Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Registrazioni non mie


Angelo Gilardino
 Share

Recommended Posts


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Tempo fa, avevo già segnalato che nei siti di file exchange peer-to-peer circolano registrazioni di musiche per chitarra del secolo XIX attribuite al sottoscritto. Non sono mie. La mia attività concertistica è terminata nel 1981, e non ho mai registrato musiche dell'Ottocento. Tra l'altro, ne ho eseguite in concerto pochissime, e solo negli anni Cinquanta e Sessanta, senza mai registrarle.

 

Si tratta di una falsa attribuzione che un malintenzionato ha creato, diffondendo nei siti di file exchange registrazioni scadenti, allo scopo di danneggiare la mia reputazione. Si tratta di un povero cretino, che non vale nemmeno la pena di perseguire legalmente.

 

Tuttavia, recentemente, i file audio in questione sono stati ripresi da un forum chitarristico vietnamita

http://lnt-guitar.com/forums/

 

al cui moderatore ho inviato un messaggio, precisando che le registrazioni non erano mie. Ho fatto rimbalzare il mio comunicato anche sulla newsgroup rec.music.classical.guitar, e lì le cose si sono un po' complicate, perché un noto editore statunitense, visitando il forum vietnamita, ha constatato che è zeppo di musica piratata, e ha intrapreso le azioni necessarie, che porteranno probabilmente alla chiusura del forum.

 

Segnalo tutto ciò nel caso che qualcuno abbia effettuato dei download illeciti dal sito in questione. Spero che non ne seguano problemi. Io volevo solo rifiutare un'attribuzione falsa.

 

Angelo Gilardino

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  1
  • Content Count:  17
  • Reputation:   0
  • Joined:  11/23/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

Non conosco le leggi in vigore in Vietnam ma se tanto mi dà tanto l'editore statunitense sarà meglio che non trattenga il respiro in attesa che chiudano quel server.

Le Sue speranze, Maestro, non saranno disattese, perchè chi ha effettuato download dall'Italia può dormire sonni tranquillissimi...

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Non conosco le leggi in vigore in Vietnam ma se tanto mi dà tanto l'editore statunitense sarà meglio che non trattenga il respiro in attesa che chiudano quel server.

Le Sue speranze, Maestro, non saranno disattese, perchè chi ha effettuato download dall'Italia può dormire sonni tranquillissimi...

 

Il sito è stato chiuso temporaneamente, e ha già riaperto, nascondendo i files incriminati con un trucco. Il moderatore mi ha comunicato che, per un riguardo speciale, i files delle mie composizioni saranno accessibili soltanto a cento partecipanti selezionati. Verrebbe da domandargli: di quale razza?

 

Io dormo sonni tranquillissimi nonostante i download pirata delle mie composizioni. Anzi, arrivo a pensare che magari, tra i bucanieri, ci possano essere altri ottimi interpreti della mia musica, oltre a quelli che ci sono già. E poi, lo confesso, qualchevolta mi sono autopiratato, mandando a tizio e a caio scannerizzazioni (tra l'altro di qualità mediocre) delle mie opere pubblicate. Insomma, sono un pessimo affare per qualunque editore: non capisco perché non mi buttino fuori.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites

Io ho trovato condivisi in emule degli mp3 che La vedono, anzi vedrebbero, come interprete.

Ho capito subito che l'autore degli mp3 (tutta roba dell'800: Mertz, Coste, Giuliani e Tarrega) si è divertito a sfruttare il suo nome per far circolare le sue registrazioni evidentemente casalinghe più velocemente nei motori di ricerca.

Anch'io quando c'era Napster (sigh!mitico..) mettevo in giro gli mp3 della mia band nominandoli "Metallica - Pink Floyd - Dire Straits - chi più ne ha...- Nome della mia band - Titolo.mp3" centinaia di download.

Però noi eravamo rockettari che credvamo nell'autoproduzione e nel copyleft :)

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Io ho trovato condivisi in emule degli mp3 che La vedono, anzi vedrebbero, come interprete.

Ho capito subito che l'autore degli mp3 (tutta roba dell'800: Mertz, Coste, Giuliani e Tarrega) si è divertito a sfruttare il suo nome per far circolare le sue registrazioni evidentemente casalinghe più velocemente nei motori di ricerca.

Anch'io quando c'era Napster (sigh!mitico..) mettevo in giro gli mp3 della mia band nominandoli "Metallica - Pink Floyd - Dire Straits - chi più ne ha...- Nome della mia band - Titolo.mp3" centinaia di download.

Però noi eravamo rockettari che credvamo nell'autoproduzione e nel copyleft :)

 

Non è il peggiore degli "attentati" che ho subito nel corso della mia carriera. Tutti senza conseguenze, se non quelle di far apparire l'attentatore per quello che effettivamente era, o è: di volta in volta un invidioso livido o, più semplicemente, un cretino maldestro. Solo noi stessi possiamo renderci ridicoli, e non me la sento di far la parte di Maramaldo chiamando alla sbarra un povero di spirito.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  16
  • Content Count:  202
  • Reputation:   53
  • Joined:  02/18/2008
  • Status:  Offline

 

Non è il peggiore degli "attentati" che ho subito nel corso della mia carriera. Tutti senza conseguenze, se non quelle di far apparire l'attentatore per quello che effettivamente era, o è: di volta in volta un invidioso livido o, più semplicemente, un cretino maldestro. Solo noi stessi possiamo renderci ridicoli, e non me la sento di far la parte di Maramaldo chiamando alla sbarra un povero di spirito.

 

dralig

 

Dralig tiene qui un comportamento molto evangelico; e fa bene. D'altra parte, questo modo di rendersi maldestri è più comune di quanto si immagini. Negli anni '80, ad esempio, un chitarrista allora in voga dedicò per intiero un 33 a musiche di M.CastelnuovoTedesco, facendo troneggiare in copertina la prefazione al "Profilo" che quegli aveva scritto per me, e che era già stata pubblicata (ne ho ancora il manoscritto). Tolto l'ultimo periodo, sembrava stesa per il maldestro (ma C.T. era scomparso da un pezzo!).

Il contrario quindi di quanto avvenuto ad Angelo, ed anche qui sarà il caso di non maramaldeggiare. Gli estremi si toccano.

Per non parlare di esecuzioni radiofoniche e filmografiche...

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.