Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Étude Nr. 1, Heitor Villa-Lobos


Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  16
  • Content Count:  93
  • Reputation:   0
  • Joined:  03/08/2009
  • Status:  Offline

Ciao,

sono alle prese con questo bellissimo studio, tuttavia ho dei seri problemi nel cambio di accordo fra la battuta 5 e 6, ovvero non riesco a reggere quel rivolto di Mi maggiore con l'estensione del 4 al IV tasto e con il 2 e il 3 rispettivamente sul SI e DO al II tasto.

C'è qualche esercizio che mi possa venire in aiuto in questo caso? Magari qualcosa di specifico sull'indipendenza del mignolo dall'anulare, che me li sento troppo legati fra di loro.

Grazie e a presto!

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  8
  • Content Count:  51
  • Reputation:   0
  • Joined:  05/21/2009
  • Status:  Offline

Al secondo tasto non ci sono mi e si?

Comunque la posizione che intendi dovrebbe essere questa:sol# al IV, si al II,mi al II,sol#al I.Ti consigli solo di starci un po di tempo allungando il dito piano piano. Per la scioltezza delle dita ti consiglio di fare esercizi di legature ascendenti e discendenti dito per dito e tenendo il tempo giusto.

Cordialmente

Andrea

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  16
  • Content Count:  93
  • Reputation:   0
  • Joined:  03/08/2009
  • Status:  Offline

hai ragione SI e MI, il DO non so come mi sia venuto in mente, comunque la posizione è quella.

 

Gli allungamenti piano piano li sto facendo ed un po' inziano a vedersi i risultati, ma ancora troppo c'è da lavorare.

 

Gli esercizi sui legati non mi sembrano molto adeguati al contesto, anche se forse potrebbe essere utile farli con il 3 prestando la massima attenzione a non muovere il 4, e poi viceversa, con l'obiettivo di raggiungere una certa indipendenza fra le due... che dite?

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  8
  • Content Count:  60
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/05/2008
  • Status:  Offline

Ciao,

 

sono alle prese con questo bellissimo studio, tuttavia ho dei seri problemi nel cambio di accordo fra la battuta 5 e 6, ovvero non riesco a reggere quel rivolto di Mi maggiore con l'estensione del 4 al IV tasto e con il 2 e il 3 rispettivamente sul SI e DO al II tasto.

 

C'è qualche esercizio che mi possa venire in aiuto in questo caso? Magari qualcosa di specifico sull'indipendenza del mignolo dall'anulare, che me li sento troppo legati fra di loro.

 

Grazie e a presto!

 

Anche io ho avuto questo problema, ma sta tranquillo, svanisce col tempo. L'importante è tenere sempre d'occhio quella posizione, ed estendere la mano al massimo ogni volta, senza lasciarla mai "a riposo".

All'inizio trovavo quella posizione assurda, ma poi l'ho risolta senza neanche accorgermi.

E' come quando si impara il barrè: occorre solo aspettare.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  16
  • Content Count:  93
  • Reputation:   0
  • Joined:  03/08/2009
  • Status:  Offline

Grazie questo mi conforta! :)

 

Quella che hai descritto è un po' la stessa cosa che mi è successa con un dia de noviembre con quel barrè al VII e l'estensione del 4 sul mi

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  6
  • Content Count:  34
  • Reputation:   0
  • Joined:  10/06/2008
  • Status:  Offline

Ti potrebbero aiutare degli esercizi di estensione della mano sinistra.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  16
  • Content Count:  93
  • Reputation:   0
  • Joined:  03/08/2009
  • Status:  Offline

Ciao,

 

sono alle prese con questo bellissimo studio, tuttavia ho dei seri problemi nel cambio di accordo fra la battuta 5 e 6, ovvero non riesco a reggere quel rivolto di Mi maggiore con l'estensione del 4 al IV tasto e con il 2 e il 3 rispettivamente sul SI e DO al II tasto.

 

C'è qualche esercizio che mi possa venire in aiuto in questo caso? Magari qualcosa di specifico sull'indipendenza del mignolo dall'anulare, che me li sento troppo legati fra di loro.

 

Grazie e a presto!

 

Anche io ho avuto questo problema, ma sta tranquillo, svanisce col tempo. L'importante è tenere sempre d'occhio quella posizione, ed estendere la mano al massimo ogni volta, senza lasciarla mai "a riposo".

All'inizio trovavo quella posizione assurda, ma poi l'ho risolta senza neanche accorgermi.

E' come quando si impara il barrè: occorre solo aspettare.

 

Eh si alla fine è successo come hai detto tu... la difficoltà è praticamente sparita e non ho ancora capito come :)

 

Ora il problema sono proprio i barrè... Da quando metto il LAm al V sino all'inizio della discesa cromatica è una sofferenza incredibile sulla base del pollice, e alcune corde non vogliono saperne di suonare (anche qui, consigli particolari?)

 

Poi verrà il bello con la serie di legati...

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  8
  • Content Count:  51
  • Reputation:   0
  • Joined:  05/21/2009
  • Status:  Offline

Per i barrè ti consiglio di non mettere tanta forza,altrimenti il pollice subisce molto.Praticamente devi arrivare al punto che metti il barrè senza fatica.Ogni tanto,durante lo studio,chessò,fra una scala e un altra,prova a fare un barrè senza mettere forza e suona:dopo un paio di giorni ti verrà tutto bene.

Per la scala di legati ti posso consigliare solo di studiarla lentissimamente separata da tutto il resto del pezzo.Una che ti viene studia alla perfezione i passaggi che legano la scala al resto del brano.E'un lavoro lunghetto,ma dovrebbe funzionare.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  8
  • Content Count:  51
  • Reputation:   0
  • Joined:  05/21/2009
  • Status:  Offline

ah,per i barrè:tieni il pollice nella giusta posizione al centro del manico:un po' piu su o in giu darà dei grossi fastidi anche in futuro.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  8
  • Content Count:  60
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/05/2008
  • Status:  Offline

Eh si alla fine è successo come hai detto tu... la difficoltà è praticamente sparita e non ho ancora capito come

 

Ora il problema sono proprio i barrè... Da quando metto il LAm al V sino all'inizio della discesa cromatica è una sofferenza incredibile sulla base del pollice, e alcune corde non vogliono saperne di suonare (anche qui, consigli particolari?)

 

Poi verrà il bello con la serie di legati...

 

Per quanto riguarda i barrè mettici molta forza, e la fatica si farà sentire sempre meno col passare del tempo (molla la posizione solo quando ti fa male la mano, non quando è affaticata). Questo ovviamente quando sono generalmente tutte le corde a non sentirsi. Se sono solo alcune invece, è colpa di alcuni punti del dito dove la pressione è molto ridotta rispetto al resto. E lì dovresti studiare bene la conformazione dell'indice, in modo da riuscire a mettere pressione su tutte le corde (ho incontrato da poco un problema analogo nello studio 11, dove è richiesto il barrè col mignolo, e anche li sto applicando lo stesso ragionamento). Ma anche qui col passare del tempo e con molto studio risolvi tutto.

 

Per quanto riguarda la parte sui legati invece, studiala più lentamente che puoi. E' importante che alla fine, dopo un accurato studio, i legati siano chiarissimi e non nascosti dalla velocità (cosa che si può notare in tantissime esecuzioni sceme).

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.