Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Torniamo al maestro unico.


Giorgio Signorile
 Share

Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  612
  • Reputation:   41
  • Joined:  02/10/2007
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Vent'anni fa nelle scuole elementari veniva introdotto il team didattico formato da 3 insegnanti (aperto all'aggiunta di altre figure) in modo da offrire agli alunni figure maggiormente formate e specializzate negli insegnamenti specifici. Vent'anni di lavoro, sperimentazioni, conferme, crescita, evoluzione. Et voilà, quest'esperienza umana e didattica passata al vaglio del ministro in pochi mesi di "studio" viene cassata per tornare alla figura del maestro onnisciente, che conosce le basi del linguaggio verbale, quello informatico, matematico, l'inglese, il francese ecc e soprattutto sa insegnare tutto....La nostalgia per il tempo andato può farci dire "ma quando ero piccolo avevo un maestro solo e ho imparato tanto...", ma sono anni fa, tempi diversi, esigenze diverse...la cosa che mi rattrista, parlando solo di scuola, è questo bisogno di distruggere le esperienze passate perchè scelte dal governo passato e sostituire....cosa?un mondo fatto da grembiulini e maestri unici...perchè l'Italia deve sempre distinguersi dal mondo?un pò di normalità mai??scusate

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  22
  • Content Count:  81
  • Reputation:   0
  • Joined:  11/22/2005
  • Status:  Offline

La situazione non potrà che peggiorare... sul piano istruzione stiamo regredendo in modo terrificante.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  27
  • Content Count:  166
  • Reputation:   63
  • Joined:  07/15/2008
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Vedrete che ci saranno di nuovo i Balilla, e noi rischieremo l'esilio.

Vogliono appiattimento, omologazione, veline e ignoranza. Solo così possono diventare la razza dominante e sembrare intelligenti.

Viva l'Italia.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  612
  • Reputation:   41
  • Joined:  02/10/2007
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Bè dai non esageriamo, almeno voglio sperare che ci sia un tale disegno sotto...

La cosa che contesto assolutamente è la non voglia di cercare chiarezza analizzando seriamente i problemi, ma tirare righe per cancellare e tornare a situazioni precedenti, anzichè evolversi...è contrario alla natura, tutto si evolve, cambia, prende forma, non torna indietro...

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  238
  • Content Count:  1,196
  • Reputation:   0
  • Joined:  01/31/2006
  • Status:  Offline

Intanto che cerco di riassumere in poche righe una mia riflessione sull'argomento, caro Giorgio, sei pregato di correggere il titolo del topic: hai scritto "Toriamo" e di questo il tuo maestro unico sarebbe molto molto scontento :mrgreen:

 

 

 

Butterfly ;)

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  18
  • Content Count:  73
  • Reputation:   2
  • Joined:  01/22/2008
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Vent'anni fa nelle scuole elementari veniva introdotto il team didattico formato da 3 insegnanti (aperto all'aggiunta di altre figure) in modo da offrire agli alunni figure maggiormente formate e specializzate negli insegnamenti specifici. Vent'anni di lavoro, sperimentazioni, conferme, crescita, evoluzione. Et voilà, quest'esperienza umana e didattica passata al vaglio del ministro in pochi mesi di "studio" viene cassata per tornare alla figura del maestro onnisciente, che conosce le basi del linguaggio verbale, quello informatico, matematico, l'inglese, il francese ecc e soprattutto sa insegnare tutto....La nostalgia per il tempo andato può farci dire "ma quando ero piccolo avevo un maestro solo e ho imparato tanto...", ma sono anni fa, tempi diversi, esigenze diverse...la cosa che mi rattrista, parlando solo di scuola, è questo bisogno di distruggere le esperienze passate perchè scelte dal governo passato e sostituire....cosa?un mondo fatto da grembiulini e maestri unici...perchè l'Italia deve sempre distinguersi dal mondo?un pò di normalità mai??scusate

 

 

Una risposta alle sue domande, caro Giorgio, potrebbe trovarla nella lettura del saggio di Alessandro Baricco "I Barbari. Saggio sulla mutazione".

E' un punto di vista naturalmente, però - a mio giudizio - in molti casi condivisibile.

 

Baricco non parla solo di invasione ma di una mutazione genetica definendoli "Quelli che chiamiamo barbari sono una specie nuova, che ha le branchie dietro alle orecchie e ha deciso di vivere sottacqua".

 

Uno spunto per riflettere.

Saluti

Taltomar

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  14
  • Content Count:  218
  • Reputation:   3
  • Joined:  11/17/2005
  • Status:  Offline

 

Una risposta alle sue domande, caro Giorgio, potrebbe trovarla nella lettura del saggio di Alessandro Baricco "I Barbari. Saggio sulla mutazione".

