Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

nuova musica italiana per chitarra


Piero Bonaguri
 Share

Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  37
  • Content Count:  476
  • Reputation:   8
  • Joined:  11/21/2005
  • Status:  Offline

Negli ultimi giorni ho ricevuto diverse nuove composizioni per chitarra, che spero di potere eseguire quanto prima; intanto vorrei fare conoscere la loro esistenza.

 

Inizio con la prima composizione per chitarra di Davide Anzaghi, già docente di composizione al conservatorio di Milano ed attuale segretario della SIMC, nonché figlio di Luigi Oreste Anzaghi, che pubblicò tanti anni fa diverse opere didattiche per chitarra con Ricordi.

Il pezzo si intitola "Kitarama", la scrittura è strutturalista ed assai virtuosistica.

Per la verità l'ho ricevuto già da un po' di tempo, ma è in fase di revisione ed ho un appuntamento prossimo con il compositore per lavorarci su.

 

Giovedì scorso ho invece ricevuto il primo pezzo per chitarra di Cesare Augusto Grandi, docente di composizione al conservatorio di Bologna e maestro di tanti, tra i quali Chiara Benati che vinse alcuni anni fa il concorso di composizione del "Fronimo".

Il pezzo si intitola "Et Expecto", è scritto benissimo per chitarra, e molto espressivo. Il titolo isola un frammento di una frase del "Credo" in latino, ed è collegato al trepidante clima espressivo del brano.

 

Un giovane compositore bolognese, Luigi Sammarchi, già allievo di Adriano Guarnieri e già segnalatosi anche internazionalmente (vinse un importante concorso di composizione quando era ancora studente in conservatorio) mi sta consegnando la appena ultimata sua opera prima per chitarra, " Mnemosine...lontano sentiero Notturno", brano espressionistico dalla densa trama contrappuntistica e ricco di tensione agogica.

 

Paolo Ugoletti, che ormai non ha bisogno di presentazione, continua la sua collaborazione di cui mi onoro e mi ha da poco inviato un suo setting di un noto inno gregoriano, "Sub Tuum Praesidium".

 

Ancora ispirati al gregoriano i primi due pezzi di un ciclo che sta scrivendo Massimo Iamone, compositore torinese vincitore nel 2008 di un premio di composizione a Reggio Emilia.

 

"Last but not least" il breve pezzo scritto da Alessandro Spazzoli, flautista e studente di composizione di Gilberto Cappelli al conservatorio di Cesena. Il brano, "Nunc Dimittis", è la trascrizione per chitarra, fatta su mia richiesta, di un pezzo corale di sapore alla "Arvo Paert" (per capirci) che mi aveva particolarmente colpito.

 

Siccome , a parte il pezzo di Anzaghi, tutti gli altri mi sono arrivati nel giro di pochissimi giorni (anche se a volte sono frutto di un mio lungo "pressing"...), sono rimasto colpito da questa ventata attualissima di creatività;anche in questi tempi di "crisi" il talento, la stima reciproca, la voglia di lavorare, producono tante notevoli espressioni creative. Mi sembra un bel segnale.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  18
  • Content Count:  73
  • Reputation:   2
  • Joined:  01/22/2008
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Negli ultimi giorni ho ricevuto diverse nuove composizioni per chitarra, che spero di potere eseguire quanto prima; intanto vorrei fare conoscere la loro esistenza.

 

Inizio con la prima composizione per chitarra di Davide Anzaghi, già docente di composizione al conservatorio di Milano ed attuale segretario della SIMC, nonché figlio di Luigi Oreste Anzaghi, che pubblicò tanti anni fa diverse opere didattiche per chitarra con Ricordi.

Il pezzo si intitola "Kitarama", la scrittura è strutturalista ed assai virtuosistica.

Per la verità l'ho ricevuto già da un po' di tempo, ma è in fase di revisione ed ho un appuntamento prossimo con il compositore per lavorarci su.

 

Giovedì scorso ho invece ricevuto il primo pezzo per chitarra di Cesare Augusto Grandi, docente di composizione al conservatorio di Bologna e maestro di tanti, tra i quali Chiara Benati che vinse alcuni anni fa il concorso di composizione del "Fronimo".

Il pezzo si intitola "Et Expecto", è scritto benissimo per chitarra, e molto espressivo. Il titolo isola un frammento di una frase del "Credo" in latino, ed è collegato al trepidante clima espressivo del brano.

 

Un giovane compositore bolognese, Luigi Sammarchi, già allievo di Adriano Guarnieri e già segnalatosi anche internazionalmente (vinse un importante concorso di composizione quando era ancora studente in conservatorio) mi sta consegnando la appena ultimata sua opera prima per chitarra, " Mnemosine...lontano sentiero Notturno", brano espressionistico dalla densa trama contrappuntistica e ricco di tensione agogica.

 

Paolo Ugoletti, che ormai non ha bisogno di presentazione, continua la sua collaborazione di cui mi onoro e mi ha da poco inviato un suo setting di un noto inno gregoriano, "Sub Tuum Praesidium".

 

Ancora ispirati al gregoriano i primi due pezzi di un ciclo che sta scrivendo Massimo Iamone, compositore torinese vincitore nel 2008 di un premio di composizione a Reggio Emilia.

 

"Last but not least" il breve pezzo scritto da Alessandro Spazzoli, flautista e studente di composizione di Gilberto Cappelli al conservatorio di Cesena. Il brano, "Nunc Dimittis", è la trascrizione per chitarra, fatta su mia richiesta, di un pezzo corale di sapore alla "Arvo Paert" (per capirci) che mi aveva particolarmente colpito.

