Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

SIAE mon amour


Cristiano Porqueddu
 Share

Recommended Posts


  • Group:  Admin
  • Topic Count:  1,016
  • Content Count:  3,633
  • Reputation:   227
  • Joined:  11/14/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Diciamocelo: viviamo in un Paese che ha tanto bisogno di legalità. Parte della grande industria è finita in galera (anche se poi ne è uscita subito), il mondo del calcio si è rivelato una bufala, i servizi segreti sbandano e oramai non è più possibile effettuare una conversazione telefonica a cui partecipino soltanto i due legittimi interlocutori.

 

Ecco perché, proprio oggi, nel nostro Paese, la SIAE è così importante. Perché quando il disordine sembra imperare, quando la delinquenza pare dilagare senza freno, lei - e solo lei - continua a perseguire il crimine senza farsi condizionare dai facili sentimentalismi e dall'opinione pubblica.

 

Qualche mese fa la SIAE è infatti giustamente salita agli "onori" delle cronache, per i meriti di un suo mandatario che ha colto sul fatto un gruppetto di delinquenti extracomunitari intenti ad arrecare grave danno agli interessi di un autore musicale. I quattordici furbetti bielorussi, di età compresa tra i 7 e i 12 anni, si erano permessi di preparare uno spettacolino, con tanto di canzoncina popolare cantata in coro, senza pagare la SIAE!

Link Diretto

 

Non so se mi spiego!

Ora, non mi si venga a dire che il fatto che si trattasse di un gruppo di bambini di Chernobyl dovrebbe intenerirci. D'accordo, volevano fare una rappresentazione, con tanto di costumini di carta igienica colorata, per ringraziare le famiglie dì Noci e Martina Franca che li avevano ospitati in Italia per oltre un mese.

E ammettiamo pure che lo spettacolo facesse parte di un'iniziativa di solidarietà (il "Progetto accoglienza di Chernobyl") e che sia stato improvvisato sull'onda di un affetto istintivo, di quelli che solo i bambini sanno esprimere.

 

E allora?

 

Dove vogliamo metterlo il danno subito dall'autore della canzoncina popolare bielorussa che i piccoli evasori hanno voluto intonare - cinici ed egoisti - tra una fetta di torta fatta in casa e gli applausi delle famiglie ospiti?

Bene allora ha fatto il titolare SIAE dell'ufficio di Martina Franca a contestare ai minori extracomunitari la violazione dell'art 17. L.633 del 1941 ("esecuzione di opera dell'ingegno senza autorizzazione dell'autore") esigendo il pagamento del dovuto compenso rìsarcitorio. Magari adesso il solito giornalista polemico e populista salterà fuori a dire che si tratta di una legge ingiusta, frutto di una decennale attività di estenuante lobbismo, nata con il preci¬so intento di soffocare la libera circolazione della cultura e delle idee di un'intera nazione, per garantire profitti eterni e smisurati a pochi privilegiati canzonettisti. Qualcun altro invece si affretterà ad affermare che si tratta di un incomprensibile guazzabuglio giuridico.

 

Quante cattiverie, quante falsità! Si sappia invece che proprio questa legge prevede precise esclusioni: per esempio "non si deve pagare nulla per fischiettare sotto la doccia".

Anziché criticarlo sempre, bisognerebbe piuttosto essere orgogliosi di un ente come la SIAE che, in un Paese allo sbando sotto il profilo della legalità, è in grado ancora di scoprire dove si annida il crimine, quello vero, e sa come colpirlo alle radici. Anzi, voglio personalmente invitare quest'ente a concentrare ancor di più la propria attenzione soprattutto là dove tutti sappiamo che il disprezzo per la legge regna sovrano e la delinquenza prolifera: sugli autobus delle gite scolastiche (soprattutto nei pressi dei sedili posteriori), intorno ai falò sulle spiagge (è lì che hanno rovinato Baglioni e Battisti!), ai raduni degli scout (le marcette e i canti alpini non vanno protetti?), nelle festicciole in casa e, naturalmente, negli spettacoli di beneficenza.

Io, se fosse possibile mi occuperei anche seriamente dei non vedenti, che mi dicono siano particolarmente avezzi a duplicare in massa gli audiolibri.

 

E che i bambini imparino, fin da piccoli, che possono fare "oh" ogni volta che vogliono.

 

Basta che paghino.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  29
  • Content Count:  657
  • Reputation:   0
  • Joined:  04/21/2006
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

Che storie... Non vorrei essere la coscenza del delegato che ha scovato la "truffa", avrei troppo da lavorare...

 

O_°

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  6
  • Content Count:  207
  • Reputation:   0
  • Joined:  09/25/2006
  • Status:  Offline

Caro Cristiano Porqueddu devo dire in tutta la mia sincerità che l'evento e il suo commento hanno del ridicolo.Purtroppo ci si continua ad accanire sui ''ladri di polli'' e non si scovano invece i veri crimini. Questo evento ne è la lampante dimostrazione.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  29
  • Content Count:  657
  • Reputation:   0
  • Joined:  04/21/2006
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

:shock:

 

Manu non ho capito la prima frase.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  6
  • Content Count:  207
  • Reputation:   0
  • Joined:  09/25/2006
  • Status:  Offline

:shock:

 

Manu non ho capito la prima frase.

 

Ora te la spiego:a mio avviso questo evento non può far altro che disgustare.Credo che multare dei bambini per giunta disagiati per una stupidaggine del genere non abbia bisogno di commenti.Probabilmente i bambini non erano nemmeno al corrente dell'esistenza della SIAE.Comunque tralasciando le circostanze a me la legge in considerazione sembra una pura idiozia(avessero cantato una canzone a scopo di lucro allora avrei perfettamente capito.Ma mi vuoi dire che senso ha multare dei bambini senz'altro non professionisti che utilizzano una canzone come momento conclusivo di un evento costruttivo?).Riguardo il commento di Cristiano Porqueddu non posso far altro che essere discorde su tutto cio' che ha detto.Sinceramente catalogare i bambini bielorussi come furbetti che hanno agito con intenzione e malizia non mi sembra onesto intellettualmente.Riguardo la proposta di controllare e multare negli autobus ,nelle case etc non so cosa dire sinceramente.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  29
  • Content Count:  657
  • Reputation:   0
  • Joined:  04/21/2006
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

:shock:

 

rimango a bocca aperta... :shock: Il commento di Cristiano era chiaramente ironico... :shock: Manu, ma cosa hai capito! :roll:

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.