Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Matanya (and English readers) learn the new musicology


Angelo Gilardino
 Share

Recommended Posts


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Ciao Matanya, at the best of my knowledge, you are one of the most competent musicologists who devoted their searches to the guitar repertoire. Maybe that in your surfing of this forum you have missed a revelation -published yesterday - that will change the rules of musicology universally known and accepted so far. Thus, I take the freedom of leading you to this new Bible. In the thread devoted to Gianni Nuti's new Handbook of Guitar History, the discussion turned upon the fact that the Gangi-Carfagna edition of Tárrega's Complete Works included a good deal of pieces wrongly attributed to the Spanish guitarist-composer. It is a long list. Namely, Frédéric Zigante offered a short sample of these attributions: Gangi-Carfagna edition, published by Bèrben, includes in the book devoted to Tárrega's original Preludes the Trio of the "Canzonetta" by Mendelssohn, the theme of Sor's "Fantasia op. 7", a couple of passages from the Fugue BWV 1000 by Bach, etc. (really the list of the wrong attibutions included in the four volumes could be much longer, but mercifully Zigante restrained his list to these examples).

 

Mr Roberto Fabbri, an Italian guitarist, historian and scholar, has published yesterday a messages where he claims - literally cut and pasted from his message:

 

"Se un autore come Tarrega si serviva di "citazioni" da pezzi di altri compositori per la stesura dei suoi pezzi, cui poi dava un titolo, in quel momento questi pezzi divenivano suoi a tutti gli effetti.

L'eventuale plagio è quindi "colpa" (se così si vuole chiamarla) solamente del compositore, non attribuibile a coloro che poi negli anni hanno pubblicato i suoi lasciti. "

 

Faithfully translated: "If an author such as Tárrega used from pieces of other composers for writing his own pieces, to which he subsequently gave a title, in that moment those pieces became his own in every respect [yes, in every respect, the translation is literal]. The possible plagiarism is thus a guilt (if one wants to call it so) only of the composer, and it cannot be attributed to those who in the following years have published his inheritage".

 

So, the editors who missed to recognize, in the "Tárrega Preludes", the works of other composers, and re-published them as Tárrega's original music, are musicologically faultless, and no blame should be given to them: musicologists have no responsibility of discovering plagiarisms, and making themselves aware of the fact that a piece has been written by Sor and falsely attributed to Tárrega does not fall within their duties. If so, which is the task of musicologists has not yet been revealed, but perhaps it will be in one of the next instalments of Mr Fabbri new musicology foundation.

 

I guess that - as the musicologist who returned to its true author, François de Fossa, one of "Tárrega's original pieces" - you might be illuminated by such a revelation. If you do not feel richer after such a gift, move to Italy.

 

Ciao.

 

ag

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  9
  • Content Count:  102
  • Reputation:   0
  • Joined:  12/20/2007
  • Status:  Offline

Che strano, è la prima volta che vedo qualcuno implorare aiuto oltre oceano.

Forse che questa è un'occasione veramente ghiotta?

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Che strano, è la prima volta che vedo qualcuno implorare aiuto oltre oceano.

Forse che questa è un'occasione veramente ghiotta?

 

E' anche la prima volta che tenta di leggere un testo in inglese, lingua che evidentemente non conosce. Altrimenti avrebbe capito che, lungi dall'implorare aiuto, il messaggio lo offre: Matanya Ophee, come me, non sa come ci si comporta con le attribuzioni di autorship delle musiche, e io gli segnalo un'"occasione veramente ghiotta" (si, più ghiotta non si potrebbe) per imparare. Non vorrà mica che una lapide musicologica come quella dettata dal Suo illustre committente di recensioni venga letta solo in Italia? Le nostre glorie dobbiamo farle conoscere, non Le pare?

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  7
  • Content Count:  98
  • Reputation:   4
  • Joined:  12/12/2005
  • Status:  Offline

 

So, the editors who missed to recognize, in the "Tárrega Preludes", the works of other composers, and re-published them as Tárrega's original music, are musicologically faultless, and no blame should be given to them: musicologists have no responsibility of discovering plagiarisms, and making themselves aware of the fact that a piece has been written by Sor and falsely attributed to Tárrega does not fall within their duties. If so, which is the task of musicologists has not yet been revealed, but perhaps it will be in one of the next instalments of Mr Fabbri new musicology foundation.

 

I guess that - as the musicologist who returned to its true author, François de Fossa, one of "Tárrega's original pieces" - you might be illuminated by such a revelation. If you do not feel richer after such a gift, move to Italy.

 

Trasferirsi in Italia è davvero un argomento che occupa il mio pensiero in questi ultimi tempi, ora che Margarita sta prendendo in considerazione, infine, a ritirarsi dalla sua posizione di professore universitario. Ma le ragioni per farlo deve essere il vino, la panissa vercellese, il clima, ei miei amici. Ho abbastanza gente stupida qui in America.

 

Se il sig. Fabbri non comprendere il ruolo di musicologia e di ricerca storica sulla vita e l'opera di persone che avevano lasciato i frutti della loro ispirazione, ed è disposta a prendere in considerazione che un plagio, una volta commesso, può essere difeso dalla presunzione di non colpevolezza delle persone che dovrebbero sapere che cosa stanno parlando, allora posso solo concludere che mi dispiace per lui e per i lettori non informati di questo forum, che accettano di sciocchezze come questa, come se fosse la verità.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  9
  • Content Count:  102
  • Reputation:   0
  • Joined:  12/20/2007
  • Status:  Offline

Che strano, è la prima volta che vedo qualcuno implorare aiuto oltre oceano.

