Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Smontare una chitarra!


debonis86
 Share

Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  23
  • Content Count:  178
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/15/2006
  • Status:  Offline

Mi sto, da pochissimo tempo, appassionando alla liuteria, della quale però non conosco nulla.

E mi è venuto in mente di "smontare" e poi "rimontare" una chitarra :oops:

Penso che possa essere una esperienza utile alla conoscenza dello strumento e anche divertente. Non vorrei, però, distruggerla. altrimenti non mi diverto mica 8)

Qualcuno mi può dare qualche suggerimento?

Immagino che si debba usare il vapore, ma come? e incominciando da quale parte dello strumento? :roll:

 

Grazie.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  1
  • Content Count:  10
  • Reputation:   0
  • Joined:  03/13/2006
  • Status:  Offline

stai scherzando o dici sul serio?

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  23
  • Content Count:  178
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/15/2006
  • Status:  Offline

stai scherzando o dici sul serio?

 

sono serissimo :mrgreen:

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  238
  • Content Count:  1,196
  • Reputation:   0
  • Joined:  01/31/2006
  • Status:  Offline

Prova come per i francobolli: fai scaldare una pentola d'acqua e quando bolle ci metti sopra la chitarra (attento al gas se no si brucia il manico e fa una puzza....peggio che la maniglia della caffettiera) ;)

 

Eddai....non potrebbe essere migliore cosa visitare la bottega di un liutaio e chiedere di farti vedere qualche fase del lavoro?

Penso che chiedendolo con un motivato interesse e accordandosi sul momento opportuno, non ti direbbe di no.

 

E poi scusa, se smonti una chitarra tipo "cinese", non è che vedi niente di eccezionale: piuttosto prendi una lampada snodabile e usa uno specchietto per guardare come è fatta dentro.

Una chitarra "buona" è meglio non smontarla...se no dopo come pensi di rimontarla?

 

Non fare come me che ho riattaccato da sola il ponticello sulla mia prima chitarra (di liuteria) ....mi sono anche fatta la colla a pastella con la formula che usano gli ebanisti (praticamente perenne) e ho messo i morsetti...salvo accorgermi che l'avevo incollato a rovescio...

Quando l'ho portata dal liutaio credevo che mi picchiasse. :roll:

 

Ci sono diversi libri sulla liuteria, pieni di foto e disegni.

E' un argomento bellissimo, ti capisco.

 

 

Ciao

 

Butterfly.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  23
  • Content Count:  178
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/15/2006
  • Status:  Offline

Non fare come me che ho riattaccato il ponticello sulla mia prima chitarra da sola....salvo accorgermi che l'avevo messo a rovescio...quando l'ho portata dal liutaio credevo che mi picchiasse.

Ci sono diversi libri sulla liuteria, pieni di foto e disegni. E' un argomento bellissimo, ti capisco.

Ciao

Butterfly.

 

Eddai, voglio risposte serie! :evil:

Cmq, quella del ponticello messo al contrario è proprio carina... hai un futuro come liutaia :mrgreen:

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  238
  • Content Count:  1,196
  • Reputation:   0
  • Joined:  01/31/2006
  • Status:  Offline

Sì...fa conto poi che nella mia città c'è praticamente solo questo liutaio, piuttosto famoso anche (fa sopratutto violini) e quando ho deciso di cambiare le meccaniche a quella nuova, mi sono così vergognata all'idea di tornarci che...sto ancora decidendo se farlo da me o se cambiare liutaio e città :oops:

Nel primo caso spererei di non dover di nuovo cambiare chitarra.

 

Vorrei sbagliarmi, ma sfido che qualcuno prenda sul serio la tua domanda debonis. Potresti spiegare meglio perchè vorresti smontare la tua chitarra?

 

 

Butterfly

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  23
  • Content Count:  178
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/15/2006
  • Status:  Offline

Potresti spiegare meglio perchè vorresti smontare la tua chitarra?

Butterfly

 

Come ho giò detto nel messaggio iniziale, vorrei fare esperienza nella costruzione della chitarra.

So che esistono in commercio kit di chitarre da montare... ma se riesco a smontare e rimontare quella che ho, dovrebbe essere la stessa cosa.

Comunque, se qualcuno è così gentile da rispondermi seriamente, lo ringrazio.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  0
  • Content Count:  43
  • Reputation:   0
  • Joined:  03/30/2006
  • Status:  Offline
  • Device:  iPad

Ciao,

Ti illustro perché mi sembra un'idea sconveniente.

Anzitutto dipende da che chitarra stiamo parlando:

Se possiedi una chitarra di liuteria sarebbe un'operazione astrattamente possibile ma economicamente molto rischiosa. Sconsigiata.

Se invece volessi cimentarti con una chitarra di bassa produzione industriale, volterebbe in un'operazione dal rischio economicamente sostenibile ma tecnicamente molto più complessa.

Nel primo caso il liutaio avrebbe adoperato colla a caldo, quantomeno per assicurare fondo e ponticello, e verosimilmente avrebbe finito lo strumento con tampone a gommalacca: ti risulterebbe agevole rimuovere i filetti e scollare il fondo passando una lama calda tra le controfasce e la tavola, così come scollare il ponte con una lama da doratore e via dicendo per tastiera e tavola. Nel complesso dunque un'operazione a forte rischio d'errore ma possibile.

Nel secondo caso andresti incontro a vernici poliuretaniche bicomponenti e colle industriali con evidente compromissione delle fattezze dello strumento sia in sede di smembramento che di riassemblamento: rimossi i filetti a fresa, dovresti passare a staccare il fondo ( questa volta con una sega giapponese od una lama); rimuovere a lama o fresa il ponticello (da ricostruire poi) staccare i tastini, segare al 12°, asportare parte della tastiera dal 12° tasto sino alla buca etc.

Vale la pena?

Madinter vende ottimi kit attorno ai 150 euro.

Se ritenessi troppo complesso cimentarti con la piegatura delle fasce o la spessorazione, via internet potresti trovare anche strumenti che abbisognano del solo assemblamento. Mi sembrerebbe comunque una scelta più saggia.

Saluti.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  23
  • Content Count:  178
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/15/2006
  • Status:  Offline

Echi, ti ringrazio per la tua risposta seria ed esaustiva!

Vorrei acquisire un po' di manualità... quindi, intendo procedere secondo diverse fasi di approfondimento, compreso il tuo suggerimento di acquistare un kit dal fornitore che mi hai indicato.

Mi puoi chiarire cos'è la "lama da doratore"? com'è fatta?

Grazie!

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  0
  • Content Count:  43
  • Reputation:   0
  • Joined:  03/30/2006
  • Status:  Offline
  • Device:  iPad

Ciao,

è un utensile che ricorda vagamente una piccola cazzuola con l'estremità piatta molto flessibile e morbida. Scaldandola a fiamma si riesce ad infilarla tra ponte e tavola (sciogliendo la colla a caldo) senza rovinare le rispettive superfici.

Attualmente si usano anche utensili ad hoc: ti allego il link di un prodotto similare prodotto da stewart Mac-donalds:

 

www.stewmac.com/shop/Tools/Special_tools_for:_Bridges/1/Bridge_Fingerboard_Removal_Knife/Pictures.html#details

 

P.S.: se devi acquistare utensili però, prima dipensare a negozianti in USA dai un'occhiata all'assortimento del nostro Goth (di Cazzano di Tramigna - VR) o ad altri negozi in territorio UE (tipo madinter.com o dick.biz).

Saluti.

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.