Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Andres Segovia e Agustin Barrios


Salvo
 Share

Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  261
  • Reputation:   2
  • Joined:  02/06/2007
  • Status:  Offline

Ciao amici,

mi sono domandato in questi giorni se Segovia abbia mai suonato nel suo repertorio musica composta da Barrios. Oppure se i due si conoscevano. Se esiste qualche qualche documento oppure qualche registrazione vi prego di farmele sapere. Sono spinto dalla curiosità come Segovia interpretava (ammesso che lo faceva) le musiche di Barrios.

 

Grazie

S

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  13
  • Content Count:  129
  • Reputation:   0
  • Joined:  05/06/2006
  • Status:  Offline
  • Device:  iPad

http://www.cristianoporqueddu.it/forumchitarraclassica/viewforum.php?f=12

 

leggi questa discussione: Barrios e Segovia (pag. 2).

 

Ciao.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  261
  • Reputation:   2
  • Joined:  02/06/2007
  • Status:  Offline

Grazie maurizio ho letto le notizie e sono davvero importanti. Penso che abbiamo avuto la stessa idea a formulare la stessa domanda. Infatti pensandoci bene x me è un po "strano" che Segovia non suonò mai Barrios, e poi chissà perchè Barrios gli diede solo il manoscritto di Julia Florida, nn autografato, e non di altre composizioni.

Eppure so che Julia Flroida Barrios la compose per una ragazza che egli stesso conosceva e che se ne innamorò, dicerie?

 

Ma poi bisogna dire un altra cosa : Segovia, commissionò in quegli anni, molti musicisti a comporre musica per chitarra, cosa aveva di strano Barrios? Forse perchè, Segovia, ne aveva visto in lui un personaggio dall' aria sinistra, e che gli avrebbe "rubato" il palcoscenico?

 

Al posto di Segovia, avrei comunque portato nelle sale di tutto il mondo la musica dell' umile Barrios.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Grazie maurizio ho letto le notizie e sono davvero importanti. Penso che abbiamo avuto la stessa idea a formulare la stessa domanda. Infatti pensandoci bene x me è un po "strano" che Segovia non suonò mai Barrios, e poi chissà perchè Barrios gli diede solo il manoscritto di Julia Florida, nn autografato, e non di altre composizioni.

Eppure so che Julia Flroida Barrios la compose per una ragazza che egli stesso conosceva e che se ne innamorò, dicerie?

 

Ma poi bisogna dire un altra cosa : Segovia, commissionò in quegli anni, molti musicisti a comporre musica per chitarra, cosa aveva di strano Barrios? Forse perchè, Segovia, ne aveva visto in lui un personaggio dall' aria sinistra, e che gli avrebbe "rubato" il palcoscenico?

 

Al posto di Segovia, avrei comunque portato nelle sale di tutto il mondo la musica dell' umile Barrios.

 

"Julia Florida" fu scritta nel mese di dicembre del 1938 per Julia Martinez, una bimba, nipote di Francisco Salazar, un ammiratore e sostenitore di Barrios. Martinez, che abitava a Costa Rica, ospitò il chitarrista e sua moglie Gloria in una casa che mise a loro disposizione, e la Barcarola fu un modo per manifestare gratitudine al suo benefattore. Non vi sono evidenze storiche né di un innamoramento di Barrios per la bimba Julia né, più in generale, che egli fosse pedofilo, anzi tutto quello che si sa delle sue relazioni indica decisamente il contrario.

 

Sostenere che Segovia avrebbe dovuto suonare Barrios significa non aver capito che cosa ha fatto Segovia, e come. La sua diversità dai chitarristi suoi contemporanei si manifestò proprio nella risolutezza con cui egli scelse di interpretare musica scritta da compositori "veri", e non da chitarristi che componevano, e questa scelta fu una delle sue carte vincenti, probabilmente la più importante. Diversamente da molti chitarristi di oggi, egli era consapevole dell'importanza del repertorio, e la musica di Barrios - per quanto ispirata e ben scritta per lo strumento - non sarebbe servita agli scopi che Segovia si prefiggeva, e che conseguì.

 

Una curiosità, a margine: perché si lamenta sempre che Segovia non abbia suonato Barrios, e mai il contrario? All'epoca in cui Barrios era attivo, c'erano parecchie composizioni di Segovia pubblicate e disponibili. Barrios non le eseguì mai, e giustamente nessuno gliene fa carico. La lista delle composizioni che Segovia non suonò comprende pagine scritte per lui, ben più alte della musica di Barrios. Eppure, il refrain "perché Segovia non suonò Barrios" risuona da anni come in un disco rotto.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

 

 

m° posso chiederle se e quale opinione aveva Segovia dei propri lavori?

