Vai al contenuto
Novità
Accedi per seguire   
Gianmattia Loretti

Trascrizioni per chitarra della musica di Chopin

Recommended Posts

Esistono delle belle trascrizioni dalla musica per pianoforte di Chopin?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ma perchè Tarrega non ti piace ? No le sue trascrizioni di Chopin,ma le sue musiche originali. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Esistono delle belle trascrizioni dalla musica per pianoforte di Chopin?

 

La musica di Chopin è forse quella che meno si presta a una trascrizione sulla chitarra. Il suo uso del pedale, la sua profonda conoscenza dello sturmento, la pregnanza delle risonanze e di tutto ciò che, non scritto, il pianoforte riesce a dare per propria idiomaticità sono aspetti del tutto estranei alla chitarra. Trascrivere solamente le note sarebbe uno sterile esercizio accademico. Avrebbe lo stesso impatto artistico del fischiettare il beethoveniano Inno alla gioia: il tema è riconoscibile per sommi capi, ma quanto al risultato estetico...

In aggiunta, la ricerca di un'estetica pianistica nella chitarra ha sempre portato a risultati pressoché fallimentari. La scarsità di riconoscimento di autori come Mertz, Coste e, in buona parte, Regondi ne sono un chiaro esempio. Lasciamo al pianoforte le sue meravigliose pagine e concentriamoci su quanto di altrettanto meraviglioso la chitarra può dare, iniziando con l'imparare ad apprezzare e valorizzare le caratteristiche proprie di questo strumento senza cercare competizioni o rivalse verso ipotetici, inarrivabili avversari.

 

EB

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

La musica di Chopin è forse quella che meno si presta a una trascrizione sulla chitarra. Il suo uso del pedale, la sua profonda conoscenza dello sturmento, la pregnanza delle risonanze e di tutto ciò che, non scritto, il pianoforte riesce a dare per propria idiomaticità sono aspetti del tutto estranei alla chitarra. Trascrivere solamente le note sarebbe uno sterile esercizio accademico. Avrebbe lo stesso impatto artistico del fischiettare il beethoveniano Inno alla gioia: il tema è riconoscibile per sommi capi, ma quanto al risultato estetico...

In aggiunta, la ricerca di un'estetica pianistica nella chitarra ha sempre portato a risultati pressoché fallimentari. La scarsità di riconoscimento di autori come Mertz, Coste e, in buona parte, Regondi ne sono un chiaro esempio. Lasciamo al pianoforte le sue meravigliose pagine e concentriamoci su quanto di altrettanto meraviglioso la chitarra può dare, iniziando con l'imparare ad apprezzare e valorizzare le caratteristiche proprie di questo strumento senza cercare competizioni o rivalse verso ipotetici, inarrivabili avversari.

 

EB

condivido appieno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti al Forum per poter lasciare un commento o partecipare alla discussione.

Crea un account

Iscriviti con pochi clic al Forum.

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire   

×

Informazione importante

Usando il Forum dichiari di essere d'accordo con i nostri Terms of Use.