Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Cambio corde: tempi


Fronimo
 Share

Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  3
  • Content Count:  19
  • Reputation:   0
  • Joined:  12/15/2007
  • Status:  Offline

Vorrei chiedere ai più esperti, se le aziende che producono le corde (Savarez, D'addario, etc.) danno indicazioni sulla durata delle stesse.

Mi spiego meglio: è chiaro che più utilizzo la chitarra più le corde si consumano in fretta, ma se le utilizzo poco, c'è comunque un limite di tempo oltre il quale è consigliabile cambiare le corde ?

Saluti. :)

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  12
  • Content Count:  47
  • Reputation:   0
  • Joined:  12/18/2007
  • Status:  Offline

Se suoni per poco tempo al giorno più che il consumo delle corde sarà fatale il loro decadimento sonoro che avviene per molteplici fattori, non ultimo lo stesso fatto di essere in tensione che alla lunga fa perdere loro l'elasticità e le caratteristiche timbriche che hanno da nuove. Conviene perciò cambiarle quando ti rendi conto che suonano peggio (meno armonici soprattutto) e questo indipendentemente dal fatto di usarle o meno.

Per i bassi il discorso è più evidente e anche visivamente si nota subito l'invecchiamento del rivestimento, per i cantini i tempi generalmente si allungano ma comunque subiscono anche loro un decadimento sonoro dovuto all'allungamento delle fibre del nylon.

Poi c'è tutta una scuola sui vari lavaggi per ripristinare in parte le caratteristiche timbriche delle corde usate, sapone o alcol, tecniche di riavvolgimento delle spire per ridonare "nuova vita" a corde vecchie, ma non sono che palliativi di breve durata, anche se coi prezzi che hanno raggiunto certe marche tutto fa brodo...

Più semplicemente, ricordati di suonare con le mani perfettamente pulite e di pulire le corde con un panno morbido dopo aver suonato; così facendo si riesce ad allungarne la vita. Il sudore però è un nemico subdolo e differisce da persona a persona.

Spero di non aver detto troppe castronerie

Ciao

Andrea

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  3
  • Content Count:  19
  • Reputation:   0
  • Joined:  12/15/2007
  • Status:  Offline

Grazie pelago, quindi mi sembra di aver capito che non c'è una data di scadenza precisa del tipo "da consumarsi preferibilmente entro il" ..

Una cosa che ho notato in chitarre che venivano lasciate per tempo indefinito senza essere suonate, è il fenomeno del mi cantino "calante", cioè avvicinandosi al 12° tasto le note stonavano verso il basso. Sembrava inizialmente trattarsi di un problema di tastiera imprecisa. Invece cambiando la corda il problema si risolveva come d'incanto.

Buona domenica. :)

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.