 

Era consapevole del fatto di non avere la preparazione tecnica per comporre lavori ampi e complessi, e di poter scrivere soltanto pezzi brevi. Aeva idee originali, un mondo suo, ma non l'abilità, il tempo e la fiducia in sé necessari per comporre "sul serio". Di tutto ciò, era consapevole, e se ne crucciava, ma con ritegno: il suo immenso successo come concertista non gli lasciava spazio per la frustrazione.

 

Bisogna aggiungere che i tipi con cui dialogava erano dei veri maestri: Castelnuovo-Tedesco e Ponce maneggiavano gli arnesi del compositore con una padronanza tale da far passar la voglia, a chi pensasse che, per scrivere musica, basti mettersi con una chitarra in grembo, la domenica mattina, ad annotare ghiribizzi.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  261
  • Reputation:   2
  • Joined:  02/06/2007
  • Status:  Offline

Grazie maurizio ho letto le notizie e sono davvero importanti. Penso che abbiamo avuto la stessa idea a formulare la stessa domanda. Infatti pensandoci bene x me è un po "strano" che Segovia non suonò mai Barrios, e poi chissà perchè Barrios gli diede solo il manoscritto di Julia Florida, nn autografato, e non di altre composizioni.

Eppure so che Julia Flroida Barrios la compose per una ragazza che egli stesso conosceva e che se ne innamorò, dicerie?

 

Ma poi bisogna dire un altra cosa : Segovia, commissionò in quegli anni, molti musicisti a comporre musica per chitarra, cosa aveva di strano Barrios? Forse perchè, Segovia, ne aveva visto in lui un personaggio dall' aria sinistra, e che gli avrebbe "rubato" il palcoscenico?

 

Al posto di Segovia, avrei comunque portato nelle sale di tutto il mondo la musica dell' umile Barrios.

 

"Julia Florida" fu scritta nel mese di dicembre del 1938 per Julia Martinez, una bimba, nipote di Francisco Salazar, un ammiratore e sostenitore di Barrios. Martinez, che abitava a Costa Rica, ospitò il chitarrista e sua moglie Gloria in una casa che mise a loro disposizione, e la Barcarola fu un modo per manifestare gratitudine al suo benefattore. Non vi sono evidenze storiche né di un innamoramento di Barrios per la bimba Julia né, più in generale, che egli fosse pedofilo, anzi tutto quello che si sa delle sue relazioni indica decisamente il contrario.

 

Sostenere che Segovia avrebbe dovuto suonare Barrios significa non aver capito che cosa ha fatto Segovia, e come. La sua diversità dai chitarristi suoi contemporanei si manifestò proprio nella risolutezza con cui egli scelse di interpretare musica scritta da compositori "veri", e non da chitarristi che componevano, e questa scelta fu una delle sue carte vincenti, probabilmente la più importante. Diversamente da molti chitarristi di oggi, egli era consapevole dell'importanza del repertorio, e la musica di Barrios - per quanto ispirata e ben scritta per lo strumento - non sarebbe servita agli scopi che Segovia si prefiggeva, e che conseguì.

 

Una curiosità, a margine: perché si lamenta sempre che Segovia non abbia suonato Barrios, e mai il contrario? All'epoca in cui Barrios era attivo, c'erano parecchie composizioni di Segovia pubblicate e disponibili. Barrios non le eseguì mai, e giustamente nessuno gliene fa carico. La lista delle composizioni che Segovia non suonò comprende pagine scritte per lui, ben più alte della musica di Barrios. Eppure, il refrain "perché Segovia non suonò Barrios" risuona da anni come in un disco rotto.

 

dralig

 

 

Maestro, non crede che se ne fossi stato a conoscenza del fatto che Julia fosse una bambina e non una ragazza. le pare che avrei scritto che se ne sarebbe innamorato?

 

Mi scuso per aver formulato una serie di domande, non credevo di avere risposte dure in merito. Eppure le mani nella fondazione Segovia arriverò a metterle anch io.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

 

 

 

Maestro, non crede che se ne fossi stato a conoscenza del fatto che Julia fosse una bambina e non una ragazza. le pare che avrei scritto che se ne sarebbe innamorato?

 

Mi scuso per aver formulato una serie di domande, non credevo di avere risposte dure in merito. Eppure le mani nella fondazione Segovia arriverò a metterle anch io.

 

Le mie risposte sono - almeno credo - precise, ed è questo che m'importa. Se, pur osservando le norme della buona educazione, posso sembrare duro, pazienza: ho imparato a sopravvivere anche tra persone che non mi trovano simpatico.

 

Di mani, nella Fondazione Segovia attualmente ce ne sono anche troppe - incluse quelle degli avvocati che rappresentano le parti opposte in una dura (questa si) e spiacevole contesa, e comunque quel che di utile c'era da fare per il repertorio e per la storia della chitarra è stato fatto. Il genere di cose che restano da fare è del tutto estraneo ai miei interessi e, credo, a quelli di qualunque musicista.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.