Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Repertorio per chitarra e pianoforte /2


monch
 Share

Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  17
  • Content Count:  124
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/15/2006
  • Status:  Offline

Vi sarei grado se mi aiutaste nella ricerca di repertorio trascritto od originale (se esiste) per chitarra e pianoforte.

grazie

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 21
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Vi sarei grado se mi aiutaste nella ricerca di repertorio trascritto od originale (se esiste) per chitarra e pianoforte.

 

grazie

 

Nel repertorio ottocentesco, non ha che da accomodarsi (attenzione, molte musiche originali richiedono il fortepiano).

 

Nel Novecento, c'è poco da scialare:

 

Hans Haug, Fantasia

Mario Castelnuovo-Tedesco, Fantasia

Carlo Mosso, Fantasia

Guido Santorsola, Sonate (scritte genericamente para guitarra y clave, quindi con opzione tra chitarra e piano)

C'è anche qualche lavoro di Margola, Borlenghi, Bruno Canino, etc.,

 

Non è - e penso che non sarà mai - un vero e proprio repertorio.

 

AG

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  17
  • Content Count:  124
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/15/2006
  • Status:  Offline

Maestro presente e gentilissimo come sempre.

Chitarra e piano è una strada che mi sento di percorrere, a mio parere può essere un accostamento da valorizzare.

Oltre ai pezzi originali cercherò anche trascrizioni e più avanti ancora ne trascriveremo noi stessi.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Maestro presente e gentilissimo come sempre.

Chitarra e piano è una strada che mi sento di percorrere, a mio parere può essere un accostamento da valorizzare.

Oltre ai pezzi originali cercherò anche trascrizioni e più avanti ancora ne trascriveremo noi stessi.

 

In arte, mai dire mai. Si può essere scettici, si, ma non categorici. Un grande chitarrista italiano mi ha chiesto tempo fa che cosa ne pensassi di una eventuale trascrizione del concerto di Villa-Lobos per chitarra e pianoforte (non mi riferisco alla riduzione pubblicata, fatta solo per le prove). Gli ho risposto che è possibile fare qualcosa che, complessivamente, suona meglio di quello che si sente quando si ascolta il concerto con l'orchestra, nonostante l'amplificazione della chitarra. Il fatto è che sorgono problemi di autorizzazioni, di copyright, di costo del lavoro...

 

Comunque, le cose migliori finora le ha fatte Santorsola.

 

ag

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  238
  • Content Count:  1,196
  • Reputation:   0
  • Joined:  01/31/2006
  • Status:  Offline

Ho letto le citazioni di queste opere, nel catalogo di Ut Orpheus, tutte curate da Mario Martino:

 

Ludwig van Beethoven (1770-1827)

Variazioni sopra un tema del «Flauto Magico» di Mozart trascritte da Ferdinando Carulli (op. 169) per Pianoforte e Chitarra

Anno ed.: 1998

ISMN: M-2153-0246-4

 

 

Ferdinando Carulli (1770-1841):

-Duo op. 11(a) per Pianoforte e Chitarra

Anno ed.: 2002

ISMN: M-2153-0722-3

Struttura: Partitura e Parti

 

- Duo op. 150 per Pianoforte e Chitarra

Anno ed.: 2002

ISMN: M-2153-0728-5

Struttura: Partitura e Parti

 

- Gran Duo Concertante op. 65 per Pianoforte e Chitarra

Anno ed.: 2002

ISMN: M-2153-0723-0

Struttura: Partitura e Parti

 

 

- Gran Duo op. 70 per Pianoforte e Chitarra

Anno ed.: 2002

ISMN: M-2153-0724-7

Struttura: Partitura e Parti

 

- Gran Duo op. 86 per Pianoforte e Chitarra

Anno ed.: 2002

ISMN: M-2153-0725-4

Struttura: Partitura e Parti

 

- 2 Notturni op. 131 per Pianoforte e Chitarra

Anno ed.: 2002

ISMN: M-2153-0726-1

Struttura: Partitura e Parti

 

Ferdinando Carulli (1770-1841)- Gustavo Carulli (1801-1876):

- Duo op. 134 per Pianoforte e Chitarra

Anno ed.: 2002

ISMN: M-2153-0727-8

Struttura: Partitura e Parti

 

Queste altre, nel catalogo di un'altro editore:

 

- Giuliani, Mauro (1781-1829) Grandi variazioni e polonese. Originale per chitarra e pianoforte. A cura di Zanotelli e Rizzoli. € 20,00

 

- Lauro, Antonio (1917-1986) Concierto para guitarra y orchestra. Riduzione per chitarra e pianoforte. € 15,00

 

- Lincetto, Adriano (1936) Divertimento a due. Per chitarra e pianoforte. A cura di Muggia. € 20,00

 

- Margola, Franco (1908-1992) Fantasia. Per chitarra e pianoforte. A cura di G. e E. Margaria.

 

 

Non so come si citano le opere musicali...scusate.... :oops:

 

 

 

Butterfly

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  84
  • Content Count:  1,188
  • Reputation:   77
  • Joined:  12/03/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

E' un accostamento degno del marchese de Sade!

 

 

eccomi

:)

 

degno del marchese se si pensa alla pesantezza di tutto il suo repertorio...a ciò che si trascina dietro...con tutte quelle note...a volte insopportabile, da mal di testa certe sproloqui romantici...ma

si può sempre dialogare entro certe dinamiche ed è un bel pensiero quando si abbassano i toni...penso perciò al piano come percussione potrebbe fornire delle idee interessanti...anzi un percussionista che suona dentro la cordiera e il pianista prepara solo le armonie col pedale tonale e la chitarra ci cesella sopra, appunta...e rimanda......chissà

 

ok.

io porto la sega da legno.

 

:mrgreen:

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

E' un accostamento degno del marchese de Sade!

 

 

eccomi

:)

 

degno del marchese se si pensa alla pesantezza di tutto il suo repertorio...a ciò che si trascina dietro...con tutte quelle note...a volte insopportabile, da mal di testa certe sproloqui romantici...ma

si può sempre dialogare entro certe dinamiche ed è un bel pensiero quando si abbassano i toni...penso perciò al piano come percussione potrebbe fornire delle idee interessanti...anzi un percussionista che suona dentro la cordiera e il pianista prepara solo le armonie col pedale tonale e la chitarra ci cesella sopra, appunta...e rimanda......chissà

 

ok.

io porto la sega da legno.

 

:mrgreen:

 

ahhh

roba vecchia, componente troppo rumorosa

pensavo a degli ebow, poi dei cunei in gomma o del blu tack su punti armonici in cordiera e almeno un archetto...

 

 

Piantatela di fare versi, disgraziati. Un pianoforte è un pianoforte.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  238
  • Content Count:  1,196
  • Reputation:   0
  • Joined:  01/31/2006
  • Status:  Offline

Grazie Butterfly, indagherò.

 

Figurati...volevo dirti che se guardi anche il catalogo della Bèrben e quello della Stanza della Musica (Roma), ci sono diverse indicazioni.

Non se se è proprio quello che cercavi...

 

 

 

Butterfly

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.