Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Mediterranea (Studio No.14), Angelo Gilardino


 Share

Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  11
  • Content Count:  74
  • Reputation:   0
  • Joined:  01/05/2009
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

Chiedo un consiglio sulla diteggiatura della 2a sezione, a pag 12, dove è indicato il "plaqué". Questa indicazione vuol dire che bisogna eseguire gli accordi placcati o darne l'idea il più possibile? Ho sentito in alcune esecuzioni (Porqueddu, De Santi) che nella suddetta sezione gli accordi vengono suonati con il rasgueado, questo avviene perché la velocità impedisce di suonate l'accordo con p i m a contenporaneamente? In effetti ho notato che l'articolazione in velocità risulta assai difficoltosa. Volevo sapere le soluzioni al problema e non escludo, ovviamente, un mio errore nella comprensione del Plaqué...grazie

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  11
  • Content Count:  74
  • Reputation:   0
  • Joined:  01/05/2009
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

chiedo scusa, lo studio è il num 14.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Admin
  • Topic Count:  1,016
  • Content Count:  3,633
  • Reputation:   227
  • Joined:  11/14/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Chiedo un consiglio sulla diteggiatura della 2a sezione, a pag 12, dove è indicato il "plaqué". Questa indicazione vuol dire che bisogna eseguire gli accordi placcati o darne l'idea il più possibile? Ho sentito in alcune esecuzioni (Porqueddu, De Santi) che nella suddetta sezione gli accordi vengono suonati con il rasgueado, questo avviene perché la velocità impedisce di suonate l'accordo con p i m a contenporaneamente? In effetti ho notato che l'articolazione in velocità risulta assai difficoltosa. Volevo sapere le soluzioni al problema e non escludo, ovviamente, un mio errore nella comprensione del Plaqué...grazie

 

Ho registrato la sezione di Mediterranea (Studio n.14 di Virtuosità e di Trascendenza di Angelo Gilardino) che cita senza l'ausilio della tecnica del rasgueado se non nell'ultimo movimento della seconda battuta della terza riga.

Plaqué sta proprio per una "strappata" (nella fattispecie molto decisa) come lei la descrive e la trova nel player sottostante a 01:05''

 

[web]http://www.cristianoporqueddu.com/PAGES/PlayMediterranea.html[/web]

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  11
  • Content Count:  74
  • Reputation:   0
  • Joined:  01/05/2009
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

D'accordo è tutto chiaro, mi riferivo a quel rasgueado da come ho scritto il post sembrava che Lei l'avesse eseguita interamente con il rasgueado, chiedo scusa per l'imprecisione. Con quale diteggiatura l'ha eseguita? pima per l'accordo e m per il mi a vuoto?

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Admin
  • Topic Count:  1,016
  • Content Count:  3,633
  • Reputation:   227
  • Joined:  11/14/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Con quale diteggiatura l'ha eseguita?

 

Accordo:

Pollice sulle corde 6a,5a e 4a.

su 3a

[m] su 2a

[a] su 1a

 

Quando negli Studi Gilardiniani si incontrano moduli di questo spessore occorre preferire quelli che chiamo "cicli brevi", ovvero, combinazioni corte di diteggiature che si ripetono identiche.

In questo caso vista anche la caratteristica binaria del meccanismo è preferibile

 

p(6,5,4) i(3), m(2), a(1) + m(1)

p(6,5,4) i(3), m(2), a(1) + a(1)

p(6,5,4) i(3), m(2), a(1) + m(1)

p(6,5,4) i(3), m(2), a(1) + a(1)

eccetera

 

alternando [m,a] sulla 1a corda dopo la strappata.

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.