Vai al contenuto
Novità
Cristiano Porqueddu

Sospesi i diplomi del vecchio ordinamento del 2013?

Recommended Posts

Guest Bernardo Gui

 

 

Dall'esterno, mi sembra una polemica che ha sì un fondo di verità, ma una parte almeno uguale di responsabilità se non di colpa. Quindi, a mio modo di vedere le cose, le ragioni ci possono essere, ma non le definirei sacrosante. Anzi...

 

Se io a tredici / sedici / diciotto anni vado in Conservatorio, mi informo presso la segreteria, e mi dicono che posso iscrivermi anche al vecchio ordinamento, perché mai non dovrei crederci? Ora, che la colpa sia del ministero, dei singoli conservatori, dell'Italia che fa schifo, dell'Europa o della perturbazione numero tre di dicembre, il fatto è che la simpatica supposta ce l'hanno (che novità!) gli studenti. I quali fino a prova contraria di colpe non ne hanno. E quindi - ribadisco - hanno tutte le ragioni per essere incazzati neri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non riesco a capire cosa sta succedendo in Italia.

Chi deve vivere di musica è veramente messo male......purtroppo si vive nella confusione più totale è possibile che uno studente che sia stato del vecchio ordinamento( nel mio caso prima del 1990) o nuovo ordinamento, sacrifica tantissimi anni di studio( se pur con passione) per conseguire un diploma di chitarra classica e poi deve fare i conti con leggi che non lo aiuteranno minimamente nella carriera musicale?

Io ricordo bene cosa vuol dire conseguire un diploma in chitarra classica con il vecchio ordinamento, tante ore di studio,sacrifici e molte privazioni, penso che il nuovo ordinamento non sia da meno quindi sarebbe ora di parificare il tutto dando il giusto valore a 10 anni di grande studio.

Saluti Max

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non riesco a capire cosa sta succedendo in Italia.

Chi deve vivere di musica è veramente messo male......purtroppo si vive nella confusione più totale è possibile che uno studente che sia stato del vecchio ordinamento( nel mio caso prima del 1990) o nuovo ordinamento, sacrifica tantissimi anni di studio( se pur con passione) per conseguire un diploma di chitarra classica e poi deve fare i conti con leggi che non lo aiuteranno minimamente nella carriera musicale?

Io ricordo bene cosa vuol dire conseguire un diploma in chitarra classica con il vecchio ordinamento, tante ore di studio,sacrifici e molte privazioni, penso che il nuovo ordinamento non sia da meno quindi sarebbe ora di parificare il tutto dando il giusto valore a 10 anni di grande studio.

Saluti Max

 

I danni causati ai corsi di musica dalle nuove leggi avranno conseguenze a breve termine. Ho iniziato a osservarne alcune e sono davvero conseguenze disastrose.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Allo stato attuale delle cose, i diplomi dei corsi di "vecchio" ordinamento saranno validati ed equiparati agli attuali bienni di secondo livello, soltanto se conseguiti entro dicembre 2017. Purtroppo per tutti quelli che non conseguiranno tale titolo entro questa data accadrà di vedersi riconosciuto il titolo soltanto come il valore del triennio di I livello. (no comment).

Quindi, salvo una rivoluzione generale (ma in Italia una partita di calcio vale più di molte problematiche "leggermente" più serie..) la soluzione è frequentare i bienni.. (o studiare sul serio e lasciar perdere i pezzi di carta).

 

http://www.francoribaudo.it/ribaudo-pd-approvato-emendamento-su-equipollenza-titoli-afam-si-pone-fine-a-discriminazioni-tra-gli-studenti/
 

buona giornata

m

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti al Forum per poter lasciare un commento o partecipare alla discussione.

Crea un account

Iscriviti con pochi clic al Forum.

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×

Informazione importante

Usando il Forum dichiari di essere d'accordo con i nostri Terms of Use.