Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Capriccio Arabo, Francisco Tárrega


Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  3
  • Content Count:  19
  • Reputation:   0
  • Joined:  03/22/2006
  • Status:  Offline

Ciao Andrè

 

mi permetto di risponderti con grande leggerezza e senza polemica alcuna alle tue ripetute richieste di consigli sullo studio di alcuni brani...

 

Credo che il forum sia uno strumento molto utile per un confronto, seppur molto limitato e limitante, sul mondo della chitarra e che spesso si possano trarre degli spunti ("consigli" a mio avviso è già troppo) interessanti per orientare i propri interessi su una scelta piuttosto di un altra, su un chitarrista, su un brano, un esercizio e così via.

 

Ma alla domanda: "sto inziando a studiare questo brano, che consigli mi date?" sarebbe difficile dare una risposta anche dal vivo! Intendo dire che se questa domanda la fai al tuo maestro, che ti conosce e sa quali sono le tue caratteristiche probabilmete, ancor prima che tu inizi a studiare il brano, riesce a darti qualche linea guida utile...ma non di più! Sarebbe come chiedere: "vorrei iniziare a giocare a calcio....qualche consiglio?" senza sapere quanti anni hai, che fisico hai, come corri....

 

Inoltre la tua richiesta è arrivata per brani su cui ci sarebbero mesi di discussione solo sull'aspetto tecnico (Suite BWV 996 e Fuoco di Dyens!)...

Il fatto che tu abbia 13 anni non preclude, a mio avviso, la possibilità di cominciare a studiare questi brani, anche se sono convinto che alcuni aspetti richiedano un pizzico di maturità in più per essere assimilati al meglio...ma senza nessuna richiesta specifica come si può sparare a zero su un territorio così sconfinato...senza neanche conoscere le caratteristiche dell'interlocutore!

 

Poichè come ti ho detto all'inizio la mia non è una polemica ma un'osservazione che presumo di non essere stato l'unico a fare ti dico cosa farei io se ci tienessi veramente tanto ad avere dei consigli dai membri del forum: comincerei a studiare i brani, registrerei qualche frammento e poi lo posterei in allegato...così ci sarebbe almeno un briciolo di materiale su cui discutere. Oltretutto siamo in un epoca in cui la connettività dei ragazzi della tua età è massima, non avresti certamente problemi a farlo.

 

Spero di averti dato uno spunto

 

Ciao

Eugenio

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  8
  • Content Count:  51
  • Reputation:   0
  • Joined:  05/21/2009
  • Status:  Offline

La tua idea non è affatto sbagliata,e non la prendo assolutamente come polemica.Anch io pensavo di postare delle picole registrazioni per chiedere consigli, ma il problema è che non possiedo un apparecchio di registrazione.

quindi il consiglio che mi daresti sarebbe di iniziare a studiare i brani e poco a poco elencare le difficoltà che vi trovo?O è meglio che mi dedichi a qualcosa di piu semplice?

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  3
  • Content Count:  19
  • Reputation:   0
  • Joined:  03/22/2006
  • Status:  Offline

Ciao Andrè

 

mi fa piacere che tu abbia capito il senso del mio messaggio.

 

Il mio ripeto non è un consiglio e nemmeno ti direi di studiare qualcosa di più semplice...potresti essere un prodigio o un giovane talento...perchè tarparti le ali? Il problema è che nessuno eccetto chi ti ha ascoltato può suggerirti su cosa concentrare maggiormente le tue energie...quindi io dico che c'è sempre bisogno di una guida, di un insegnante che ti segua da vicino...poi se riesci a mandare una tua registrazione, ripeto anche solo di qualche frammento dei brani di cui parli, vedrai che certamente la nota disponibilità dei membri di questo forum non si smentirà!

 

Ciao

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  612
  • Reputation:   41
  • Joined:  02/10/2007
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Eugenio ha fatto un'ottima osservazione caro Andrè. Tra l'altro questo tuo passare da un brano all'altro con così tanta leggerezze, senza offesa neh, è segno di una mancanza di "percorso", come se tirassi alla cieca, come quelle farfalle che girano qui e la senza meta apparente. Dovresti come prima cosa lavorare con un insegnante che ti illustri il cammino e ti permetta di non disperdere energie e tempo. Un brano non è niente, un percorso è ciò che serve! ciao con simpatia

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  8
  • Content Count:  60
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/05/2008
  • Status:  Offline

Eugenio ha fatto un'ottima osservazione caro Andrè. Tra l'altro questo tuo passare da un brano all'altro con così tanta leggerezze, senza offesa neh, è segno di una mancanza di "percorso", come se tirassi alla cieca, come quelle farfalle che girano qui e la senza meta apparente. Dovresti come prima cosa lavorare con un insegnante che ti illustri il cammino e ti permetta di non disperdere energie e tempo. Un brano non è niente, un percorso è ciò che serve! ciao con simpatia

 

Quando un brano piace molto lo si deve leggere (a meno che non faccia male alle mani ovviamente). E una cosa che spinge di più a seguire il percorso di studi.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  612
  • Reputation:   41
  • Joined:  02/10/2007
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

un brano lo si deve leggere se ha senso relativamente al proprio percorso di studio, altrimenti non solo non serve ma è dannoso. Un conto è aver voglia di fare, adeguatamente al proprio livello, un altro è tirare a fare di tutto senza sapere bene dove andare.

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.