Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

A scuola con la chitarra di Bruno Giuffredi


Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  29
  • Content Count:  50
  • Reputation:   6
  • Joined:  04/25/2007
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

AScuolaConLaChitarra_BGiuffredi_ico.jpg[+ZOOM]

 

Gentili utenti è uscita la revisione alla seconda edizione de A scuola con la chitarra.

Ho rielaborato il testo cercando di offrire un criterio di progressività ancora più semplice, inserendo nuovi brani nella due sezioni dedicate rispettivamente alle melodie monodiche e alle composizioni polifoniche.

In quest'ultima ho inserito nuovi e inediti brani di Francesco Molino (1768-1856), Francesco Calegari (XIX sec.), Henrik Rung (1807-1871), Charles James Dorn (1839-1910), Johann Kaspar Mertz e Giuliano Manzi.

La parte tecnica è stata integrata da alcuni brevi suggerimenti ed è, come sempre, divisa in due parti rispettivamente dedicate alla mano destra e sinistra.

 

Nella parte tecnica sono presenti:

- 80 esercizi per la mano destra;

- 90 esercizi per la mano sinistra e la coordinazione delle due mani;

- Scale per una e due ottave;

- Esercizi ritmici.

 

La parte ricreativa è cosi suddivisa:

- 37 melodie monodiche;

- 90 composizioni polifoniche;

- 15 composizioni di autori contemporanei.

 

 

Buone festività

Bruno Giuffredi

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  612
  • Reputation:   41
  • Joined:  02/10/2007
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Nel tuo testo, ho trovato molto utili gli esercizi polifonici con note tenute, poco o nulla presenti in altri testi di didattica di base. Mi è piaciuta l'introduzione dei brani di nuovi autori da te citati. Una sezione che vedo poco considerata, è quella sulle scale: non mancano certo i testi specifici, da Segovia a Chiesa a Minella...forse per questo motivo hai dedicato loro uno spazio minore di quanto uno si aspetti?

Complimenti per l'ottimo lavoro che hai fatto, che unisce semplicità d'uso a ricchezza di contenuti chiari e utili, sia agli alunni che agli insegnanti che lo adoperano.

Ciao

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  29
  • Content Count:  50
  • Reputation:   6
  • Joined:  04/25/2007
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Ciao Giorgio, l'eserciziario è concepito tenendo conto dello specifico rapporto che si crea tra docente e alunno: in questo caso il criterio di progressività è da intendersi sui "progressi" che ogni singolo alunno matura, infatti alcune sezioni possono essere evitate per riprenderle in una fase successiva. Le scale sono riportate per una e due ottave nelle tonalità più agevoli e con diverse diteggiature della mano sinistra: in effetti, come dici tu, non ho voluto trattarle come un compendio per l'esame di quinto anno.

I brani polifonici scelti hanno lo scopo di mantenere alto il valore del messaggio musicale senza cedere il passo a proposte che ricoprono altri ambiti...

 

Ti ringrazio per la stima, ne sono lusingato! Il lavoro svolto con Sinfonica da 15 anni, grazie al contributo di tanti bravi musicisti, mi rende particolarmente soddisfatto.

Abbiamo prodotto ormai 131 studi di musica ciontemporanea con CD allegato in 14 volumi, 5 antologie di musica contemporanea di cui due destinate ai giovani esecutori, 6 antologie di musiche antica, raccolte di studi dell'Ottocento e tanti brani per chitarra.

 

A presto

Bruno

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  13
  • Content Count:  73
  • Reputation:   1
  • Joined:  03/17/2008
  • Status:  Offline

Ho già introdotto "A Scuola con la Chitarra" nel percorso didattico che rivolgo ai miei alunni ritenendo il lavoro ottimo;l'aspetto didattico è sempre cosa difficile ma - a mio modesto parere - per la chitarra lo è ancor di più in quanto i vari elementi di crescita progressiva (tocco libero, l'introduzione del pollice, accordi, riconoscibilità dei temi, padronanza della lettura musicale, ecc) molte volte mancano di un saggio bilanciamento. Personalmente, per un primo inizio, non ho mai lasciato il metodo Scheit, per passare in seguito a Carulli, quindi agli studi di Aguado, Sor, Carcassi. Oggi, a questi capisaldi didattici affianco con convinzione anche il lavoro di Giuffredi e quindi benvenuta a questa nuova edizione!!

Giorgio Tortora

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  39
  • Content Count:  391
  • Reputation:   88
  • Joined:  12/19/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Volevo fare anche io i mie complimenti al maestro Giuffredi. La sua pubblicazione rientra tra le mie preferite nell'ambito in cui opero prevalentemente, (ma non solo) la scuola secondaria ad indirizzo musicale.

In questa fascia si ha la necessità di avere un testo che contempli (per me) una serie di argomenti che vanno dalla tecnica basiilare alle prime composizioni e ad una ricca antologia (ma) di autori che reputo importanti per il nostro strumento (oltre allo sguardo verso gli autori moderni) per poi prendere il largo nelle altre opere didattiche e non una volta che l'alievo inizia a..volare...

ed anche il fatto di non far comprare (a questa tipologia di alunni) diversi libri all'inizio riuscendo a risolovere il problema di avere materiale ricco e vario con un solo libro.

Ottimo testo che ho adottato già da tempo dopo averlo scoperto. Sarò felicissimo di acquistare subito anche la nuova edizione.

 

 

con stima

mr

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.