Vai al contenuto

Cristiano Porqueddu

Louis-Noël Belaubre: Danses vives et mélancoliques, Alberto Mesirca

Recommended Posts

Prima incisione assoluta della serie di danze: "Danses vives et mélancoliques" di Louis-Noël Belaubre (1932).
Chitarra: Alberto Mesirca. Opera tratta dal volume edito da Frédéric Zigante, pubblicato da Max Eschig, dal titolo "Œuvres françaises du XXème siècle pour guitare".

Ingegnere del suono Andrea De Marchi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti al Forum per poter lasciare un commento o partecipare alla discussione.

Crea un account

Iscriviti con pochi clic al Forum.

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


  • Contenuti simili

    • Da Cristiano Porqueddu
      Data: 02/10/2017 Concerto di Alberto Mesirca nell'ambito della LaVerdi Stagione da Camera - Circolazione musicale in Italia
      Programma: 
      Francesco Canova da Milano (1497-1543) 
      Ricercare XXV 
      Ricercare V 
      Fantasia detta "La compagna" (dal Manoscritto liutistico di Castelfranco Veneto del 1565, trascrizioni di A. Mesirca) 
      Claudio Ambrosini (1948): 
      Canzone curva (detta "dell'occhiolino") dai "Tre studi sulla prospettiva" 
      Ciaccona in labirinto (detta "Ciaccona del Giglio") 
      Notturno, con sogno 
      Nulla nox sine linea (due notturni per chitarra) 
      Janus ipse, dixit (da "Three Holograms") 
      Leo Brouwer (1939): 
      Preludio de las campanas (a Alberto Mesirca) 
      Angelo Gilardino (1941):
      Paesaggio ligure
      Les Jardins Mysterieux 
      Mario Castelnuovo Tedesco (1895-1968): 
      Capriccio Diabolico 
      Claudio Ambrosini (1948):  
      Notturno (Tombeau per Jimi H.) 
      Tantalo sorridente
      Marcelo Nisinman (1970):
      Alberto's Tango
       
      Maggiori informazioni: http://www.cidim.it/cidim/content/314696?id=374171
      Leggi la scheda di questo/a evento
    • Da Cristiano Porqueddu
      Concerto di Alberto Mesirca nell'ambito della LaVerdi Stagione da Camera - Circolazione musicale in Italia
      Programma: 
      Francesco Canova da Milano (1497-1543) 
      Ricercare XXV 
      Ricercare V 
      Fantasia detta "La compagna" (dal Manoscritto liutistico di Castelfranco Veneto del 1565, trascrizioni di A. Mesirca) 
      Claudio Ambrosini (1948): 
      Canzone curva (detta "dell'occhiolino") dai "Tre studi sulla prospettiva" 
      Ciaccona in labirinto (detta "Ciaccona del Giglio") 
      Notturno, con sogno 
      Nulla nox sine linea (due notturni per chitarra) 
      Janus ipse, dixit (da "Three Holograms") 
      Leo Brouwer (1939): 
      Preludio de las campanas (a Alberto Mesirca) 
      Angelo Gilardino (1941):
      Paesaggio ligure
      Les Jardins Mysterieux 
      Mario Castelnuovo Tedesco (1895-1968): 
      Capriccio Diabolico 
      Claudio Ambrosini (1948):  
      Notturno (Tombeau per Jimi H.) 
      Tantalo sorridente
      Marcelo Nisinman (1970):
      Alberto's Tango
       