Forse che questa è un'occasione veramente ghiotta?

 

E' anche la prima volta che tenta di leggere un testo in inglese, lingua che evidentemente non conosce. Altrimenti avrebbe capito che, lungi dall'implorare aiuto, il messaggio lo offre: Matanya Ophee, come me, non sa come ci si comporta con le attribuzioni di autorship delle musiche, e io gli segnalo un'"occasione veramente ghiotta" (si, più ghiotta non si potrebbe) per imparare. Non vorrà mica che una lapide musicologica come quella dettata dal Suo illustre committente di recensioni venga letta solo in Italia? Le nostre glorie dobbiamo farle conoscere, non Le pare?

 

dralig

 

.....guardi che l'inglese lo leggo benissimo, non si preoccupi......

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Che strano, è la prima volta che vedo qualcuno implorare aiuto oltre oceano.

Forse che questa è un'occasione veramente ghiotta?

 

E' anche la prima volta che tenta di leggere un testo in inglese, lingua che evidentemente non conosce. Altrimenti avrebbe capito che, lungi dall'implorare aiuto, il messaggio lo offre: Matanya Ophee, come me, non sa come ci si comporta con le attribuzioni di autorship delle musiche, e io gli segnalo un'"occasione veramente ghiotta" (si, più ghiotta non si potrebbe) per imparare. Non vorrà mica che una lapide musicologica come quella dettata dal Suo illustre committente di recensioni venga letta solo in Italia? Le nostre glorie dobbiamo farle conoscere, non Le pare?

 

dralig

 

.....guardi che l'inglese lo leggo benissimo, non si preoccupi......

 

Anche gli altri partecipanti al forum lo leggono benissimo, non si preoccupi.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Admin
  • Topic Count:  1,016
  • Content Count:  3,633
  • Reputation:   227
  • Joined:  11/14/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Trasferirsi in Italia è davvero un argomento che occupa il mio pensiero in questi ultimi tempi, ora che Margarita sta prendendo in considerazione, infine, a ritirarsi dalla sua posizione di professore universitario. Ma le ragioni per farlo deve essere il vino, la panissa vercellese, il clima, ei miei amici. Ho abbastanza gente stupida qui in America.

 

[OT]

Dalle parti dove vivo, Matanya, non posso certo farti assaggiare la panissa ma in quanto a vino, clima e amicizia posso garantire quantità e qualità illimitate.

[/OT]

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Admin
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  193
  • Reputation:   42
  • Joined:  03/13/2006
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Che strano, è la prima volta che vedo qualcuno implorare aiuto oltre oceano.

Forse che questa è un'occasione veramente ghiotta?

 

E' anche la prima volta che tenta di leggere un testo in inglese, lingua che evidentemente non conosce. Altrimenti avrebbe capito che, lungi dall'implorare aiuto, il messaggio lo offre: Matanya Ophee, come me, non sa come ci si comporta con le attribuzioni di autorship delle musiche, e io gli segnalo un'"occasione veramente ghiotta" (si, più ghiotta non si potrebbe) per imparare. Non vorrà mica che una lapide musicologica come quella dettata dal Suo illustre committente di recensioni venga letta solo in Italia? Le nostre glorie dobbiamo farle conoscere, non Le pare?

 

dralig

 

Non ha proprio nulla da fare per perdere tempo in questa maniera! :twisted: ma come ho già detto da un altra parte la perdono ah! ah! ah!

 

Non ci siamo. O intervieni per rispondere sull'argomento o sei invitato a evitare questo inutile flooding incluso l' "ah ah ah" da chat. Diamoci una regolata.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Che strano, è la prima volta che vedo qualcuno implorare aiuto oltre oceano.

Forse che questa è un'occasione veramente ghiotta?

 

E' anche la prima volta che tenta di leggere un testo in inglese, lingua che evidentemente non conosce. Altrimenti avrebbe capito che, lungi dall'implorare aiuto, il messaggio lo offre: Matanya Ophee, come me, non sa come ci si comporta con le attribuzioni di autorship delle musiche, e io gli segnalo un'"occasione veramente ghiotta" (si, più ghiotta non si potrebbe) per imparare. Non vorrà mica che una lapide musicologica come quella dettata dal Suo illustre committente di recensioni venga letta solo in Italia? Le nostre glorie dobbiamo farle conoscere, non Le pare?

 

dralig

 

Non ha proprio nulla da fare per perdere tempo in questa maniera! :twisted: ma come ho già detto da un altra parte la perdono ah! ah! ah!

 

Grazie, Maestro Fabbri. Ci terrei tanto a sapere da dove ha emesso il Suo decreto di perdono nei miei confronti: sa, io non posseggo nemmeno un'utilitaria, e l'idea che qualcuno, magari mentre viaggiava a bordo sua Mercedes o addirittura del suo aereo personale, tra un festival e l'altro, mi abbia perdonato, mi aiuterebbe a giungere a sera, confortato dalla speranza di poter anch'io, un giorno, raggiungere il successo.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Admin
  • Topic Count:  1,016
  • Content Count:  3,633
  • Reputation:   227
  • Joined:  11/14/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Comunque visto che dralig ha voluto esportare la diatriba su Tarega oltre oceano, sappi che il mio intervento era scaturito dallo sdegno derivante dal fatto che dopo quaranta anni, non si sa per quale recondito motivo, dralig si sia palesato con la sua "offensiva" verso l'opera Tarreghiana di Gangi e Carfagna.

 

Roberto, mettiamo ordine: ma siamo d'accordo sul fatto che alcune delle opere di quella collana non sono opere originali di Francisco Tárrega?

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.