Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Il nostro sud arretrato


Salvo
 Share

Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  261
  • Reputation:   2
  • Joined:  02/06/2007
  • Status:  Offline

Salve a tutti, tra pochi mesi saro un nuovo diplomato, o meglio un altro anello di un infinita catena di chitarristi in cerca di fortuna.

 

Vivo in sud Italia e precisamente in Puglia, le manifisteazioni riguardanti il nostro strumento in generale si possono contare sulla punta delle dita, mi piacerebbe se si incrementasse di piu l attivita culturale chitarristica in Puglia. Quei pochi Festival sopravvivventi ormai hanno preso il sapore di un genere chitarristico che non è piu quello classico di una volta, "la vuotagine contenutistica" si aggira intorno a figure poco note, giusto d intrattenimeto.

 

Si poteva fare molto di piu, come anche organizzare viaggi di gruppo nei Festival piu importanti d Italia, tenendo conto sempre un certo numero di partecipanti. Si poteva fa re di piu..... :cry:

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Admin
  • Topic Count:  1,016
  • Content Count:  3,633
  • Reputation:   227
  • Joined:  11/14/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Si poteva fare molto di piu, come anche organizzare viaggi di gruppo nei Festival piu importanti d Italia, tenendo conto sempre un certo numero di partecipanti. Si poteva fa re di piu.....

 

Recriminare non porta da nessuna parte.

Si rimbocchi le maniche e faccia quello che ritiene utile per lei e per il suo strumento.

Non è cosa facile - lo sappiamo tutti - ma quando si vuole realmente una cosa è difficile che non si ottengano dei risultati.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  261
  • Reputation:   2
  • Joined:  02/06/2007
  • Status:  Offline

Si poteva fare molto di piu, come anche organizzare viaggi di gruppo nei Festival piu importanti d Italia, tenendo conto sempre un certo numero di partecipanti. Si poteva fa re di piu.....

 

Recriminare non porta da nessuna parte.

Si rimbocchi le maniche e faccia quello che ritiene utile per lei e per il suo strumento.

Non è cosa facile - lo sappiamo tutti - ma quando si vuole realmente una cosa è difficile che non si ottengano dei risultati.

 

Cristiano sicuramente, recriminare non serve a ninte, ma bisogna vivere in questa parte d italia, per arrivare a parlar cosi. Non offre assolutamente niente la Puglia (con utto il rispetto di chi insegna e studia), l unica laternativa è andare via, come hanno fatto i piu, negli ultimi 10 anni.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Admin
  • Topic Count:  1,016
  • Content Count:  3,633
  • Reputation:   227
  • Joined:  11/14/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Musica già sentita e risentita.

E' un problema che si affronta in Puglia così come si afftonta nel Lazio, in Piemonte, in Sicilia, in Val d'Aosta e così via.

Ci sono aree con più 'attività' ma non perchè sono baciate dalla fortuna ma semplicemente perchè qualcuno ha deciso di portare a termine un progetto dedicandogli professionalità, attenzione e passione.

Suvvia. Cambiamo musica.

Che genere di attività propone per la sua città? Una rassegna concertistica?

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  612
  • Reputation:   41
  • Joined:  02/10/2007
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Piangere serve a poco. Tutt'al più serve a consolarsi e a dirsi "avrei potuto fare tante cose ma sfiga vuole che sono nato qui". Guarda che non è tanto un problema di dove si abita- e te lo dice uno di Cuneo- ma di quanto si crede in ciò che si fa e di quanto si è disposti a sacrificarsi per ciò che si ama.

A volte pensiamo che essere di "periferia"abbia in sè connotati negativi: ma guarda che vivere in ambienti sereni fa solo del bene, aiuta lo studio,la concentrazione, il rilassamento: semmai poi bisogna sfruttare queste condizioni a proprio favore e controbattere la calma del vivere quotidiano e ciò che buono offre con la "rabbia" di chi vuole uscire dalla provincia e dal provincialismo e dimostrare ciò che sa fare.

Quanto poi alla rassegne e ai festival....ho visto cose egregie nella tua regione, bisogna anche lì scegliere dove andare, ma prova ad organizzare tu qualcosa: bisogna bilanciare l'esigenza del pubblico con quella degli addetti ai lavori ecc ecc, credo sia difficile...