    • Da Cristiano Porqueddu
      Haitian Suite - the Music of Frantz Casséus - Alberto Mesirca, Guitar
      Riporto una notizia interessante appena ricevuta relativa ad un nuovo lavoro discografico di Alberto Mesirca con l'etichetta tedesca Basta!. Non posso nascondere una certa curiosità.
      "Dear Friends,
      I am excited to announce the release of the recording of Frantz Casséus' complete solo guitar compositions, in collaboration with Marc Ribot and Gert-Jan Blom for the Dutch label Basta!
      - Alberto Mesirca
      Frantz Casseus was a friend of my family's who became my teacher when I began to study guitar at age 11. It was only as time passed that I understood his importance as the acknowledged 'father of Haitian classical guitar', and later still when I grasped the importance of his body of work for the tradition of classical guitar. Frantz's composition had a double purpose: as early as the late 1930's, he foresaw the effect that foreign influence, mass media, and recorded music would have on the indigenous musics of Haiti, and sought to preserve these musics, not in archival form, but through capturing something of their essence in original compositions. At the same time, he saw his goal as connecting the music of Haiti to the 'transnational' tradition of classical music.
      In this latter sense, Casseus' work has commonalities with Bartok, Villa Lobos, Chavez, and other composers who engaged with national traditions. But in any case, it is a hauntingly beautiful body of work, expressing not only the infectious rhythmic momentum of Haitian indigenous forms, but also the melancholy of the exile Mr Casseus had to endure in order to make his Haitian work a reality.
      The origins of the current project in which guitarist Alberto Mesirca will record and perform newly discovered works by Frantz Casseus reads like fiction. Casseus was progressively incapacitated by a series of strokes in the years before he died. They effected both his speech and mobility. On a number of occasions, he communicated, with great difficulty, something about a notebook he wanted me to get from his apartment. Although me and several others close to Frantz did search, we never found what he was talking about.
      When Frantz died in 1992, he left me, among other things, his collection of vinyl records. 17 years passed before I got my record player repaired, and another few before I felt ready to listen to one of the scratchy Chopin records I remembered Frantz playing while he made coffee. When I opened the box set, I discovered a notebook inside, titled, in Frantz's handwriting,"N99", and filled with previously unrecorded compositions: some sketches, others complete; some studies for later works, others I had never heard. I immediately recognized this as the notebook Frantz had attempted to tell us about before his death.
      Not long after, my friend Gert Jan Blom emailed me that he was producing an extremely talented young classical guitarist who was interested in recording Casseus' material. He referred me to some recordings of Mr. Mesirca's, and I was completely blown away.
      Mr. Mesirca and I worked together on figuring out which sketches were complete enough to be released, which studies were different enough from later versions to merit consideration as new compositions, etc etc. Mr. Mesirca worked tirelessly on the manuscript. By the time the work had been catalogued, we both realized that the pieces in this notebook increased Mr. Casseus' ouvre for solo classical guitar by nearly 100%, adding many stunning new pieces, and shedding light on the development and process of an important but neglected composer. The result is the world premier Mr Mesirca is now presenting, an exciting and unique event in the world of Haitian music and classical guitar.
      Marc Ribot
      La tracklist del CD:

      Anteprima:
       
