Vai al contenuto

Cristiano Porqueddu

Manuale di Storia della Chitarra Vol.2 - Gianni Nuti

Recommended Posts

Dall'indice già si evincono diverse dimenticanze.

Ernesto Cordero, Francesco Margola, Carlo Carfagna, Mario Gangi, Roland Dyens, Antonio Lauro tanto per citarne alcuni.

Aspetto il volume magari due righe sono state dedicate.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Guest NicolaPignatiello
Dall'indice già si evincono diverse dimenticanze.

Ernesto Cordero, Francesco Margola, Carlo Carfagna, Mario Gangi, Roland Dyens, Antonio Lauro tanto per citarne alcuni.

Aspetto il volume magari due righe sono state dedicate.

Dimenticanze? Credo invece che questo volume metta fuoco il meglio del repertorio chitarristico, tralasciando musica di cui i volumi di storia non sentono la mancanza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Dall'indice già si evincono diverse dimenticanze.

Ernesto Cordero, Francesco Margola, Carlo Carfagna, Mario Gangi, Roland Dyens, Antonio Lauro tanto per citarne alcuni.

Aspetto il volume magari due righe sono state dedicate.

Dimenticanze? Credo invece che questo volume metta fuoco il meglio del repertorio chitarristico, tralasciando musica di cui i volumi di storia non sentono la mancanza.

 

Sento aria di sterile polemica.

Rispetto la sua opinione ma non la condivido.

Non penso di aggiungere altro.

 

a presto

domenico

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest gasgas
Dall'indice già si evincono diverse dimenticanze.

Ernesto Cordero, Francesco Margola, Carlo Carfagna, Mario Gangi, Roland Dyens, Antonio Lauro tanto per citarne alcuni.

Aspetto il volume magari due righe sono state dedicate.

Dimenticanze? Credo invece che questo volume metta fuoco il meglio del repertorio chitarristico, tralasciando musica di cui i volumi di storia non sentono la mancanza.

 

Obiettivo intervento da raffinato intenditore (ma quali "volumi di storia"?). Ci ritiriamo a meditare!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest NicolaPignatiello
(ma quali "volumi di storia"?)

Di storia della Musica.

A buon intenditor, poche parole.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Dall'indice già si evincono diverse dimenticanze.

Ernesto Cordero, Francesco Margola, Carlo Carfagna, Mario Gangi, Roland Dyens, Antonio Lauro tanto per citarne alcuni.

Aspetto il volume magari due righe sono state dedicate.

 

Concordo perfettamente col M° Scaminante.

Mi sembra un libro un po' troppo sbilanciato e parziale, come si può notare da una lettura dell'indice, che il M° Porqueddu ci ha messo gentilmente a disposizione.

Gangi è stato estromesso a bella insieme a Carfagna (o forse relegati nel XIII capitolo). A Gilardino sono state dedicate ben 14 pagine: forse che si tratta di un'altra agiografia, che accompagna quella apparsa su GuitArt?

Respighi non meritava un capitolo a se', e magari sarebbe stato meglio farne un accenno in un capitolo 'compilativo' come il XIII, magari insieme alla De Rogatis e Company. E' autore di quelle Variazioni per chitarra che lasciano, a mio modesto parere, il tempo che trovano.

Più che un Manuale di Storia della Chitarra del '900, mi sembra una versione 'chiacchierata' di una parte del catalogo della nota casa editrice marchigiana.

Forse l'autore, il prof. Gianni Nuti già noto per una monografia dal titolo 'Gli Studi di Virtuosità e di Trascendenza di Angelo Gilardino' e di cui sarebbe gradito un intervento allo scopo di chiarire le sue scelte, si è fatto un po' prendere la mano e ha trlasciato una parte del '900 chitarristico.

Sinceramente è un manuale che non mi interessa. Molto meglio il secondo volume che acquistai durante i miei studi per il diploma quasi 15 anni fa, scritto da Gilardino, il quale all'epoca non poteva autoincensarsi per ovvi motivi.

Non so perchè, ma il manuale odora fortemente di conflitto di interessi...

 

Cordialmente

 

Gigi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest gasgas
(ma quali "volumi di storia"?)

Di storia della Musica.

A buon intenditor, poche parole.

 

Grazie, per Giove! Non mi sarebbe mai venuto in mente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest gasgas

Ha scritto Gigi: Non so perchè, ma il manuale odora fortemente di conflitto di interessi.

 

Già...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
da comprare immediatamente!

 

A rate!! 60 euro non sono pochi... :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Dall'indice già si evincono diverse dimenticanze.

Ernesto Cordero, Francesco Margola, Carlo Carfagna, Mario Gangi, Roland Dyens, Antonio Lauro tanto per citarne alcuni.

Aspetto il volume magari due righe sono state dedicate.

 

Concordo perfettamente col M° Scaminante.

Mi sembra un libro un po' troppo sbilanciato e parziale, come si può notare da una lettura dell'indice, che il M° Porqueddu ci ha messo gentilmente a disposizione.

