Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Sonata II, Manuel Maria Ponce


 Share

Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  39
  • Content Count:  161
  • Reputation:   0
  • Joined:  03/07/2006
  • Status:  Offline

Non si trovano più alcune opere scritte per Segovia, della cui esistenza si può essere certi: "Madrigal" di Joaquin Nin, la seconda Sonata di Manuel Ponce (posseggo però una parte del finale)

M° la presenza, fra le opere del compositore messicano, della Sonata III, ed ora anche di questa Sonata II, presuppone l'esistenza di una Sontata I, della quale però non ho mai sentito parlare. E', questa Sonata I, per caso la Sonata Mexicana (1923), la prima se non mi sbaglio scritta per Segovia?

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Non si trovano più alcune opere scritte per Segovia, della cui esistenza si può essere certi: "Madrigal" di Joaquin Nin, la seconda Sonata di Manuel Ponce (posseggo però una parte del finale)

 

M° la presenza, fra le opere del compositore messicano, della Sonata III, ed ora anche di questa Sonata II, presuppone l'esistenza di una Sontata I, della quale però non ho mai sentito parlare. E', questa Sonata I, per caso la Sonata Mexicana (1923), la prima se non mi sbaglio scritta per Segovia?

 

Precisamente. La Sonata (poi chiamata Mexicana da Segovia) fu espansa intorno al primo pezzo per chitarra scritto da Ponce nel 1923, "Allegretto quasi serenata", poi incorporato nella Sonata (Segovia diede anche dei titoli fantasiosi ai singoli movimenti, ma questi non figurano nell'edizione a stampa). Tra questa Sonata e quella famosissima chiamata Sonata III, Ponce scrisse una Sonata II purtroppo andata persa nel saccheggio della casa di Segovia a Barcelona, nel 1936. Io ne ho un frammento (la maggior parte del finale), che però non ho trovato tra le carte di Segovia a Linares, me l'ha invece regalato un donatore che vuole rimanere anonimo. Forse un giorno completerò e pubblicherò questo tempo della Sonata II, che era, a giudicare da ciò che ne è rimasto, magnifica (armonicamente più audace delle altre).

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  84
  • Content Count:  1,188
  • Reputation:   77
  • Joined:  12/03/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Forse un giorno completerò e pubblicherò questo tempo della Sonata II, che era, a giudicare da ciò che ne è rimasto, magnifica (armonicamente più audace delle altre).

 

dralig

 

Ah!

Ecco perchè Segovia la perse per strada...

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Forse un giorno completerò e pubblicherò questo tempo della Sonata II, che era, a giudicare da ciò che ne è rimasto, magnifica (armonicamente più audace delle altre).

 

dralig

 

Ah!

Ecco perchè Segovia la perse per strada...

 

Non la perse, gliela rubarono, insieme a molte altre cose. Non buttava nulla, comunque, teneva tutta la musica che gli giungeva, anche quella che non gli piaceva per niente.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  39
  • Content Count:  161
  • Reputation:   0
  • Joined:  03/07/2006
  • Status:  Offline

Precisamente. La Sonata (poi chiamata Mexicana da Segovia) fu espansa intorno al primo pezzo per chitarra scritto da Ponce nel 1923, "Allegretto quasi serenata", poi incorporato nella Sonata (Segovia diede anche dei titoli fantasiosi ai singoli movimenti, ma questi non figurano nell'edizione a stampa)

 

M° per curiosità, se ne ricorda qualcuno di questi titoli fantasiosi :) ?

 

Forse un giorno completerò e pubblicherò questo tempo della Sonata II, che era, a giudicare da ciò che ne è rimasto, magnifica (armonicamente più audace delle altre).

 

Invece fra le altre Sonate di Ponce, quelle delle quali abbiamo le splendide registrazioni segoviane, quale ritiene che si distingua per il suo valore dalle altre (se, a suo parere, c'è ne una)?

 

Credo che da questi post possa nascere un nuovo thread sulle Sonate di cui sopra; mi farebbe molto piacere: le ritengo fra le musiche all'ascolto più belle per chitarra.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Precisamente. La Sonata (poi chiamata Mexicana da Segovia) fu espansa intorno al primo pezzo per chitarra scritto da Ponce nel 1923, "Allegretto quasi serenata", poi incorporato nella Sonata (Segovia diede anche dei titoli fantasiosi ai singoli movimenti, ma questi non figurano nell'edizione a stampa)

 

M° per curiosità, se ne ricorda qualcuno di questi titoli fantasiosi :) ?

