Vai al contenuto
Novità
Cristiano Porqueddu

L'articolo di Duilio Meucci su SuonareNews

Recommended Posts

In qualità di vecchio abbonato alla rivista SuonareNews, mi prendo la libertà di rispondere all'articolo del collega Duilio Meucci che, dal numero in edicola, ha uno spazio in una rubrica.

Caro Duilio,

trovo che l'articolo che hai scritto su SuonareNews (rivista a cui sono abbonato da molti anni) sia un esempio di giornalismo-da-like come pochi altri.

Se non intendo soffermarmi sull'elogio della generalizzazione (sei tu che hai lo spazio per scrivere e hai deciso di usarlo così) per contro non posso esimermi dal sottolineare che frasi come "Tutti vogliono il posto in conservatorio.", nel 2017, in una rivista che parla di musica, non solo rischia di far assumere allo scritto un sapore ed un odore di festa da osteria ma è l'esatto opposto di una innumerevole serie di punti di vista di cui probabilmente avresti dovuto, se non conoscere, quantomeno sospettarne l'esistenza.
Il tunnel a senso unico della carriera di un musicista che descrivi, dove l'apoteosi sembra invariabilmente un posto fisso in una scuola, è un dipinto demoralizzante e ovviamente che non ha niente a che vedere con la realtà. 
O meglio, non ha niente a che vedere con il "Tutti".
Ricorda molto i concetti socialmente imposti di famiglia, lavoro e (tieniti) normalità: tutti vogliono sposarsi e procreare, tutti vogliono il lavoro in banca e tutti vogliono essere accettati.

Non starò qui a compilare liste di persone che hanno a che fare con la musica e che dipingono, scrivono, compongono, costruiscono strumenti e molto altro e che dal Conservatorio o dall'insegnamento fuggono appena gli è possibile. 
Ce ne sono tante che non usano Facebook o lo usano per condividere le foto delle vacanze e tante altre ancora che non sanno che cosa siano le visualizzazioni di YouTube. C'è chi non intende prendere parte al circo degli scambi di concerti e chi vede la docenza in una istituzione statale, oggi, come il decesso della propria attività artistica.

Tutti non vogliono il "posto" in Conservatorio. Solo alcuni, lo vogliono.

Penso invece che tutti abbiamo in mente obiettivi da raggiungere prima che il tempo a disposizione scada e che occorra dedizione e passione senza alcun limite per poter sognare di raggiungerli. 

Ti saluto.

Cristiano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti al Forum per poter lasciare un commento o partecipare alla discussione.

Crea un account

Iscriviti con pochi clic al Forum.

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×

Informazione importante

Usando il Forum dichiari di essere d'accordo con i nostri Terms of Use.