Jump to content
Gianluca

Consigli sulla musica di Joaquín Rodrigo

Recommended Posts

Salve a tutti. Chi ha studiato o sta studiando Rodrigo? Entre olivares, En los trigales, Bajando de la meseta....Qualche consiglio. Trovo questi brani abbastanza impegnativi....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno. Ti faccio un esempio pratico. "Entre Olivares", metronomo 132....Ma se suono a 128 si offende qualcuno?.....:)) Scherzi a parte, volevo sapere se eseguire un brano un po' sottotempo può essere un problema. In secondo luogo: interpretazione. Ho ascoltato due versioni del brano, M. Dylla e N. Yepes. La seconda mi sembra un po' più ordinata ed equilibrata, l'interpretazione di Dylla è piena di rasgueado e troppo frenetica secondo me. Forse occorrerebbe trovare un compromesso. Cosa ne pensi? 

Altra curiosità: ma Rodrigo è musica contemporanea? Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 29/1/2020 at 07:31, Gianluca dice:

"Entre Olivares", metronomo 132....Ma se suono a 128 si offende qualcuno?.....:)) Scherzi a parte, volevo sapere se eseguire un brano un po' sottotempo può essere un problema.

Un interprete che mette sul leggio una pagina di musica diviene - più o meno coscientemente - responsabile dell'esecuzione di quella pagina.
Il compositore, indicando un tactus ritmico in cima alla composizione, aggiunge un elemento importante e rende ancor più chiara l'idea che ha del suo lavoro ma questa non è detto collimi con quella di chi trasformerà qui segni in suoni; tuttavia la decisione di alterare o ignorare le indicazioni sulla spartito è un'azione che necessita di solide fondamenta.
In primo luogo occorre conoscere a fondo la poetica ed il linguaggio dell'autore; lo studio sulla vita, sul contesto storico in cui è vissuto e l'analisi delle opere più rappresentative potrebbe essere un buon punto di partenza. Il secondo passo è determinare se la modifica di quel determinato parametro (nel tuo caso l'andamento) apre nuove strade a scelte interpretative, consente un fraseggio più adeguato, un migliore controllo del suono, maggior ventaglio timbrico eccetera. Se la risposta è sì e se la modifica è coerente con la struttura dell'opera non trovo alcun motivo per cui un'indicazione dell'autore non possa essere modificata.

Un esempio eclatante di quanto sopra: @Angelo Gilardino scrive Moderato in cima al primo movimento della Sonata del Guadalquivir.

guadalquivir-gilardino-incipit.jpg

Ma l'interpretazione va da un'altra parte:

 

Il 29/1/2020 at 07:31, Gianluca dice:

Ho ascoltato due versioni del brano, M. Dylla e N. Yepes. La seconda mi sembra un po' più ordinata ed equilibrata, l'interpretazione di Dylla è piena di rasgueado e troppo frenetica secondo me. Forse occorrerebbe trovare un compromesso. Cosa ne pensi? 

Non conosco nessuna delle due interpretazioni.

Un consiglio: non affrontare la lettura e lo studio di un'opera musicale partendo dall'ascolto. Credo sia una delle azioni più limitanti.
Leggi la musica, proprio come faresti con un libro.  Sarai solo e avvertirai in te un forte senso di scoperta. Ecco, in quel momento potrai dar forma alle tue idee.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.