Jump to content

cla

Membri
  • Content Count

    139
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Newbie

About cla

  • Rank
    Novizio
  1. Gent. Sig. Gilardino, l'utente che ha scritto la frase "Nota che tra l'altro, se non ricordo male, lo stesso Gilardino nella sua recente pubblicazione ha ritenuto opportuno soffermarsi unicamente sulla Grande Sonata." sono io. L'ho scritta all'interno di una serena chiaccherata in un altro forum. Sono un amateur, sposato, con figli, che cerca di portare avanti la propria passione nonostante il lavoro. Cerco di partecipare attivamente ai forum per imparare e per divertirmi un poco con tutto quello che ruota intorno a detta passione. Ho scritto più volte anche su questo forum e la mia condizione di amateur era stata anche benevolmente commentata. Ma forse farei meglio a dedicarmi ad altro. A guardare il grande fratello, piuttosto che pensare alla grande sonata. Forse farei meglio a non acquistare cd, partiture e libri, ma scarpe o playstation. E' quello il mondo che mi appartiene. Senza dubbio. Non ho un cane e non ho mai scritto ad una rivista o ad un direttore artistico. Tanto per chiarire. Sono sinceramente molto dispiaciuto nel vedermi oggetto di un simile attacco. Quando proprio al'inizio della frase ho messo le mani avanti dicendo di non esser sicuro di ricordare correttamente, volevo semplicemente lasciare la porta aperta ad un mio possibile errore. Mi aspettavo di essere eventualmente corretto, ma non aggredito in questo modo, non indicato come il Male, il chitarrume. Io che alla chitarra ed alla musica dedico diverse centinaia di euro l'anno, tra lezioni, musica stampata, cd e concerti. E perché no, uno strumento di qualche migliaia di euro. Tutti soldi sottratti, non senza fatica, alla mia famiglia, ricavati da un budget famigliare non certo ricco. Forse farei meglio a investirli altrove, visto che non faccio altro che danneggiare quel mondo che riesco solo a spiare di nascosto, da lontano. La sua pubblicazione io l'ho prontamente acquistata, come altre. E l'ho letta. Ora sono sul posto di lavoro (rischiando persino un richiamo per dedicare del tempo ad una gioia che rende la mia giornata meno alienante) pertanto non posso verificare, ma mi pare di ricordare che a Paganini lei abbia dedicato circa due pagine e mezza: una sulla vita e su note generiche, una all'analisi della Grande Sonata e circa mezza, in conclusione, per citare il resto delle composizioni. Io ho conseguentemente inteso che l'unico lavoro degno di un attenta analisi è la Grande Sonata, mentre il resto sono composizioni degne sì di essere citate, ma prive della consistenza della Grande Sonata. E questo intendevo scrivere nel mio post sull'altro forum. Mi raccomando: se sbaglio, non stia a correggermi. Tanto sono chitarrume, non meriterei neppure la sua attenzione. Tutt'al più, se lo riterrà opportuno, mi citi pure quando vuole come esempio negativo, come "chitarrume", come ciò che fa male allo strumento ed alla musica. Sarò servito a qualcosa. Non importa. Non più, almeno. Magari non ci crederà, ma sono davvero triste. Mi sento escluso, rigettato, frustrato. Penso molto alla musica ed alla chitarra in particolare. Forse troppo. Forse non dovrei togliere tempo e risorse alla mia famiglia per questo. Forse non ne vale la pena. E poi, che mondo è? E' più frustrato che felice, più teso che gioioso, pronto alla polemica, all'attacco, all'aggressione, pronto a vedere il Male ovunque. Ma forse sono ancora una volta in errore. Forse io sono davvero il male. Non me ne sono mai accorto, ma forse sono realmente qualcosa di deleterio e negativo per lo strumento che credevo di amare. Non fa evidentemente per me, ne lui ne il mondo che lo circonda. Perché sono un ciarlatano, sono "chitarrume", sono uno che porta fuori il cane e poi infanga il lavoro altrui. Sono tutto questo e non me ne ero mai accorto. Che stupido. Cordiali saluti.
  2. Da profano amateur mi domando: ma quando cominceranno a fiorire anche in Italia grandi scuole di musica private, in stile Juliard o similari? Mi sembra che l'unico motivo, oggi, per conseguire un titolo in Conservatorio sia la sua validità burocratica, per non precludersi la possibilità di un lavoro nel pubblico. Sbaglio? Saluti
  3. cla