       
    • Da Cristiano Porqueddu
      Alborada, nuovo CD di Alberto Mesirca distribuito da @dotGuitar
      Si tratta di un album interamente dedicato a compositori italiani di rilievo ed include tre prime incisioni.
      La tracklist include:
      Luca Francesconi: Alborada Carlo Boccadoro: Sonata per Chitarra – 1 – Small Hours (Prima incisione assoluta) Carlo Boccadoro: Sonata per Chitarra – 2 – Leo Claudio Ambrosini: Ciaccona del Giglio (Prima incisione assoluta) Michele Dall’Ongaro: Cane di Pietra Ivan Fedele: Allemanda (Prima incisione assoluta) Fabio Vacchi: Plynn Lorenzo Ferrero: Onde Mario Pagotto: Strepitus Silentii (Prima incisione assoluta - dedicato a A.M.) Paolo Arcà: Aster Angelo Gilardino: Aubade  
    • Da Cristiano Porqueddu
      British Guitar Music, nuovo CD di Alberto Mesirca
      Data di pubblicazione: 15 Agosto 2012
      Etichetta: Paladino Music
      Artisti: Alberto Mesirca, Martin Rummel
      Musiche di: John Dowland, Benjamin Britten, Sir Lennox Berkeley, Robert Fripp, Graham Whettam, Sir Peter Maxwell Davies
      Music in England has always had a specific and definite character, from its very early period. Award-winning guitarist Alberto Mesirca has compiled some of Britain’s finest music to a spectacular album of known and new repertoire. Dowland and Britten are both milestones for any guitarist. Alongside Sir Lennox Berkeley’s relatively newly discovered “Four Pieces” and a transcription of Sir Peter Maxwell Davies’ “Farewell to Stromness”, this disc also contains two world premiere recordings of works by Graham Whettam (1927–2007).
      Tracklist:
      John Dowland
      Preludium
      Benjamin Britten
      Nocturnal after John Dowland op 70
      Sir Lennox Berkeley
      Four Pieces for guitar 
      Moderato ma con brio
      Andante, con moto
      Lento (Mouvement de Sarabande)
      Allegro, energico
      Robert Fripp
      from "Fracture"
      Moto perpetuo
      Graham Whettam
      Serenade for cello and guitar WW 45/5
      Guitar Partita WW 57
      . Preludio
      . Scherzo spiritoso
      . Canto del Bardo
      . Finale fuocoso
      Sir Peter Maxwell Davies (arr. T. Walker)
      "Farewell to Stromness"
       