Gangi è stato estromesso a bella insieme a Carfagna (o forse relegati nel XIII capitolo). A Gilardino sono state dedicate ben 14 pagine: forse che si tratta di un'altra agiografia, che accompagna quella apparsa su GuitArt?

Respighi non meritava un capitolo a se', e magari sarebbe stato meglio farne un accenno in un capitolo 'compilativo' come il XIII, magari insieme alla De Rogatis e Company. E' autore di quelle Variazioni per chitarra che lasciano, a mio modesto parere, il tempo che trovano.

Più che un Manuale di Storia della Chitarra del '900, mi sembra una versione 'chiacchierata' di una parte del catalogo della nota casa editrice marchigiana.

Forse l'autore, il prof. Gianni Nuti già noto per una monografia dal titolo 'Gli Studi di Virtuosità e di Trascendenza di Angelo Gilardino' e di cui sarebbe gradito un intervento allo scopo di chiarire le sue scelte, si è fatto un po' prendere la mano e ha trlasciato una parte del '900 chitarristico.

Sinceramente è un manuale che non mi interessa. Molto meglio il secondo volume che acquistai durante i miei studi per il diploma quasi 15 anni fa, scritto da Gilardino, il quale all'epoca non poteva autoincensarsi per ovvi motivi.

Non so perchè, ma il manuale odora fortemente di conflitto di interessi...

 

Cordialmente

 

Gigi

 

Caro Gigi, si verifica un conflitto di interessi quando un potere pubblico - politico, amministrativo, giudiziario, etc. - viene adoperato a fini di vantaggio personale da parte di chi lo detiene e lo esercita. Un ministro non può proporre e sostenere una legge i cui benefici ricadono sulle aziende delle quali egli è proprietario. Un sindaco non può far approvare un piano regolatore dal quale deriva un apprezzamento dei terreni che appartengono alla sua famiglia. Gli editori non sono dei ministri, dei giudici, dei sindaci, degli assessori, etc. Sono degli imprenditori, e investono il loro denaro dove ritengono, a ragione o a torto, che ne valga la pena. Se gli editori di musica "puntano" su un autore piuttosto che su altri, si accollano il rischio d'impresa - quello derivante dal fatto che l'autore in questione posa non essere abbastanza valido - ma non vanno in conflitto con nessun interesse, perché non hanno altra veste che la loro.

 

Nell'eccepire dall'impostazione di un libro che non ha letto, Lei menziona il mio nome ben tre volte: segno che Le dà fastidio il fatto che l'autore e l'editore di un libro di storia della chitarra e l'editore di Guitart si occupino così favorevolmente del mio lavoro. Il fatto che, nel volume di storia di cui sono stato autore molti anni fa, io abbia evitato di parlare di me stesso e del mio lavoro, Lei lo ascrive a una costrizione ("non poteva autoincensarsi"), e non, per esempio, alla pura e semplice decenza, a una regola di stile: ergo, se qualcuno scrive apprezzando il mio lavoro, è un agiografo (magari recidivo, e bollato con la gentile epigrafe "già noto": poteva aggiungere: alle forze dell'ordine); se invece io osservo una regola di deontologia professionale e mi comporto correttamente, lo faccio solo perché "non posso" fare diversamente.

 

Ebbene, carissimo Gigi, se tanto La indispone la squilibrata agiografia in atto a mio vantaggio, sarà bene che trovi in sé la forza della rassegnazione: non ci può fare proprio nulla. Come dice un bel proverbio dei saggi del deserto: i cani abbaiano, la carovana passa.

 

dralig

 

Ai correttori degli squilibri storiografici: Margola si chiamava Franco, non Francesco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti al Forum per poter lasciare un commento o partecipare alla discussione.

Crea un account

Iscriviti con pochi clic al Forum.

