Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Consumo e lubrificazione delle unghie


kokis80
 Share

Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  11
  • Content Count:  116
  • Reputation:   0
  • Joined:  12/15/2005
  • Status:  Offline

Lo spunto nasce da una serie di problemi che sto incontrando: il primo é una questione sicuramente croce di molti, cioè il consumo "naturale" delle unghie.

Sicuramente alcuni brani ci obbligano ad eseguire passaggi che consumano molto l'unghia: in particolare credo che la mia bestia nera, per il momento, sia lo Studio n° 2 di HVL.

Mi chiedevo in che modo voi riuscite ad arginare questo fenomeno: una soluzione che ho adottato è il nastro adesivo. Il problema é che quello trasparente é troppo sottile per funzionare a dovere, mentre il nastro isolante crea una patina troppo alta ed "ammortizzante" per essere una soluzione definitiva, la sensibilità sul tocco mi sembra venga troppo falsata.

Nella ricerca di tale soluzione ho provato anche a "lubrificare" l'unghia, utilizzando della vaselina bianca, come ho visto utilizzare sia da Barrueco che da de Lucia. Non mi sembra che tale espediente risulti vincente contro "l'erosione" inesorabile dell'unghia, ma devo ammettere che la sensazione che si ha suonando unto come una patata fritta non mi dispiace e in alcune situazioni, come può essere l'esecuzione del tremolo o di una scala con tocco appoggiato, mi sembra faciliti l'esecuzione, rendendo lo sgancio dalla corda più semplice.

Non so se é una sensazione "momentanea", se in realtà la lubrificazione dell'unghia provochi una serie di inconvenienti di cui non mi sono ancora reso conto. Certo, una cosa non posso fare a meno di notarla: come mai tra gli esecutori di musica flamenco é una pratica piuttosto diffusa mentre tra i chitarristi classici non é utilizzata quasi per niente?

Aspetto il racconto delle vostre esperienze

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  7
  • Content Count:  30
  • Reputation:   3
  • Joined:  11/26/2005
  • Status:  Offline

Sigh...! Problema comune! :(

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  6
  • Content Count:  76
  • Reputation:   0
  • Joined:  11/27/2005
  • Status:  Offline

ciao se vuoi usare lo scotch usa assolutamente quello marrone da pacchi è il più sottile e più resistente (hai presente che fatica a toglierlo?)

devi però stare attento a metterlo bene :tagli il pezzetto, lo inserisci sotto l'unghia e poi fai tanti taglietti per sagomarlo.

personalmente ho trovato un metodo più efficace contro l'"erosione".

uso uno smalto molto potente che si usa post-ricostruzione unghia e una mano di smalto "french" quello bianco che usano le signorine.

quest'ultimo è molto resistente e, a quanto ,vedo l'unghia non si consuma quasi (con l vantaggio che ho sempre il mio vero suono)

ciao

GIo

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  11
  • Content Count:  58
  • Reputation:   7
  • Joined:  01/21/2006
  • Status:  Offline

Per non consumare le unghie, uso un pizzico di colla Attack-gel (lo so! fa male) sulla punta delle unghie. Solo sulla parte terminale.

Una volta usavo anch'io il nastro

 

 

CS

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  4
  • Content Count:  33
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/13/2006
  • Status:  Offline

ciao kokis, anche io ho provato di tutto, non ultimo imparare a suonare con unghie cortissime... ma poi sono tornato sui miei passi.

 

Alla fine, secondo me, una soluzione definitiva non c'e', se non quella degli smalti fortissimi ( che pero' un poco mi imbarazzano) e la rassegnazione a mettersi o costruirsi un' unghia finta quando ho un concerto e un' unghia troppo consumata...

 

Quando devo studiare molto prima di un concerto cerco di non angolare troppo la mano per salvare l' unghia e rinuncio al suono.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  16
  • Content Count:  255
  • Reputation:   9
  • Joined:  12/08/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Per non consumare le unghie, uso un pizzico di colla Attack-gel (lo so! fa male) sulla punta delle unghie. Solo sulla parte terminale.

Una volta usavo anch'io il nastro

 

 

CS

Ciao Christian.

Ho molti alunni che usano il nastro adesivo, quello marrone da imballaggio, ma inevitabilmante il suono ne risente.

Anche io uso (da circa 20 anni!!) super Attack sulla punta delle unghie.

Per il pollice in maniera costante, per le altre dita solo nei momenti di particolare impegno di studio.

In questa maniera ciò che si consuma è lo strato di colla e non l'unghia. Naturalmente quando lo strato di colla si consuma è possibile rimetterne un altro.