  • Ultime risposte

    • Le selezioni si sono chiuse il 15 Ottobre. I risultati sono disponibili qui.
    • L'Associazione Musicare ha selezionato gli interpreti che daranno vita alla nuova edizione della Rassegna di Concerti di Giovani Musicisti che si svolgerà a Nuoro nei mesi di Novembre e Dicembre. La Rassegna di Concerti di Giovani Musicisti ha ospitato in otto edizioni decine di giovani e valenti interpreti che si sono resi protagonisti di performance di rilievo con repertori dedicati al XX e al XXI secolo. Gli artisti selezionati quest'anno sono nove: Emanuele Barillaro Tarcisia Bonacina Francesco Emmanuele Antoine Guerrero Gabriele Lissia Francesco Palmieri Ettore Scandolera Giacomo Susani William Vitali L'Associazione Musicare si congratula con i musicisti selezionati e invita a seguire gli aggiornamenti dal sito ufficiale www.associazionemusicare.com
    • Al via la campagna abbonamenti del magazine per chitarra GuitART. Sono a disposizioni diverse forumule: Normal, Light, Remake, Silver, Gold.
      300 pagine di riviste e fascicoli dedicati alla chitarra, 10 ore di audio tra cd e dvd, Valore dei regali pari al costo dell’abbonamento, risparmio per i multi-abbonamento, scegli fra le diverse formule di abbonamento, usufruisci di coupon e sconti periodici. Inoltre, chi si abbona entro il 22 Ottobre 2017 usufruirà del regalo-extra: il cofanetto "Russian Guitar Music of the 20th and 21st centuries" pubblicato nel mese di Maggio da Brilliant Classics. Informazioni e dettagli sugli abbonamenti qui:
      http://www.guitartshop.com/Abbonamenti2018
    • Emilio Pujol - Vida y obra Presentazione: Este documentário foi apresentado por Jaume Rico como um projeto final no Conservatório Superior de Música "Óscar Esplá" em Alicante. Foi produzido em 2008 por Jaume Rico e Amador Pérez, no qual o documentário nos mostra a abordagem do trabalho realizado por Emilio Pujol como intérprete, pedagogo e pesquisador. O documentário nos mostra sua vida através de imagens e entrevistas com pessoas que o conheceram e aprenderam com ele, tais como Carlos Trepat, Albert Ponce e Serge Constantinoff. Está em espanhol, tanto áudio quanto legendas, porém de fácil compreensão. 
    • Data: 30/10/2017 In Novembre 2017 partono i Corsi di Chitarra tenuti da Angelo Marchese per l'anno accdemico 2017/18: - Accademia Chitarristica Internazionale di Partinico con sede presso il Teatro "Lucia Gianì" - Scuola di Musica Saputo di Montelepre Corsi Propedeutici, di Base, Ordinari e di Alto Perfezionamento. In entrambe le accademie si svolgono i corsi di Base e Propedeutici. Presso l'Accademia Chitarristica Internazionale del Teatro Gianì è possibile frequentare anche Corsi Preaccademici in convenzione con il Conservatorio di Palermo, Corsi Superiori e di Perfezionamento.
      Il Corso di Alto Perfezionamento ha durata di quattro anni con esame finale e conseguimento di Diploma Accademico. Per tutti i corsi sono previste 4 lezioni mensili di un'ora ciascuna. Storia, tecnica, analisi, fraseggio, con particolare attenzione alla musica barocca e antica, al repertorio originale dello strumento dell'800, 900 e contemporaneo, da solista, da camera e con orchestra. Programmi individuali, tecnica, studio e approfondimento del repertorio e di tutti i Metodi e Trattati scritti dal '700 sino ad oggi. Gli iscritti ai corsi faranno parte della Orchestra di Chitarre che effettuerà concerti in tutto il territorio sotto la direzione di AM. Biografia di Angelo Marchese
      "Talento da vendere!" - Seicorde (magazine) "Superbo dominio tecnico dello strumento e interprete attento e profondo" - Guitart (magazine) "Uno dei più impavidi campioni della mia musica" - Angelo Gilardino (compositore) "Exceptional young guitarist" - Dusan Bogdanovic (compositore) "Impressionante!" - Gitarre und Laute (magazine) "Grand souplesse du jeu du guitarriste italien" - Clic Musique! (magazine) "Excellent performance!" - Gramophone (magazine) Siciliano, Angelo Marchese è considerato uno dei più interessanti chitarristi nel panorama musicale Italiano della nuova generazione. Si è formato con Luigi Biscaldi e Angelo Gilardino sotto la cui guida si è diplomato presso il Conservatorio Statale di Musica "Antonio Scontrino" di Trapani con il massimo dei voti e la lode e all'Accademia Internazionale Musicale "Lorenzo Perosi" di Biella con il giudizio di "Eccellente con Menzione Speciale". Vincitore di numerosi premi nazionali e internazionali - tra cui il primo premio assoluto al Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale "Johannes Brahms", svolge un'intensa e regolare attività concertistica da solista, con orchestra e in varie formazioni da camera - in prestigiose sale da concerto e teatri di tutta Europa e Stati Uniti. È dedicatario di numerose composizioni per e con chitarra, scritte da compositori di tutto il mondo. Ha pubblicato cinque releases discografiche con importanti etichette internazionali: il suo nuovo CD da solista "Barbieri - Complete Guitar Music", presentato all'Italian Guitar Camp del Falaut Campus presso l'Università di Salerno con la Premiere della "Fantasia da Concerto" per chitarra e orchestra d'archi e presso il XXII Convegno Internazionale "Michele Pittaluga" di Alessandria con l'esecuzione della Premiere delle "Tre Miniature Napoletane" per chitarra e orchestra, uscirà nel 2018 per la major olandese Brilliant Classics. Viene invitato regolarmente a tenere Masterclass e a far parte di giurie per concorsi nazionali e internazionali.
      Elogiato unanimamente dalla critica, suona una copia della Hermann Hauser di Andrés Segovia costruita dal liutaio Giuseppe Guagliardo nel 2008. Abilitato all'insegnamento con una tesi riguardo i Metodi per Chitarra scritti dal '700 sino ad oggi, è titolare di cattedra nella scuola statale secondaria ad indirizzo musicale. E' docente presso diverse accademie della provincia di Palermo. Maggiori informazioni: https://www.facebook.com/angelomarcheseguitar/
      Leggi la scheda di questo/a evento
×

Informazione importante

By using this site, you agree to our Terms of Use.