Ciao!

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  1
  • Content Count:  89
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/13/2007
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Anch'io sono del parere che "piangersi addosso" non serva. Vorresti che nella tua regione l'attività chitarristica fosse più viva? Benissimo! Rimboccati le maniche e datti da fare. Ti sei appena diplomato e vorresti avviarti per questa strada? Bene! Incomincia a seminare, che so comincia a trovare dei centri culturali, delle parrocchie, delle sale dove poterti esibire e fare conoscere al pubblico che cos'è la chitarra. Te lo dico perchè nel mio piccolo di "amateur" ho dato un concerto in parrocchia e ti assicuro che per gran parte del pubblico è stata una scoperta. I commenti del dopo concerto erano eloquenti.

 

Certo all'inizio non potrai pretendere un "cachet". Vedilo come un investimento. Un investimento sulla tua persona e sulla tua arte. Il tuo nome girerà e ti farai conoscere e da cosa nascerà cosa.....

 

Ricordati che nulla è regalato nella vita e tutto diventa una conquista! Ma che soddisfazione quando raggiungi la meta!

 

Scusami se mi sono dilungato con la mia "paternale" ma ormai di anni ne ho parecchi più di te e l'ho fatto a fin di bene.

 

Ciao e in bocca al lupo per tutto

 

magic guitar

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  29
  • Content Count:  282
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/16/2006
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

giustissimi ragionamenti...

te lo dice uno che si sta diplomando in Basilicata...e tu sai come stiamo noi, dato che confiniamo...:D

 

comunque, rimbocchiamoci le maniche e portiamo nella nostra terra la bellezza della musica, di ciò che dice, attraverso il nostro strumento!

 

Se vuoi possiamo anche sentirci

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  261
  • Reputation:   2
  • Joined:  02/06/2007
  • Status:  Offline

Ma certamente il mio è stato un pensiero rivolta alle nostre condizioni poco adeguate. Faro di tutto come, mi ero gia in passato promesso, di fare un qualcosa che gli altri che sono andatio via da questa terra non hanno pensato, minimante di fare, cioe di cambiare un po il tutto. Spero che mi vada bene.

 

Grazie a tutti i vostri interventi.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  261
  • Reputation:   2
  • Joined:  02/06/2007
  • Status:  Offline

giustissimi ragionamenti...

te lo dice uno che si sta diplomando in Basilicata...e tu sai come stiamo noi, dato che confiniamo...:D

 

comunque, rimbocchiamoci le maniche e portiamo nella nostra terra la bellezza della musica, di ciò che dice, attraverso il nostro strumento!

 

Se vuoi possiamo anche sentirci

 

Mi farebbe piacere anche sentirci. A presto.

Link to comment
Share on other sites

Salve a tutti, tra pochi mesi saro un nuovo diplomato, o meglio un altro anello di un infinita catena di chitarristi in cerca di fortuna.

 

Vivo in sud Italia e precisamente in Puglia, le manifisteazioni riguardanti il nostro strumento in generale si possono contare sulla punta delle dita, mi piacerebbe se si incrementasse di piu l attivita culturale chitarristica in Puglia. Quei pochi Festival sopravvivventi ormai hanno preso il sapore di un genere chitarristico che non è piu quello classico di una volta, "la vuotagine contenutistica" si aggira intorno a figure poco note, giusto d intrattenimeto.

 

Si poteva fare molto di piu, come anche organizzare viaggi di gruppo nei Festival piu importanti d Italia, tenendo conto sempre un certo numero di partecipanti. Si poteva fa re di piu..... :cry:

 

Bhè, io ti rispondo sempicemente, essendo pugliese tral'altro, che non è la regione è chi organizza che fa la differenza. Se hai delle idee interessanti e originali perchè semplicemente non le proponi e, come già ti hanno detto gli amici del forum, non ti dai da fare tu? Penso che se molti nostri colleghi sono pigri e hanno poco idee non fanno altro che agevolare chi invece le idee ce le ha e le può proporre senza alcuna difficoltà. Saluti

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.