Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Preludio "Saudade", Agustín Barrios Mangoré


Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  39
  • Content Count:  391
  • Reputation:   88
  • Joined:  12/19/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Curiosando e meditando sulla scrittura dell'arpeggio del Preludio.
Apparentemente sembrerebbe un arpeggio alla "Giuliani" se ci si ferma alle sole semicrome regolari ma le risonanze che entrano in atto nelllo spettro armonico delle altezze (e del timbro delle corde su cui è realizzato l'arpeggio crea disegni e figure interessanti) ...

un tentativo di rappresentare alcune delle molteplici possibilità che si possono ottenere..
un esercizio interessante nel provare a controllare e percepire nello scorrere del flusso armonico l'articolazione delle varie "figure" fino a controllarle dinamicamente e timbricamente creando una texture al di sotto del profilo superiore che con la sua tensione armonica sostiene le semplici figure melodiche dandogli quella magica "saudade" ..
Ad esempio vi è una sola nota che viene presentata una volta e che se accentata crea un colore particolare..

un arpeggio decisamente intrigante..

m

post-63-134848580995_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Admin
  • Topic Count:  1,016
  • Content Count:  3,763
  • Reputation:   424
  • Joined:  11/14/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Qualsiasi sia l'angolo di visione, pensare che questa pagina sia scritta pensando ad una banale melodia accompagnata è davvero riduttivo!

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  39
  • Content Count:  391
  • Reputation:   88
  • Joined:  12/19/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

bella decostruzione Marcello

procedimento tipico minimalista.

Ti propongo un'altra lettura, molto più complessa, ma tipica in alcuni interpreti (ad esempio Gould) che avvicinerebbe questa prassi al puntillismo seriale: invece di tenere tutte le voci per la durata della battuta prova a "ridurre" la durata del ribattuto (ad esempio in due voci). La tessitura diverebbe molto pi incalzante... Compositivamentepoi uso spesso questo espedienete per far "esplodere" elementi delll'arpeggio in altro, facendoli diventare spesso voci indipendenti di un contrappunto.

 

Si Fabio, avevo in mente proprio Gould e il suo modo di lavorare in Bach. Ad esempio lo stesso preludio n.1 in Do Maggiore dal Clavicembalo ben temperato, in cui adopera quella particolare articolazione evidenziano alcune note dell'arpeggio, facendogli assumere delle figure particolari e autonome.

 

 

Non avendo una "vera" figurazione melodica il preludio di Barrios, intesa come melodia, ma solo una cellula reiterata che si compenetra nel flusso armonico e nei suoi colori, il trattamento contrappuntistico dell'arpeggio diventa la vera ricerca interessante.

 

m

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  39
  • Content Count:  391
  • Reputation:   88
  • Joined:  12/19/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

 

un caleidoscopio di figure musicali

non so se ti rendi conto ma questo modo di pensare l'articolazione di semplici arpeggi farebbe tremare anche il chitarrista pluridiplomato se messo di fronte ai primi arpeggi di Giuliani :)

 

beh .. se si limita a credere che gli arpeggi di Giuliani siano solo una successione Tonica/Dominante e che una volta che la "tecnica meccanica" funziona ... vivrà felice per il resto della propria vita.

Non è la "tecnica musicale" che da vita continua a quella meccanica?.. forgiando continuamente e rigenerando gesti e immagini sonore sempre nuove..? se uno si accontenta di fare solo ginnastica (per quanto importante) resterà sempre in superficie..

 

Per continuare la provocazione.. credi che sarebbe piaciuto a G.Gould questo "arpeggio"?..

(questo è uno dei modi che uso per riscaldare le mie dita)..

 

Bach Preludio Bwv 999

(altro arpeggio "semplice")..

 

 

1) staff: come si "presenta" la scrittura del preludio (e dove molti pensano che si esaurisca il tutto)

2) staff: la sua "trasposizione" sulle corde a vuoto per lo studio della formula "meccanica"..

3) staff: le sequenze armoniche "riassuntive" e il loro percorso..

4/5/6/7) staff: la "partitura" e lo studio delle "voci" che contengono l'arpeggio e la loro collocazione ritmica nel flusso melodico/armonico..

 

un buon punto di partenza per "pensare" le note..che formano l'arpeggio..

 

m

post-63-134848581001_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.