 

Siccome , a parte il pezzo di Anzaghi, tutti gli altri mi sono arrivati nel giro di pochissimi giorni (anche se a volte sono frutto di un mio lungo "pressing"...), sono rimasto colpito da questa ventata attualissima di creatività;anche in questi tempi di "crisi" il talento, la stima reciproca, la voglia di lavorare, producono tante notevoli espressioni creative. Mi sembra un bel segnale.

 

E' un ottimo segnale. L'importante è, a mio giudizio, dare a queste nuove composizioni (qualora siano valide) la giusta visibilità. Un editore serio che le pubblichi e soprattutto qualche bravo chitarrista disposto a proporle nei vari programmi di sala. Forza e coraggio.

 

Taltomar

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  37
  • Content Count:  476
  • Reputation:   8
  • Joined:  11/21/2005
  • Status:  Offline

Certamente.

Sono stato invitato al prossimo Lake Konstanz Guitar Meeting di Bregenz (27-29 marzo) dove terrei una conferenza - concerto sulla nuova musica italiana per chitarra. Non si tratta di un Festival ma proprio di un convegno di ricerca di studiosi, e mi sembra una bella occasione per conoscere le ricerche di altri e far conoscere le proprie.

 

Del resto suono (a volte spesso) i pezzi che ricevo - scrisse una volta Angelo Gilardino che eseguire il brano è il meno che si possa fare quando un compositore scrive per noi - ed in questo caso la perplessità sul "quando" è dovuta più che altro al concentramento di numerosi titoli ricevuti in pochi giorni ed ai miei programmi, già impostati - magari con altri pezzi contemporanei - nel prossimo futuro.

 

Ho finalmente trovato anche un editore interessato, a condizioni che mi sembrano accettabili; spero di avere notizie pubblicabili, su questo, presto.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  18
  • Content Count:  73
  • Reputation:   2
  • Joined:  01/22/2008
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

[

 

E' un ottimo segnale. L'importante è, a mio giudizio, dare a queste nuove composizioni (qualora siano valide) la giusta visibilità. Un editore serio che le pubblichi e soprattutto qualche bravo chitarrista disposto a proporle nei vari programmi di sala. Forza e coraggio.

 

Taltomar

 

la visibilità credo sia uno degli ultimi problemi...

la situazione, non nuova, in cui si trova la chitarra oggi riguardo le commissioni è triste...ci si rivolge a studenti, compositori un poco al margine (magari considerandoli eminenti esponenti-dissidenti, dal notevole artigianato a la maniere soporifera de prixdefrance) e gli si chiede di scrivere in cambio di un'unica esecuzione (un baratto in sostanza, cosa vuoi di più?)...o di un contentino nel caso (e solo nel caso) il compositore sia "riconosciuto", almeno in quanto insegnante (come se fosse normale che un compositore debba per forza insegnare)...

certo il periodo non è dei migliori (anche se per la chitarra è una costante storica indipendente da situazioni economiche di crisi) ma si provi a chiedere ad un interprete di insegnare gratis...

insomma, i chitarristi, pronti come diceva qualcuno, a rapinare mammaepapà pur di acquistarsi un rottame di chitarra da quattrocento milioni di euro, ma guai a "commissionare" un lavoro ad un Compositore.

più che questione di mercato e questione (sempre) di educazione musicale...i chitarristi non credono e non vedono, quindi non ascoltano ciò che accade oggi nel panorama musicale mondiale. Non ne sono stimolati perchè magari a questo, preferiscono la solita sbiadita cartolina spagnola ...

 

Concordo con quanto ha scritto, Fabio.

Credo però che il maestro Bonaguri abbia l'esperienza e la competenza per scremare e filtrare ciò che gli viene proposto dai vari compositori. Ascoltiamo, leggiamo e poi valutiamo. Credo che sia il minimo che possiamo fare.

 

Taltomar

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  37
  • Content Count:  621
  • Reputation:   1
  • Joined:  12/19/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

dal notevole artigianato

 

Io mi rivolgo a questi compositori.

Sono onesti.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  37
  • Content Count:  621
  • Reputation:   1
  • Joined:  12/19/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Non direi.

Sono spesso musicisti molto preparati. Sono artigiani, e nella loro visione molto pragmatica della musica mi ritrovo in pieno.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  10
  • Content Count:  44
  • Reputation:   0
  • Joined:  04/13/2008
  • Status:  Offline

dal notevole artigianato

 

Io mi rivolgo a questi compositori.

Sono onesti.

 

Non ho capito: a 17 anni ti rivolgi a compositori dal "notevole artigianato" o c'è qualcosa che mi sfugge?

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  37
  • Content Count:  621
  • Reputation:   1
  • Joined:  12/19/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Sì, conosco alcuni compositori della mia zona, e ho chiesto loro di scrivere qualcosa per chitarra.

Non ho mai ricevuto risposta...

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  22
  • Content Count:  201
  • Reputation:   1
  • Joined:  08/18/2008
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

ultimamente sono riuscito a contattare un paio di compositori della mia zona e dovrebbero arrivarmi a breve dei pezzi per chitarra e violoncello... la voglia di fare credo ci sia!

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  37
  • Content Count:  621
  • Reputation:   1
  • Joined:  12/19/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Sì, conosco alcuni compositori della mia zona, e ho chiesto loro di scrivere qualcosa per chitarra.

Non ho mai ricevuto risposta...

 

restringi il campo e scegline uno in modo da poter alzare la posta

 

Credo sia la cosa migliore.

Grazie per il consiglio.

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.