Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

studio n1 HVL


 Share

Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  4
  • Content Count:  23
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/16/2006
  • Status:  Offline

ho sentito lo studio n1 di HVL da un cd di john williams e mi chiedevo e vi chiedo se era possibile suonarlo alla velocita che lo suona lui dato che io è qualche mese che lo suono ma non riesco a arrivare a quella velocita ciao a tutti

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 38
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  37
  • Content Count:  621
  • Reputation:   1
  • Joined:  12/19/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

E' possibile, basta... boh, io cerco di mantenere la mano destra più rilassata possibile.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  5
  • Content Count:  52
  • Reputation:   0
  • Joined:  03/16/2006
  • Status:  Offline

oscar... tutto è possibile,poi tra l'altro la registrazione di williams non è tra le più veloci..ricordati che cmq è importante suonarlo *bene* non *veloce*.buono studio

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  37
  • Content Count:  621
  • Reputation:   1
  • Joined:  12/19/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Basta vedere la versione di Yepes...

oscar ha ragione, l'importante è suonarlo bene.

Ascolta la versione di Carlevaro, secondo me la migliore in assoluto...

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  4
  • Content Count:  23
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/16/2006
  • Status:  Offline

grazie dei consigli,ma sapere che yeppes è ancora piu veloce mi fa pensare fino dove si puo arrivare. grazie cerchero di suonare bene e non veloce ciao

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  1
  • Content Count:  11
  • Reputation:   0
  • Joined:  03/07/2006
  • Status:  Offline

ci sono pezzi che vengono, purtroppo, usati per sbalordire, per impressionare, per far vedere "quanto si è bravi".

Questo è uno di quelli.

Si pensa alla velocità: più si è velici, più saremo coperti da elogi. Questo è vero se gli elogi provengono da amici, parenti, conoscenti.

I profesisonisti, i musicisti giudicheranno non certo in base alla velocità.

La velocità di esecuzione di questo studio comunque non è difficilissimo raggiungerla: l'unico punto per me critico è l'alternanza a m a che serve ad invertire l'andamento ascendente dell'arpeggio. Risolto quello, il resto viene.

Prova a sentire la registrazione di Yamashita: rapida fino all'inverosimile al punto da risultare quasi ridicola. Non mi piace per niente, eppure è velocissima! Manca però di senso: si è perso per strada il gusto della sucecssione delle armonie, le sfumature timbriche, mancano le tensioni che ci sono tra i vari collegamenti armonici.... tutto è piatto e, superato un certo limite, si percepisce chiaramente un'inutile sfoggio di tecnica alquanto fastidioso e angosciante come fastidioso e angosciante è starsene a 2 metri da un treno in corsa o in riva ad un fiume pericolosamente in piena

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  1
  • Content Count:  7
  • Reputation:   2
  • Joined:  03/08/2006
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

ci sono pezzi che vengono, purtroppo, usati per sbalordire, per impressionare, per far vedere "quanto si è bravi".

Questo è uno di quelli.

Si pensa alla velocità: più si è velici, più saremo coperti da elogi. Questo è vero se gli elogi provengono da amici, parenti, conoscenti.

I profesisonisti, i musicisti giudicheranno non certo in base alla velocità.

La velocità di esecuzione di questo studio comunque non è difficilissimo raggiungerla: l'unico punto per me critico è l'alternanza a m a che serve ad invertire l'andamento ascendente dell'arpeggio. Risolto quello, il resto viene.

Prova a sentire la registrazione di Yamashita: rapida fino all'inverosimile al punto da risultare quasi ridicola. Non mi piace per niente, eppure è velocissima! Manca però di senso: si è perso per strada il gusto della sucecssione delle armonie, le sfumature timbriche, mancano le tensioni che ci sono tra i vari collegamenti armonici.... tutto è piatto e, superato un certo limite, si percepisce chiaramente un'inutile sfoggio di tecnica alquanto fastidioso e angosciante come fastidioso e angosciante è starsene a 2 metri da un treno in corsa o in riva ad un fiume pericolosamente in piena

 

sante parole, Betelgeuse, davvero condivisibili fino in fondo!

 

ciao Gabriele

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  37
  • Content Count:  621
  • Reputation:   1
  • Joined:  12/19/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

La chitarra deve essere un'arpa, non un mitragliatore, in questo brano.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  4
  • Content Count:  23
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/16/2006
  • Status:  Offline

ma c'è un particolare metodo per prendere piu velocita

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

ma c'è un particolare metodo per prendere piu velocita

 

Si, certo. La velocità è un fatto mentale e poi tecnico. Bisogna curare entrambi gli aspetti. Nel mentre, si impara l'arte di servirsi della tecnica senza farla notare, altrimenti si fa come il pavone quando fa la ruota (leggere il Bestiario di Apollinaire).

 

dralig

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.