Vai al contenuto
Novità
Cabulous

Preludio Cello Suite BWV 1007

Recommended Posts

Guest Neuland

 

 

maaa... chi ha fatto la trascrizione? credo che non pochi dei bassi aggiunti sono, come dire, audaci, se non semplicemente sbagliati armonicamente... meglio se suonassi - come i colleghi in parte hanno già fatto capire - il testo originale (sempre in Re, ma senza bassi aggiunti). Tutte le trascrizioni che ho suonato io dei brani per vc e vl solo di Bach ho suonato senza aggiungere niente (salvo la ciaccona, dove ho radoppiato 3 volte il re basso con la sesta corda). Non ha bisogno niente in più la musica di JSB, specialmente bassi e voci interne un po goffi; usa piuttosto le possibilità maggiori di polifonia che la chitarra offre rispetto al vc.

Un'altra intepretazione da grande violoncellista, forse meno arcinoto rispetto a Maestro Rostropovich, ma ugualmente eccellente.

 

Se devo essere sincero, non mi piace molto questa versione... Trovo che il brano in questione, suonato col violoncello, debba essere decisamente più incalzante e turbolento, come è stato interpretato da Rostropovich.

 

Un'atmosfera più dolce e tranquilla invece la trovo adatta alla chitarra, la quale non può, a mio avviso, esprimere la stessa agitazione che vediamo sul violoncello.

 

Certo, "de gustibus...", e tu hai tutto il diritto di preferire una versione piuttosto che un'altra.

 

Stavamo parlando, però, di essere curiosi: Non ti incuriosisce il fatto che lo stesso identico brano duri da un maestro 2 minuti, dall'altro 3 e passa? Che uno lo suoni (come i proverbiali giapponesi) da metronomo, l'altro in tempo molto più libero? Chiediti del perchè di un'interpretazione lontana dal tuo punto di vista ed imparerai molto di più che non nella sola ricerca di conferme di ciò che pensi tu.

 

Certo, sei ancora molto fresco nel mestiere, e subito ti trovi lansciato tra l'interpretatzione tardo-romantica di Rostropovich e quella più moderna, storicamente informata secondo la prassi esecutiva, di Bylsma... Ma il bello sta proprio qui.

 

Benvenuto e in boca al lupo ;),

 

Neuland

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anzi, il problema è esattamente l'opposto. Tengo qua sulla scrivania una lista di tutti i brani e compositori che ho ascoltato e che un giorno suonerò (ancora è troppo presto), e diventa sempre più lunga.

 

Questo è tutt'altro che un problema.

Leggi il più possibile, dunque attiva i filtri anche grazie al supporto di un valido docente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Nicola Mazzon

Non mi piace il Bach di Rostropovich, è un pò troppo alla "russa"...

Le due esecuzioni si differenziano per un semplice motivo, gli strumenti ad arco hanno la disposizione delle corde a semicerchio quindi un accordo suonerà sempre ed inevitabilmente almeno in due momenti o in un arpeggio, c'è da tener conto che l'attacco del suono è l'esatto opposto della chitarra quindi a seconda della velocità cambia inevitabilmente anche la resa consecutiva.

La scelta di Rostropovich sembra più nervosa perchè con l'aumento della velocità (nel violoncello si sente di più che in un violino a causa della messa in vibrazione della corda molto più lenta) aumenta la pesantezza del suono, saggiamente Bylsma ha evitato questo riducendo la velocità e così ha potuto curare il suono, che a parer mio è migliore anche se con i fraseggi sono un pò "tira e molla".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Certo, "de gustibus...", e tu hai tutto il diritto di preferire una versione piuttosto che un'altra.

 

Stavamo parlando, però, di essere curiosi: Non ti incuriosisce il fatto che lo stesso identico brano duri da un maestro 2 minuti, dall'altro 3 e passa? Che uno lo suoni (come i proverbiali giapponesi) da metronomo, l'altro in tempo molto più libero?Chiediti del perchè di un'interpretazione lontana dal tuo punto di vista ed imparerai molto di più che non nella sola ricerca di conferme di ciò che pensi tu.

 

Certo, sei ancora molto fresco nel mestiere, e subito ti trovi lansciato tra l'interpretatzione tardo-romantica di Rostropovich e quella più moderna, storicamente informata secondo la prassi esecutiva, di Bylsma... Ma il bello sta proprio qui.

 

Benvenuto e in boca al lupo ;),

 

Neuland

 

Hai perfettamente ragione.

Soprattutto la frase in grassetto è una perla di saggezza, perchè capita spesso di commettere l'errore di sentire solo quello che si vuole sentire alla ricerca di conferme (credo sia un difetto insito del genere umano tutto sommato) :)

 

 

 

Questo è tutt'altro che un problema.

Leggi il più possibile, dunque attiva i filtri anche grazie al supporto di un valido docente.

 

Mi sono espresso male. In effetti il problema era quando provavo a suonare dopo 1 mese che avevo la chitarra cose come Recuerdos de la Alhambra, e il tutto ovviamente non portava ad un bel nulla

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ad ogni modo, il nuovo brano assegnato è uno studio di Tarrega, per la precisione il numero 10 (estudio de velocidad).

 

Settimana prossima, FORSE, Villa Lobos (sarebbe fantastico, non vedo l'ora)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Eros

ciao, siccome sto studiando lo stesso pezzo mi aggiungo al topic.

Certo l'esecuzione di rostropovich è un ottimo punto di riferimento per inquadrare il pezzo.

Poiché però tra il violoncello e la chitarra vi sono troppe differenze, ti consiglio questo video di Manuel Barrueco ( di cui  ha inciso l'intera suite.)

Non solo. E' in commercio la sua trascrizione, che sto appunto studiando e devo dire che la trovo magnifica. E' abbordabile con  grande resa sonora ed espressiva, insomma se il pezzo ti appassiona non posso che consigliartela, è edita dalla Tonar Music.

 

Il video è tratto da un intervista... quindi è d'obbligo acquistare il cd.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti al Forum per poter lasciare un commento o partecipare alla discussione.

Crea un account

Iscriviti con pochi clic al Forum.

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×

Informazione importante

Usando il Forum dichiari di essere d'accordo con i nostri Terms of Use.