Jump to content

Antonio Sinopoli


Guest Klimt

Recommended Posts

Buonasera,

 

stavo cercando qualche notizia sulla figura del suddetto ma ho notato che anche in rete c'è grande carenza. Sapreste indicarmi siti/ testi/ riviste che possano contenere qualcosa su di lui?

 

Vi ringrazio

Link to comment
Share on other sites

Buonasera,

 

stavo cercando qualche notizia sulla figura del suddetto ma ho notato che anche in rete c'è grande carenza. Sapreste indicarmi siti/ testi/ riviste che possano contenere qualcosa su di lui?

 

Vi ringrazio

 

In biblioteca ci dovrebbero essere testi recenti su cui cercare.

Una curiosità: mi ricordo di quando il figlio Marco studiava a S.Cecilia in classe di Carfagna.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Members
  • Topic Count:  87
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Buonasera,

 

stavo cercando qualche notizia sulla figura del suddetto ma ho notato che anche in rete c'è grande carenza. Sapreste indicarmi siti/ testi/ riviste che possano contenere qualcosa su di lui?

 

Vi ringrazio

 

Non mi risulta che siano stati pubblicati studi monografici sul maestro argentino. Egli nacque nel 1878 nella provincia di Buenos Aires (San Isidro) e morì nella capitale nel 1964. Fu allievo di Julio Sagreras. Con questi, suonò anche in duo e, insieme a Domingo Prat, in trio. I primi due decenni del Novecento videro l'affermarsi di una scuola argentina di chitarra, che affondava le radici nel secolo precedente, e che era abbastanza diversa da quella tarreghiana, i cui esponenti (da Llobet alla Robledo) visitavano il paese piuttosto spesso. Il trio Sagreras-Sinopoli-Prat fu l'espressione di un compromesso tra le due scuole. Poi, nel 1920, a Buenos Aires sarebbe arrivato Segovia con i suoi concerti...

 

Sinopoli studiò composizione a partire dal 1910. In Europa, il suo nome fu associato, a partire dagli anni Cinquanta, a un'edizione (Ricordi BA) molto particolare del Metodo di Aguado, integrata da studi e brani di numerosi altri autori. Il metodo Aguado-Sinopoli ebbe i suoi sostenitori e i suoi critici. Io ne conservo una copia. E' interessante leggere le didascalie sinopoliane: era un didatta scrupoloso e pieno di preoccupazioni (che oggi risultano persino un po' comiche).

 

In un supplemento allegato al Metodo, Sinopoli include la sua trascrizione della Ciaccona di Bach. Secondo le informazioni pervenutemi, tale trascrizione fu effettuata nel 1920. Fu quindi la prima, almeno tra quelle che poi videro la pubblicazione. Risulta però che non fu la prima in assoluto, perché nel 1913 la Ciaccona fu trascritta dal grande cieco Antonio Jinénez Manjon. La peculiarità della trascrizione di Sinopoli è la scelta del tono di Mi minore. Le sue composizioni non rivelano un genio, ma un dignitoso artigiano della musica: per lo meno, sapeva scrivere un pezzo decente.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites

Buonasera,

 

stavo cercando qualche notizia sulla figura del suddetto ma ho notato che anche in rete c'è grande carenza. Sapreste indicarmi siti/ testi/ riviste che possano contenere qualcosa su di lui?

 

Vi ringrazio

 

In biblioteca ci dovrebbero essere testi recenti su cui cercare.

Una curiosità: mi ricordo di quando il figlio Marco studiava a S.Cecilia in classe di Carfagna.

 

 

Mi fanno notare che ho commesso una grande sbadataggine confondendo Antonio con Giuseppe Sinopoli.

Ringrazio per non aver infierito.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.