Vorrei anche dire che bisogna fare molta attenzione: MAI mettere la colla direttamente con il beccuccio sull'unghia.

Meglio spargere qualche goccia su una superficie qualsiasi e poi prenderne un po' - magari a più riprese, tanto asciuga subito - con la punta di una limetta.

Uso questo in abbinamento ad una carta abrasiva fine che ha una patina di silicone sopra. Il silicone lascia un impercettibile strato morbido sulla punta dell'unghia che riempie le microscopiche ruvidezze residue.

Il risultato si sente anche nel suono: provare per credere!

Un saluto,

L

 

PS: perché dici che fa male??

PS1: Con Attack incollo anche le unghie rotte, quando non sono spezzate sulla carne (cosa che, in verità, non mi è mai capitata)

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  4
  • Content Count:  33
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/13/2006
  • Status:  Offline

Maestro, immagino che quanto al far male si riferisse al fatto che l' attack contiene cianuro che potrebbe essere assorbito dall' unghia e... forse finire nel nostro corpo.

 

Ma potrei aver detto una castroneria...

 

Anche io incollo le unghie rotte con questa colla.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  1
  • Content Count:  9
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/15/2006
  • Status:  Offline

Uso questo in abbinamento ad una carta abrasiva fine che ha una patina di silicone sopra. Il silicone lascia un impercettibile strato morbido sulla punta dell'unghia che riempie le microscopiche ruvidezze residue.

Il risultato si sente anche nel suono: provare per credere!

 

Ciao Lucio.

 

Consigli questa carta abrasiva al silicone anche se non si usa l'attack?

Cioe' anche per levigare direttamente l'unghia?

 

Che carta e'? Dove si puo' reperire?

 

Grazie

 

Carlo

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  16
  • Content Count:  255
  • Reputation:   9
  • Joined:  12/08/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Maestro, immagino che quanto al far male si riferisse al fatto che l' attack contiene cianuro che potrebbe essere assorbito dall' unghia e... forse finire nel nostro corpo.

 

Ma potrei aver detto una castroneria...

 

Anche io incollo le unghie rotte con questa colla.

Ciao Davide.

La componente cianacrilica di cui è composta la colla Attack è certo tossica per il corpo umano.

Mettendola sulla punta dell'unghia (che è una lamina di sostanza cornea) non da alcun problema. La punta dell'unghia è costituita da cellule praticamente già morte.

Invece non dovrebbe essere messa sulla parte che è attaccata alla carne perchè la sostanza di cui è composta non permetterebbe il passaggio dell'aria alla carne nella parte che è ancora attaccata all'unghia.

 

Per quello che riguarda la mia esperienza ti posso dire che non mi è mai successo niente, anche quando mi si è attaccato "tutto" nel punto in cui l'unghia si separa dal polpastrello. Solo il fastidio di dover attendere uno o due giorni che passasse la sgradevole sensazione di impaccio dovuto all'attaccatura. C'è anche da dire che la colla sulla pelle si stacca da sola perché il sudore la fa sgretolare.

 

Tuttavia so di alcuni chitarristi che hanno avuto anche problemi di infezioni o di cambiamento della consistenza dell'unghia. Quasi sempre però si è trattato di un uso smodato e non attento.

Ciao,

L

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  16
  • Content Count:  255
  • Reputation:   9
  • Joined:  12/08/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Uso questo in abbinamento ad una carta abrasiva fine che ha una patina di silicone sopra. Il silicone lascia un impercettibile strato morbido sulla punta dell'unghia che riempie le microscopiche ruvidezze residue.

Il risultato si sente anche nel suono: provare per credere!

 

Ciao Lucio.

 

Consigli questa carta abrasiva al silicone anche se non si usa l'attack?

Cioe' anche per levigare direttamente l'unghia?

 

Che carta e'? Dove si puo' reperire?

 

Grazie

 

Carlo

Ciao Carlo.

Naturalmente sì, può essere usata anche da sola. Io mi ci trovo bene.

John Martin, il nostro editor americano, me la fece conoscere alcuni anni fa durante un nostro tour negli USA e me ne mandò alcuni fogli.

Mi fu regalata anche in Germania al Festival di Iserlohn ma credo che si trovi anche in Italia.

E' della 3M ed è siglata 405N TRI-M-ITE. La grana non è molto fine (500) ma diventa subito sottile col consumo. Usandola come rifinitura dura molto tempo. Esteticamente è grigia ed il supporto in cartoncino è molto sottile.

 

Ciao,

L

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.