    tensione corde

    L'unica cosa da guardare, secondo me, è il suono. Utilizza quelle che ti permettono di avere un suono "migliore", che sembrano esaltare le caratteristiche del tuo strumento. Poi adattatici.
  4. E' amplificato? Mi pareva di ricordare che Catemario suonasse il repertorio per chitarra e orchestra senza amplificazione.
  5. E' nata prima la rosetta o prima la camicia?
  6. C'è un cd di Renato Samuelli con una selezione dall'op. 210, più altro. Se non vado errato uscì con Il Fronimo, qualche anno fa. Lo trovi su stradivarius.it : http://www.stradivarius.it/scheda.php?ID=801347794073301 Ciao
  7. [quote name="draligCredo che' date=' in questo caso, raggiungere un elevato grado di concentrazione non sia possibile, e nemmeno importante. Quella che Lei descrive è la situazione di un amateur che ritaglia un'ora della sua laboriosissima giornata da dedicare alla musica - fatto in sé straordinariamente bello e pieno di valore - mentre si trova in seno alla sua famiglia (con i bimbi che giocano, ovviamente, e meno male!). A che diavolo Le serve concentrarsi? Non è già un uomo felice? dralig[/quote] Sono già un uomo felice, è vero. Dovrei ricordarmene più spesso. Per quanto il mio Bach sia esitante, per quanto il mio Bennett stenti, quello che ho è già tanto. Porterò questo commento sempre con me. Grazie
  8. Più che il primo esercizio, mi sembra il fulcro del problema. Io lavoro, ho due figli e mi ritrovo a studiare la sera, chiuso in camera. Per quanto io mi sforzi, durante l'ora che riesco a dedicare allo strumento, non riesco a non essere subissato da pensieri differenti: qualcosa capitata in ufficio, cose da fare l'indomani, oppure i bambini che fanno un capriccio in sala, o il grande che vuole venire a giocare sotto il leggio ed altro. Un'ora non è molta, anzi, ma se poi è pure condita da distrazioni diventa quasi nulla. Magari riuscissi a concentrarmi di più: non posso dimenticarmi dei bambini, ma già tagliare fuori dai miei pensieri il lavoro sarebbe un grande passo avanti... Saluti
  9. Ma le tracce sono in ordine alfabetico? Come mai questa scelta? Ciao
  10. Grazie per tutte le risposte. Non sospettavo però fosse così difficile trovarlo: nessuno dei 3 negozi di strumenti più vicini a casa mia ne ha. Mi sa che me lo compro on line, piuttosto che andare a Milano... Quello che allego mi pare sia il modello più comune, mi sembra ok. Sono EUR 69 + spese di spedizione. E' ok o cerco ancora? Danke
  11. Lo sgabello di legno dove suono abitualmente ha fatto il suo tempo: non è mai stato granchè, ma ora è proprio da rottamare. Stavo considerando l'acquisto di uno sgabello per pianoforte: qualcuno lo usa abitualmente? Ciao
  12. Tra parentesi, ma non troppo: 14 anni per arrivare al secondo grado di giudizio...
  13. Anni fa, suonai con una vecchia amica, per passatempo, una trascrizione di Corelli per chitarra e violino. Credo fosse l'op. 5 n. 11, ma non ci metterei la mano sul fuoco. Temo di non aver più le parti... Ciao
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.