Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Qual'è secondo voi il miglior modo di accordare?


opocaJ
 Share

Recommended Posts


  • Group:  Admin
  • Topic Count:  1,016
  • Content Count:  3,633
  • Reputation:   227
  • Joined:  11/14/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Cosa intende dire? Parla del sistema di paragone delle note o il riferimento al La?

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Come accordate?

 

Dando per scontato che la chitarra sia in ordine e le corde siano buone, si accordano a orecchio le corde a vuoto, non occorre altro.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  12
  • Content Count:  87
  • Reputation:   1
  • Joined:  01/17/2008
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

Se la chitarra non è perfettamente intonata (e spesso accade anche con le chitarre da concerto, che andrebbero sempre ricalibrate ogni tot anni) consiglio di accordare secondo l'accordo della tonalità d'impianto del pezzo, se tonale. Se atonale far riferimento comunque alla musica.

Link to comment
Share on other sites

Guest Nicola Mazzon

Io accordo le corde vuote ad orecchio, e confronto con gli armonici del V e VII tasto delle corde basse gli intervalli tra sesta/seconda, quinta/prima, quarta terza quando ne ho voglia.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Io accordo le corde vuote ad orecchio, e confronto con gli armonici del V e VII tasto delle corde basse gli intervalli tra sesta/seconda, quinta/prima, quarta terza quando ne ho voglia.

 

Se i professori di strumento ad arco in orchestra accordassero come i chitarristi, i concerti delle ore 21 inizierebbero alle 21.40 con ogni violino, ogni viola, ogni violoncello e ogni contrabbasso accordati in modo diverso, quindi, in pratica, con l'orchestra fuori tono.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites

Guest Nicola Mazzon
Io accordo le corde vuote ad orecchio, e confronto con gli armonici del V e VII tasto delle corde basse gli intervalli tra sesta/seconda, quinta/prima, quarta terza quando ne ho voglia.

 

Se i professori di strumento ad arco in orchestra accordassero come i chitarristi, i concerti delle ore 21 inizierebbero alle 21.40 con ogni violino, ogni viola, ogni violoncello e ogni contrabbasso accordati in modo diverso, quindi, in pratica, con l'orchestra fuori tono.

 

dralig

Alle medie, il mio insegnante di chitarra un pomeriggio mi disse: quando vedi un chitarrista capisci che musicista è anche solo dal modo (e dal tempo che impiega) di accordare lo strumento.

Magari senza strumenti elettronici si va a rischio di peccare nell'intonazione, ma quella frase l'ho sempre tenuta come "sfida personale", poi col tempo suonando con musicisti (carissimi amici non finirò mai di dirlo) non chitarristi ho visto che basta un diapason da 2 euro o un orecchio allenato per arrivare ad un'accordatura più che accettabile e degna di poter essere usata per un esecuzione.

Ora c'è l'accordatore da appendere alla paletta (almeno non si vede), ma un pò di anni fa si assisteva a delle scene pietose di chi si metteva con quelle scatolette ad accordare per minuti dicendo: 5 minuti di pausa, il tempo di accordarmi....:lol::lol::lol:

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.