 

 

Segovia diede titoli da musica a programma a ai tempi I, II, IV della Sonata, chiamandoli rispettivamente:

 

Bailecito del rebozo

Lo que sueña el ahuehuete

Ritmos y cantos aztecas

 

A quanto ne so, el rebozo è un pezzo tipico dell'abbigliamento delle donne messicane, affine alla mantiglia spagnola, mentre el ahuehuete è una sorta di cipresso messicano, di dimensioni ragguardevoli. Segovia lo ha "animato", supponendo che sogni. Mica male, come idea poetica, no?

 

 

Invece fra le altre Sonate di Ponce, quelle delle quali abbiamo le splendide registrazioni segoviane, quale ritiene che si distingua per il suo valore dalle altre (se, a suo parere, c'è ne una)?

 

 

Alla fine, secondo me, le migliori sono la Sonata Mexicana e la Sonatina meridional, perché, nella giusta differenziazione di carattere tra i movimenti che le compongono, mantengono una pregevole omogeneità di stile, mentre la Sonata III, che vola molto in alto nel primo movimento, scende nettamente di tono nel secondo, troppo terra terra, troppo popolare, rispetto all'astratta purezza del primo. Nel Finale, l'eclettismo la fa da padrone, e l'eclettismo è spesso, se non sempre, una forma di provincialismo...La prima e l'ultima Sonata di Ponce sono invece omogenee nella forma e nello stile, e questo è, a mio avviso, un aspetto fondamentale in una Sonata. La Sonatina meridional, specialmente, è un gioiello di perfezione formale.

 

I pastiches - "Sonata clasica" e "Sonata romantica" - sono molto ingegnosi, ben scritti, ma appartengono a un genere a sé, non si possono comparare ai lavori "autentici". Trovo la "Sonata clasica" perfetta, mentre la "Sonata romantica "mi è sempre sembrata musica allo stato potenziale, cioè, nella sua dimensione monochitarristica, più allusiva che realizzata. Questo mi iha indotto, alcuni anni fa, a crearne una versione per cello e chitarra, nella quale ho cercato di sviluppare questo "potenziale", immaginando la musica che Ponce aveva solo indicato con una freccia, senza però poterla scrivere, a causa delle limitazioni oggettive. Schott, l'editore tedesco di Ponce, ha apprezzato il lavoro e ha dato al mio editore licenza di pubblicazione del lavoro. Anche questa è interpretazione...

 

 

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  238
  • Content Count:  1,196
  • Reputation:   0
  • Joined:  01/31/2006
  • Status:  Offline

el ahuehuete è una sorta di cipresso messicano, di dimensioni ragguardevoli. Segovia lo ha "animato", supponendo che sogni. Mica male, come idea poetica, no?

 

Idea dolcissima. I cipressi sono tra gli alberi più belli al mondo.

 

 

I cipressi che a Bolgheri alti e schietti

van da San Guido in duplice filar,

quasi in corsa giganti giovinetti

mi balzaron incontro e mi guardar.

 

Mi riconobbero e - Ben torni ormai -

bisbigliaron ver me co'l capo chino

Perchè non scendi? Perchè non ristai?

Fresca è la sera e a te noto il cammino

 

.....

 

 

Butterfly ;)

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Idea dolcissima. I cipressi sono tra gli alberi più belli al mondo.

 

.....

 

 

Butterfly ;)

 

Non per niente MCT scrisse un bellissimo pezzo per pianoforte intitolato "Cipressi" , e il primo tempo della mia "Sonata mediterranea (ricordo di MCT)" s'intitola "Cipressi", alberi che nella cultura etrusca non erano icone cimiteriali, ma simboli della vita e protettori di feste.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  39
  • Content Count:  161
  • Reputation:   0
  • Joined:  03/07/2006
  • Status:  Offline

A proposito della Sonata Mexicana, sapete da chi è edita? Ho guardato sul sito della Schott (che pubblica le altre), ma è l'unica che non ho trovato.

Link to comment
Share on other sites

Guest Alessio Olivieri

ho trovato quest:

 

 

Sonata Mexicana

 

By Manuel Ponce. For guitar. Published by Peermusic Classical. (611725700)

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.