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


  • Ultime risposte

    • Le selezioni si sono chiuse il 15 Ottobre. I risultati sono disponibili qui.
    • L'Associazione Musicare ha selezionato gli interpreti che daranno vita alla nuova edizione della Rassegna di Concerti di Giovani Musicisti che si svolgerà a Nuoro nei mesi di Novembre e Dicembre. La Rassegna di Concerti di Giovani Musicisti ha ospitato in otto edizioni decine di giovani e valenti interpreti che si sono resi protagonisti di performance di rilievo con repertori dedicati al XX e al XXI secolo. Gli artisti selezionati quest'anno sono nove: Emanuele Barillaro Tarcisia Bonacina Francesco Emmanuele Antoine Guerrero Gabriele Lissia Francesco Palmieri Ettore Scandolera Giacomo Susani William Vitali L'Associazione Musicare si congratula con i musicisti selezionati e invita a seguire gli aggiornamenti dal sito ufficiale www.associazionemusicare.com
    • Al via la campagna abbonamenti del magazine per chitarra GuitART. Sono a disposizioni diverse forumule: Normal, Light, Remake, Silver, Gold.
      300 pagine di riviste e fascicoli dedicati alla chitarra, 10 ore di audio tra cd e dvd, Valore dei regali pari al costo dell’abbonamento, risparmio per i multi-abbonamento, scegli fra le diverse formule di abbonamento, usufruisci di coupon e sconti periodici. Inoltre, chi si abbona entro il 22 Ottobre 2017 usufruirà del regalo-extra: il cofanetto "Russian Guitar Music of the 20th and 21st centuries" pubblicato nel mese di Maggio da Brilliant Classics. Informazioni e dettagli sugli abbonamenti qui:
      http://www.guitartshop.com/Abbonamenti2018
    • Emilio Pujol - Vida y obra Presentazione: Este documentário foi apresentado por Jaume Rico como um projeto final no Conservatório Superior de Música "Óscar Esplá" em Alicante. Foi produzido em 2008 por Jaume Rico e Amador Pérez, no qual o documentário nos mostra a abordagem do trabalho realizado por Emilio Pujol como intérprete, pedagogo e pesquisador. O documentário nos mostra sua vida através de imagens e entrevistas com pessoas que o conheceram e aprenderam com ele, tais como Carlos Trepat, Albert Ponce e Serge Constantinoff. Está em espanhol, tanto áudio quanto legendas, porém de fácil compreensão. 
    • Data: 30/10/2017 In Novembre 2017 partono i Corsi di Chitarra tenuti da Angelo Marchese per l'anno accdemico 2017/18: - Accademia Chitarristica Internazionale di Partinico con sede presso il Teatro "Lucia Gianì" - Scuola di Musica Saputo di Montelepre Corsi Propedeutici, di Base, Ordinari e di Alto Perfezionamento. In entrambe le accademie si svolgono i corsi di Base e Propedeutici. Presso l'Accademia Chitarristica Internazionale del Teatro Gianì è possibile frequentare anche Corsi Preaccademici in convenzione con il Conservatorio di Palermo, Corsi Superiori e di Perfezionamento.
      Il Corso di Alto Perfezionamento ha durata di quattro anni con esame finale e conseguimento di Diploma Accademico. Per tutti i corsi sono previste 4 lezioni mensili di un'ora ciascuna. Storia, tecnica, analisi, fraseggio, con particolare attenzione alla musica barocca e antica, al repertorio originale dello strumento dell'800, 900 e contemporaneo, da solista, da camera e con orchestra. Programmi individuali, tecnica, studio e approfondimento del repertorio e di tutti i Metodi e Trattati scritti dal '700 sino ad oggi. Gli iscritti ai corsi faranno parte della Orchestra di Chitarre che effettuerà concerti in tutto il territorio sotto la direzione di AM. Biografia di Angelo Marchese
      "Talento da vendere!" - Seicorde (magazine) "Superbo dominio tecnico dello strumento e interprete attento e profondo" - Guitart (magazine) "Uno dei più impavidi campioni della mia musica" - Angelo Gilardino (compositore) "Exceptional young guitarist" - Dusan Bogdanovic (compositore) "Impressionante!" - Gitarre und Laute (magazine) "Grand souplesse du jeu du guitarriste italien" - Clic Musique! (magazine) "Excellent performance!" - Gramophone (magazine) Siciliano, Angelo Marchese è considerato uno dei più interessanti chitarristi nel panorama musicale Italiano della nuova generazione. Si è formato con Luigi Biscaldi e Angelo Gilardino sotto la cui guida si è diplomato presso il Conservatorio Statale di Musica "Antonio Scontrino" di Trapani con il massimo dei voti e la lode e all'Accademia Internazionale Musicale "Lorenzo Perosi" di Biella con il giudizio di "Eccellente con Menzione Speciale". Vincitore di numerosi premi nazionali e internazionali - tra cui il primo premio assoluto al Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale "Johannes Brahms", svolge un'intensa e regolare attività concertistica da solista, con orchestra e in varie formazioni da camera - in prestigiose sale da concerto e teatri di tutta Europa e Stati Uniti. È dedicatario di numerose composizioni per e con chitarra, scritte da compositori di tutto il mondo. Ha pubblicato cinque releases discografiche con importanti etichette internazionali: il suo nuovo CD da solista "Barbieri - Complete Guitar Music", presentato all'Italian Guitar Camp del Falaut Campus presso l'Università di Salerno con la Premiere della "Fantasia da Concerto" per chitarra e orchestra d'archi e presso il XXII Convegno Internazionale "Michele Pittaluga" di Alessandria con l'esecuzione della Premiere delle "Tre Miniature Napoletane" per chitarra e orchestra, uscirà nel 2018 per la major olandese Brilliant Classics. Viene invitato regolarmente a tenere Masterclass e a far parte di giurie per concorsi nazionali e internazionali.
      Elogiato unanimamente dalla critica, suona una copia della Hermann Hauser di Andrés Segovia costruita dal liutaio Giuseppe Guagliardo nel 2008. Abilitato all'insegnamento con una tesi riguardo i Metodi per Chitarra scritti dal '700 sino ad oggi, è titolare di cattedra nella scuola statale secondaria ad indirizzo musicale. E' docente presso diverse accademie della provincia di Palermo. Maggiori informazioni: https://www.facebook.com/angelomarcheseguitar/
      Leggi la scheda di questo/a evento
×

Informazione importante

By using this site, you agree to our Terms of Use.