E' un punto di vista naturalmente, però - a mio giudizio - in molti casi condivisibile.

 

Baricco non parla solo di invasione ma di una mutazione genetica definendoli "Quelli che chiamiamo barbari sono una specie nuova, che ha le branchie dietro alle orecchie e ha deciso di vivere sottacqua".

 

Uno spunto per riflettere.

Saluti

Taltomar

 

:) Sì, ottimo Baricco come sempre, in particolare in questo settore di analisi della società.

Per chi non ha tempo di leggere, su Youtube c'è quasi tutto il contenuto dell'illuminante saggio, che riguarda tutti noi.

 

http://it.youtube.com/watch?v=gejrNkGWjec

http://it.youtube.com/watch?v=Y0pSU76yO_w

http://it.youtube.com/watch?v=KS6B5Z3vERM

http://it.youtube.com/watch?v=xNelOv9KZvc

http://it.youtube.com/watch?v=G_CZbUqL1r8

http://it.youtube.com/watch?v=izOWBTOoS3Q

http://it.youtube.com/watch?v=l_v1ubhL4Qk

http://it.youtube.com/watch?v=w-HJkCZn7J8

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  238
  • Content Count:  1,196
  • Reputation:   0
  • Joined:  01/31/2006
  • Status:  Offline

Baricco non l'ho ancora letto, sinceramente non ho ascoltato le interviste su Youtube, ma avevo già formulato qualche riflessione e ve la propino così come è :D

 

Scriveva Manzoni che "non sempre quello che viene dopo è progresso" (vi risparmio quella delle "spalle dei giganti" di Newton) ;)

I tempi sono cambiati, ma anche i maestri, e oggi hanno una formazione multidisciplinare, esistendo addirittura una specifica facoltà dedicata alle "scienze della formazione".

Se consideriamo che i primi anni dell'età scolare (se non di vita) sono quelli che determinano l'imprinting formativo dell'individuo, la questione non è di poco conto.

 

Gli unici tempi che purtroppo sembrano aver subito un drastico cambiamento sono quelli verbali. ;)

Così può capitare che alla soglia della laurea ci siano studenti che sbagliano l'uso del congiuntivo, o scrivono xkè oppure xo', e altri che prendano un bel voto rispondendo cortettamente ai quiz a risposta multipla su Petrarca, ma non riescano a dire con parole proprie nulla di originale sulle "chiare, fresche e dolci acque".

 

E' importante saper usare un pc o apprendere più di una lingua straniera, ma se poi non si è in grado di collegare fra loro le diverse "competenze" si corre il rischio di formare tanti specialisti privi di autonomia di pensiero.

Il vero problema non è trasmettere l'onniscenza ma la "cultura", che è cosa diversa.

Personalmente sono favorevole alla presenza di più insegnanti (tra l'altro, ai miei tempi ne esisteva una sola, ma la mia scuola aveva attivato dei corsi sperimentali di lingue e così ne ho avute due).

Ben venga il ritorno alla semplicità SE garantisce la certezza di una buona formazione di base, che insegni prima di tutto.....ad apprendere ;)

 

Sul ritorno al grembiule mi sono fatta una risata di cuore, magari per i bambini delle scuole elementari può essere utile nell'ora di disegno, tutto qua.

 

Non mi preoccuperei troppo invece del pericolo segnalato da Domenico Scaminante.

Già chiedere cortesemente di spegnere i cellulari durante la lezione può costare un sonoro "vaf" di risposta...

Chi li metterebbe in fila ordinata oggi, i Balilla? :)

 

 

Butterfly

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  612
  • Reputation:   41
  • Joined:  02/10/2007
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

L'ho letto prima delle vacanze, come preparazione alla spiaggia :D:D credo anche sia la cosa miglire scritta da Baricco, ma qui vado OT. :D

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  612
  • Reputation:   41
  • Joined:  02/10/2007
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

hai scritto "Toriamo" e di questo il tuo maestro unico sarebbe molto molto scontento Mr. Green

ho delle lacune nella grammatica bestiali...ma ho avuto il maestro unico, ecco motivata la mia osservazione eh eh

"non sempre quello che viene dopo è progresso"

è vero, il problema che mi faccio è quello di abbandonare un'esperienza ventennale dopo 100 giorni dall'insediamento di un ministro: quali consiglieri avrà ascoltato, chi avrà relazionato in favore e/o contro un'idea ecc..sicuramente nessun collega, come sempre le riforme passano sopra al corpo docente, che assiste ormai assuefatto a qualsiasi cambiamento, proprio sapendo che ciò che importa è insegnare, educare, fare bene il proprio lavoro, a prescindere da chi comanda sopra (altrimenti avremo già cambiato lavoro...)

Ciao!

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.