CG publications
    • Classical music magazines
    • Various topics
    • Online support
    • Guitar building
  • Repertoire
    • Articles on original repertoire
    • Other topics about CG repertoire
    • Transcriptions
    • Interpretazioni
    • Composition for classical guitar
  • Practicing guitar
    • Leggi e musica
    • Suggerimenti per tecnica e programmi
    • Triennio e Biennio
    • Quinto anno, Ottavo anno, Diploma
  • Area di ritrovo
    • Market for Classical Guitar
    • Off-Topic Area
    • Events archive

Categories

  • Guitar scores
  • Abel Carlevaro Library
  • File Audio Mp3
  • Depliants and rules
  • Guide, metodi e articoli
  • CGWC

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Found 1 result

  1. Ciao a tutti, questo mio brano per mandolino e chitarra è tratto dall'album Opera (a) due, inciso nel 2013 con Nunzio Reina, al quale ho dedicato l'intero disco e per il quale nutro una grandissima stima. Si tratta di un brano atonale, che insieme ai Frammenti Ellenici microtonali che terminano l'album rappresenta il mio contributo al repertorio contemporaneo di questo strumento nobile. Si potrà notare come il resto del disco (Notturni, Preludi Fantasie) sia una operazione 'di nostalgia', che mira a donare retroattivamente ciò che il mandolino non ha avuto a causa del suo declino avvenuto durante il secondo '800, cioè una presenza nella stagione neo-classica e impressionista. Si tratta dunque di un lavoro molto particolare, dove il mandolino è trattato, salvo le prime tracce, in maniera del tutto nuova e anticonvenzionale, in modo tale da 'orchestrarsi' con le sei corde, più che averne il sostegno tradizionale. Questo dimostra come il mandolino abbia oggi ancora molto da dire, a condizione di uscire dall'immagine canonica nella quale è stato confinato a lungo. Per chi voglia ascoltare l'intero disco, questo è il link di Spotify https://open.spotify.com/album/3VylJVeqhqO5TkFZ8bXdgq?si=mMGUAPO6QPaFPyvijdF59Q Grazie Pierluigi
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.