Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Paesaggi sonori


Butterfly
 Share

Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  238
  • Content Count:  1,196
  • Reputation:   0
  • Joined:  01/31/2006
  • Status:  Offline

Che cosa sono i "paesaggi sonori"? :roll:

 

 

 

 

Butterfly

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Che cosa sono i "paesaggi sonori"? :roll:

 

 

 

 

Butterfly

 

Il critico americano Raymond Calcraft ha forgiato la definizione di "paesaggio sonoro" per la musica di Joaquin Rodrigo che, cieco fin dalla più tenera infanzia, avrebbe - secondo Calcraft - creato nella sua musica una compensazione eviocativa del paesaggio che non poteva più vedere. Si tratta, evidentemente, di una metafora.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  238
  • Content Count:  1,196
  • Reputation:   0
  • Joined:  01/31/2006
  • Status:  Offline

Che cosa sono i "paesaggi sonori"? :roll:

 

 

 

Butterfly

 

Il critico americano Raymond Calcraft ha forgiato la definizione di "paesaggio sonoro" per la musica di Joaquin Rodrigo che, cieco fin dalla più tenera infanzia, avrebbe - secondo Calcraft - creato nella sua musica una compensazione eviocativa del paesaggio che non poteva più vedere. Si tratta, evidentemente, di una metafora.

 

dralig

 

è definizione "coniata" da Murray Schafer compositore e studioso di problemi ambientali legati all'inquinamento acustico (nonostante egli stesso evidenzia la portata metaforica del termine analizzando pagine di letteratura da Proust a Thoureau..)

 

Ringrazio Fabio per la segnalazione di Wikipedia e l'interessante e documentata trattazione del tema.

Mi piace particolarmente però la definizione metaforica usata da Raymond Calcraft e indicata dal M.° Gilardino.

 

In un certo senso si potrebbe forse riconoscere un "paesaggio sonoro" anche negli autori che hanno il dono della vista ma che comunque costruiscono con la loro musica un ambiente di percezioni ed evocazioni poetiche che travalicano il vedere con i soli occhi. O sbaglio?

A volte mi sembra di trovare nella musica, la stessa impressione di un paesaggio quasi informe ma pieno di colori, un po' come quando scorre velocemente, dai finestrini di un treno in corsa...

 

 

Butterfly

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.