Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Io quest' arte non la capisco...


Vladimir
 Share

Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  37
  • Content Count:  621
  • Reputation:   1
  • Joined:  12/19/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

La mia professoressa di matematica è una donna straordinaria: è mostruosa in fisica e matematica ma non capisce nulla di arte.

 

In visita all' Acropoli di Atene (questa me l'hanno raccontata) ha detto a suo marito per telefono: "Che schifo! E' pieno di pietre sparse ovunque ed è tutto in salita!".

 

In visita alla GAM di Torino, dopo essere usciti, ha dichiarato: "Bisognerebbe dare fuoco a tutto, a tutto!"

Pochi giorni dopo, ci ha consegnato dei disastrosi compiti in classe (cinque o sei sufficienze su ventinove alunni), e ha detto: "La matematica non è un'opinione! Non va interpretata! Non è come alla GAM che insegnano a interpretare buchi nel muro!".

 

Condite il tutto con un accento piemontese fortissimo.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  84
  • Content Count:  1,188
  • Reputation:   77
  • Joined:  12/03/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Ah!

Mi fai tornare in mente i bei tempi del liceo!

Le sfilze di 4 in matematica e di 3 in chimica!

 

La prof più acida dell'acido solforico!

 

Beta giovinezza!

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

La mia professoressa di matematica è una donna straordinaria: è mostruosa in fisica e matematica ma non capisce nulla di arte.

 

In visita all' Acropoli di Atene (questa me l'hanno raccontata) ha detto a suo marito per telefono: "Che schifo! E' pieno di pietre sparse ovunque ed è tutto in salita!".

 

In visita alla GAM di Torino, dopo essere usciti, ha dichiarato: "Bisognerebbe dare fuoco a tutto, a tutto!"

Pochi giorni dopo, ci ha consegnato dei disastrosi compiti in classe (cinque o sei sufficienze su ventinove alunni), e ha detto: "La matematica non è un'opinione! Non va interpretata! Non è come alla GAM che insegnano a interpretare buchi nel muro!".

 

Condite il tutto con un accento piemontese fortissimo.

 

Forse la professoressa ha sbagliato edificio e piano, e invece di entrare nella Galleria di Arte Moderna di Torino, in corso Magenta, ha imboccato gli scantinati di uno degli edifici vicini: infatti, la GAM espone, nelle sue numerose sale, una ricca campionatura del tardo Settecento e dell'Ottocento piemontese e italiano (da Massimo d'Azeglio a Pellizza da Volpedo), che nessun essere umano - anche se non istruito nelle arti figurative - dura fatica a comprendere.

 

Detto questo, e senza associarmi in alcun modo alle vedute della tua insegnante, debbo dire che la GAM ha fatto malissimo a togliere dalle sue sale le opere dei maestri piemontesi minori del Novecento - che anni fa erano degnamente rappresentati -, offrendo invece spazio a grandi nomi del Novecento che, in primis con Torino non hanno nulla che vedere, e che, in secondo luogo, sono rappresentati molto meglio in tanti altri musei d'Europa. Una parte dell'esposizione novecentesca della GAM è diventata un modesto campionario di autori certo importanti, ma che non spetta a una galleria regionale di rappresentare. E i bravi pittori della regione, sono invece finiti in cantina...Questo è un tipico esempio di provincialismo culturale.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  37
  • Content Count:  621
  • Reputation:   1
  • Joined:  12/19/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Penso si riferisse a Lucio Fontana.

La guida (saccente e acida) ha sgridato tutti perchè non eravamo in grado di interpretare quelle opere...

 

Sì, provincialismo è la parola giusta...

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  37
  • Content Count:  621
  • Reputation:   1
  • Joined:  12/19/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Il mio messaggio non voleva essere critico, volevo solo mostrarvi l'abilità della mia professoressa nel distruggere con una frase Penone, Pistoletto, Burri, Fontana e amici...

Questa è forse la battuta più divertente che un professore abbia mai fatto...

Ovviamente noi, da scolari seri, abbiamo reagito prima con uno svenimento di massa, poi con una standing ovation...

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  37
  • Content Count:  621
  • Reputation:   1
  • Joined:  12/19/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Non è intolleranza, è ignoranza.

Pura e semplice ignoranza, ma quella frase inserita in quel contesto è stata a dir poco geniale...

 

Bisogna prendere questa battuta come quelle contenute in "Aneddoti comici e divertenti", nulla di più.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  37
  • Content Count:  621
  • Reputation:   1
  • Joined:  12/19/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Fabio, hai ragione, indubbiamente, ma bisogna prendere le cose per quello che sono, senza drammatizzare.

Dubito che un contadino -senza voler fare del classismo, sia chiaro- apprezzi l'arte povera di Penone, lo spazialismo di Fontana e il suprematismo di Malevic -che francamente non mi interessano, ma quando in pagella ti spunta uno stiracchiato 6 di arte, è meglio studiare...-, e questo era un esempio divertentissimo di come una persona non istruita nelle arti si trovi a disagio di fronte ad un' opera lontana dal modo di vedere comune...

 

 

Giriamo però la situazione: perchè quella battuta non potrebbe considerarsi come una fotografia -limpidissima- della situazione attuale dell'arte?

 

P.S.: Natalie Portman è una delle mie passioni...

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  238
  • Content Count:  1,196
  • Reputation:   0
  • Joined:  01/31/2006
  • Status:  Offline

La mia professoressa di matematica è una donna straordinaria: è mostruosa in fisica e matematica ma non capisce nulla di arte

 

Non ho capito se l'insegnante di cui parli era in visita alla GAM per conto suo o come accompagnatrice scolastica.

 

Al di là del gusto della battuta...sarebbe bello che un insegnante sapesse spaziare un po' oltre le proprie competenze, evitando di condizionare le opinioni degli allievi attraverso le proprie, impegnandosi piuttosto a diffondere autentica "conoscenza" e a stimolare in chi ascolta curiosità e capacità critica autonoma.

 

In genere poi i matematici sono grandi appassionati d'arte e molti artisti sono stati degli esperti matematici.

Dal disegno dell'"uomo vitruviano", in cui Leonardo dimostra di conoscere i rapporti Phi nel corpo umano e la sequenza di Fibonacci, gli esempi di "contaminazione" fra le arti e le scienze potrebbero essere molti, a partire dal quadrato magico di Dürer fino alla chimica zen di Nagasawa.

 

Quando periodicamente viene riproposto il dibattito sulla maggiore opportunità di potenziamento delle facoltà universitarie scientifiche rispetto a quelle umanistiche, considerate obsolete o meno "necessarie" allo sviluppo di una società orientata tecnologicamente, si sottovaluta l'importanza di un approccio più ampio alla conoscenza.

Va bene essere "straordinari" nella propria materia, ma saper trasmettere cultura richiede davvero doti di particolare equilibrio.

In fondo alla "tecnica", insomma, dovrebbe esserci sempre il "cuore".

 

 

 

Butterfly

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.