Vai al contenuto
Novità
Angelo Gilardino

La chitarra, per chi non la suona

Recommended Posts

Fantastico. Quando verrà tradotto in inglese/tedesco???

 

Ci sono anche segni di speranza, talvolta: un 18 anni fa in Germania un mio collega è stato chiesto di fare il solista "nel concerto per chitarra e orchestra". Niente specificazioni, di che concerto si trattasse. Lui propose poi la "Fantasia para un gentilhombre" e il direttore dell'orchestra (di prima categoria al livello di stipendio, anche se non ai vertici delle grandi orchestre tedesche) cadde dalle nuvole a sapere che ce ne fosse un secondo concerto.

 

Due settimane fa, invece, in Svizzera, suonacchiai l'incipit della chitarra dal primo concerto di Giuliani e, attraverso la porta socchiusa, entrai un mio collega violinista: "Che bello il concerto di Giuliani. Che ne dici della versione per quartetto d'archi e chitarra?".

 

Esperienza personale, ovviamente, ma qualcosa potrebbe cambiare, voglio sperare, prima che la musica classica arrivi al punto di non essere più interessante al livello economico e di conseguenza sparendo del tutto, trascinando con se anche la chitarra classica.

 

Neuland

 

Ciao Neuland, quando un autore scrive un libro, spera ovviamente che venga tradotto in tutte le lingue. Dipende da tanti fattori...Per il momento, io sono soddisfatto di essere riuscito a forgiare un testo di (presumibile) utilità musicale avendo in mente, quale lettore ideale, non un allievo di chitarra del conservatorio, o un concertista di chitarra, o il frequentatore di un forum di chitarra - categorie per le quali ho fin qui scritto -, ma il maestro concertatore e direttore d'orchestra, il cantante di lieder, il pianista ripassatore di spartiti, il bibliotecario municipale, il professore di tedesco, l'avvocato, la maestra d'asilo, l'impiegato e l'operaio che, tornando dal lavoro, riescono a trovare, nella loro intimità domestica, un'alternativa allo sciamano digitale terrestre. Scrivendo, ho pensato a "I giusti" di Borges, immaginando che, alle figure evocate dal grande poeta come quelle di coloro che salvano il mondo, se ne potesse aggiungere un'altra: un uomo che si dimentica del suo lavoro di oggi e non pensa ancora a quello di domani e che, nella sua dimenticanza dell'oggi e del domani, ascolta un Preludio di Villa-Lobos o la Mazurka di Ponce.

 

dralig

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Si faccia gli affari Suoi, che ai miei - compresi i titoli dei miei libri - ci penso io.

 

dralig

 

gli amministratori mi hanno redarguito per meno... non capisco perchè questo forum continua ad essere usato per scaramucce tra il Maestro Gilardino e il signor Fabbri!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

vorrei inoltre aggiungere i miei più sinceri complimenti al Maestro Gilardino per questo stupendo libro!!! :) in bocca al lupo per tutto e grazie!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Si faccia gli affari Suoi, che ai miei - compresi i titoli dei miei libri - ci penso io.

 

dralig

 

gli amministratori mi hanno redarguito per meno... non capisco perchè questo forum continua ad essere usato per scaramucce tra il Maestro Gilardino e il signor Fabbri!

 

Evidentemente, nel caso del maestro Gilardino, perché le sue risposte al signor Fabbri sono una parte minima del suo lavoro a favore di questo forum, nel quale ha scritto e scrive ben altro che il messaggio da Lei citato.

 

dralig

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Evidentemente, nel caso del maestro Gilardino, perché le sue risposte al signor Fabbri sono una parte minima del suo lavoro a favore di questo forum, nel quale ha scritto e scrive ben altro che il messaggio da Lei citato.

 

allora non capisco... anzi mi sforzo di non capire e far finta di nulla.

sono solo contento per il bel lavoro che farà lei con il suo libro.:)

continuate anche a litigare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
[...] un uomo che si dimentica del suo lavoro di oggi e non pensa ancora a quello di domani e che, nella sua dimenticanza dell'oggi e del domani, ascolta un Preludio di Villa-Lobos o la Mazurka di Ponce.

 

dralig

 

Sempre più rari sono coloro che non si facciano assorbire nel turbine frenetico in cui sono professionalmente ingabbiati. Costoro sono, a mio avviso, l'unica speranza rimasta per una rinascita culturale di questa civiltà sciatta e scialba, in cui ben prima del digitale terrestre, ma ancora più violentemente con l'avvento di quest'ultimo, il tedio intelelettuale ha invaso ed occupato le case della gente. La speranza, per ciò che nel mio piccolo posso constatare, sta nella determinazione di questi preziosi individui: seppure siano in numero percentualmente non elevato, la loro determinazione, o le loro passioni, sono spesso forti ed autentiche, ed incontrarli è tanto un piacere quanto un'inestimabile fonte di arricchimento umano.

La scelta editoriale, in questo caso, mi sembra audace: lodo l'intraprendenza dell'editore per aver promosso il progetto, e ringrazio il Maestro Gilardino per aver portato a termine questo compito, che immagino non semplice, segnando la reale possibilità di un solido ponte di collegamento tra la "chitarra classica" ed il "resto del mondo".

 

ermanno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Sempre più rari sono coloro che non si facciano assorbire nel turbine frenetico in cui sono professionalmente ingabbiati. Costoro sono, a mio avviso, l'unica speranza rimasta per una rinascita culturale di questa civiltà sciatta e scialba

ermanno

 

Nel leggere la recente serie di interventi "professionali" apparsi sul forum non vedo come non essere d'accordo con te.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

.....segnando la reale possibilità di un solido ponte di collegamento tra la "chitarra classica" ed il "resto del mondo"

 

ermanno

 

Ecco : questo è quello che volevo sentir dire !

Ve lo dice uno che di mestiere fa l'impiegato....

 

Grazie al M.Gilardino e grazie anche a te, Ermanno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
[...] grazie anche a te, Ermanno

 

A me???? Per cosa, di grazia? Non ho fatto nulla, né ho avuto parte nella stesura del libro (tanto meno ce ne sarebbe stato bisogno)... Ho solo espresso il mio parere, tale e quale è nel mio pensiero.

 

Cordialità

 

ermanno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Vabbè, scusami, ma la tua frase esprimeva in modo talmente azzeccato

quella che a me è parsa l'intenzione del testo, che mi sono "entusiasmato".....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti al Forum per poter lasciare un commento o partecipare alla discussione.

Crea un account

Iscriviti con pochi clic al Forum.

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×

Informazione importante

Usando il Forum dichiari di essere d'accordo con i nostri Terms of Use.