Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Casella e la chitarra


Alfredo Franco
 Share

Recommended Posts


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  84
  • Content Count:  1,188
  • Reputation:   77
  • Joined:  12/03/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Perchè Alfredo Casella non scrisse nulla per chitarra?

 

Forse perche Segovia non glielo chiese?

 

La domanda mi è venuta perchè la sua scrittura, a tratti, mi sembra molto chitarristica.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Perchè Alfredo Casella non scrisse nulla per chitarra?

 

Forse perche Segovia non glielo chiese?

 

La domanda mi è venuta perchè la sua scrittura, a tratti, mi sembra molto chitarristica.

 

Quasi tutta la musica per pianoforte del Novecento storico italiano (e non soltanto italiano) ha tratti più o meno inconsciamente chitarristici. Casella avrebbe potuto scrivere per chitarra, certo, Pizzetti dichiarò che intendeva farlo, ma non lo fece, Respighi ci provò e poi tagliò la corda, Malipiero scrisse solo un Preludio...Insomma, un sacco di belle prospettive...ma, fino a Castelnuovo-Tedesco (1932), quasi niente. Segovia diceva la sua, certo, ma insomma, è evidente che quei signori avevano altro per la testa.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  84
  • Content Count:  1,188
  • Reputation:   77
  • Joined:  12/03/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Respighi...se non erro le sue variazioni sono un lavoro giovanile...meritano?

 

Comunque almeno in questo filone novecentesco la chitarra non è rimasta a mani vuote o a esempi occasionali, la costanza di MCT non fa rimpiangere il mancato apporto di altri musicisti più o meno riconducibili alla generazione dell'80 o seguente...

 

Tuttavia, nel caso di Casella non posso non pensare ad una "Scarlattiana" per 2 chitarre e orchestra...

 

Perchè non la fa lei?

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Respighi...se non erro le sue variazioni sono un lavoro giovanile...meritano?

 

Di essere lette, senz'altro. Esistono, quindi non è ammissibile non conoscerle. Il giudizio che ciascuno ne dà, è materia teologica. Alcuni le considerano un capolavoro, altri immondizia. Io sarei già contento se i giudizi venissero emessi da persone in grado di leggere il pezzo, dopo che lo hanno letto, non da lettori semianalfabeti, che passano direttamente al giudizio senza aver letto il pezzo. Quando fu scoperto e pubblicato il brano respighiano, una rivista di chitarra pubblicò un articolo nel cui testo era riprodotto l'incipit della composizione (legalmente, non è possibile fare di più). Un professore sentenziò che il brano era troppo breve per la pubblicazione, (so' solo 'ddu note).

 

Comunque almeno in questo filone novecentesco la chitarra non è rimasta a mani vuote o a esempi occasionali, la costanza di MCT non fa rimpiangere il mancato apporto di altri musicisti più o meno riconducibili alla generazione dell'80 o seguente...

 

D'accordo, poteva andare meglio, ma non dimentichiamo gli autori coevi o venuti a ridosso della generazione dell'Ottanta - sostanzialmente, allievi e seguaci di prima generazione - che hanno scritto benissimo per chitarra:

Mario Barbieri ha scritto tre concerti per chitarra e orchestra, e poi Rosetta, Viozzi, Margola, Desderi, etc., tutti egregi compositori che hanno fatto qualcosa di più di un solo pezzo...

 

 

 

 

Tuttavia, nel caso di Casella non posso non pensare ad una "Scarlattiana" per 2 chitarre e orchestra...

 

Perchè non la fa lei?

 

Perché sono un compositore attivo, ma non "prolifico", e quindi, nel decidere che cosa scrivere, cerco di dare la priorità ai brani che mi vengono richiesti dagli esecutori che poi li suoneranno. Ho il brutto vizio di mangiare, abitare in una casa civile, vestirmi, etc etc, e anche se non subordino la mia attività artistica alle mie necessità primarie, cerco di non creare, tra le due, un vero e proprio conflitto. Sono sicuro di avere la Sua comprensione...

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  84
  • Content Count:  1,188
  • Reputation:   77
  • Joined:  12/03/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

E chi era 'sto professò?

MMario BBrega???

 

:)

 

Non sapevo dei 3 concerti di Barbieri, ero convinto che avesso scritto "solo" "la serra"...anche quella dovrò leggerla prima o poi...

 

Qualcuno ha inciso i suoi lavori? non mi dica di no...

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

E chi era 'sto professò?

MMario BBrega???

 

:)

 

Non sapevo dei 3 concerti di Barbieri, ero convinto che avesso scritto "solo" "la serra"...anche quella dovrò leggerla prima o poi...

 

Qualcuno ha inciso i suoi lavori? non mi dica di no...

 

"La Serra" è stata incisa da Biscaldi (vecchio LP recuperato in CD da Seicorde). I concerti giacciono nella biblioteca del Conservatorio di Genova, dove prendono polvere, mentre i chitarristi italiani suonano "Aranjuez".

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  29
  • Content Count:  657
  • Reputation:   0
  • Joined:  04/21/2006
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

Vedrà che qualcuno un giorno rispolvererà le biblioteche... basta saper aspettare...

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.