Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

da domani si passa al nuovo iMac 21,5"


Giorgio Signorile
 Share

Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  612
  • Reputation:   41
  • Joined:  02/10/2007
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

ditemi che si impara tutto velocemente e che Finale è come sul pc e che non dovrò lasciare ammuffure la bici e gli sci per imparare a farci qualcosa...

Link to comment
Share on other sites

Guest Alessio Olivieri

Complimenti Giorgio! Vedrai che ,al contrario, col tempo che risparmierai non avendo i mille problemi tipici di windows, potrai dedicarti di più a bicicletta e sci.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  35
  • Content Count:  417
  • Reputation:   78
  • Joined:  01/08/2007
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Mi dicono che Finale per Mac sia differente (migliore) rispetto alla versione per Windows.

Per il resto, vai sul sicuro!!!

 

Ciau nê!!

 

EB

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

ditemi che si impara tutto velocemente e che Finale è come sul pc e che non dovrò lasciare ammuffure la bici e gli sci per imparare a farci qualcosa...

 

Tre giorni fa è arrivato l'I Mac 27". Dopo 15 anni di Windows, non ne potevo più e ho cambiato. Non sono un asso nell'informatica, ma ti assicuro che finora non ho avuto il minimo guaio e che tutto procede liscio, se pure con i tempi di apprendimento che, alla mia età, sono lenti. E' un ambiente molto diverso, un altro modo di lavorare. Bisogna farci la mano. Non emetto giudizi frettolosi, posso solo dire che, fin qui, non ho il minimo motivo per dubitare della decisione che ho preso.

 

Attento nell'installazione di Finale. Snow Leopard richiede un aggiornamento della versione di Finale 2010, senza il quale l'installazione dal DVD non va a compimento. E' un po' trafficata, la manovra, perché non potendo lanciare il programma non puoi aggiornarlo dall'interno, ma solo scaricando il file di upgrade dal sito Make Music.

 

No, Finale per Mac non è come Finale per Windows, bisogna passarci un po' di tempo. I risultati sono gli stessi, anzi credo che con la versione per Mac si possano ottenere miglioramenti. Comunque, se non hai qualche motivo per rimanere abbarbicato a Finale, passa a Sibelius, risparmierai tempo e fatica.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  612
  • Reputation:   41
  • Joined:  02/10/2007
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

se non hai qualche motivo per rimanere abbarbicato a Finale, passa a Sibelius, risparmierai tempo e fatica.

aaagh ti prego Angelo, ho appena superato la cuneese voglia di tradizione e sicurezze e già mi proponi anche il cambio di software....ma voi vercellesi siete troppo avanti....dammi qualche anno ancora dai :D:D

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  612
  • Reputation:   41
  • Joined:  02/10/2007
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Comunque vi faccio sapere presto. Certo che anche solo a vederlo è bellissimo...vabbè basta adorazione, vado a sciare

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  16
  • Content Count:  106
  • Reputation:   37
  • Joined:  07/12/2008
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

...anch'io dopo tanti anni di utilizzo di windzozz sono passato da qualche tempo al mac ed ai relativi software, risultato: dopo neanche due mesi di pratica sono riuscito a comporre ed a realizzare, con Logic pro, le musiche per due spettacoli teatrali, anche grazie alla "logicità" di funzionamento ed alla stabilità del mac... sono sicuro che non te ne pentirai...

 

Anch'io usavo finale per windzozz ma sul mac non ho ancora avuto modo di provarlo...

comunque, come già ti ha consigliato il M° Gilardino, prova anche il Sibelius, un'ottima alternativa a Finale...

 

 

 

saluti, Rossano...

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  16
  • Content Count:  255
  • Reputation:   9
  • Joined:  12/08/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Dopo 15 anni di Windows, non ne potevo più e ho cambiato.

dralig

Io invece sono stato abbastanza fortunato perché nel '91 ho iniziato, per puro caso, con un Mac (Si II con 9 Mb (!!) di ram e 40 MB di HD, avevo Finale nella versione 3 e ProTools ancora non esisteva ma c'era solo una versione stereo che si chiamava Sound Tools... come mi sento vecchio!).

Ora ne ho 5 (MacPro, G5, 2 iMac, MacBook), tutti collegati in rete e, tramite QMaster, visti come un unico computer, per cui i processi sono quintuplicati in velocità, il che, soprattutto per le conversioni dei video, è una soluzione incredibilmente vantaggiosa.

E per settare tutto questo ho dovuto fare..... niente di niente.... 

 

L

 

PS per Angelo: se ti piace la font delle diteggiature e dei numeri cerchiati delle corde, usata nella tua/nostra edizione dei Preludi e Fughe di Castelnuovo Tedesco, posso inviartela. Si chiama, manco a dirlo, font Matarazzo, e fu creata per l'occasione!

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Dopo 15 anni di Windows, non ne potevo più e ho cambiato.

dralig

Io invece sono stato abbastanza fortunato perché nel '91 ho iniziato, per puro caso, con un Mac (Si II con 9 Mb (!!) di ram e 40 MB di HD, avevo Finale nella versione 3 e ProTools ancora non esisteva ma c'era solo una versione stereo che si chiamava Sound Tools... come mi sento vecchio!).

Ora ne ho 5 (MacPro, G5, 2 iMac, MacBook), tutti collegati in rete e, tramite QMaster, visti come un unico computer, per cui i processi sono quintuplicati in velocità, il che, soprattutto per le conversioni dei video, è una soluzione incredibilmente vantaggiosa.

E per settare tutto questo ho dovuto fare..... niente di niente.... 

 

L

 

PS per Angelo: se ti piace la font delle diteggiature e dei numeri cerchiati delle corde, usata nella tua/nostra edizione dei Preludi e Fughe di Castelnuovo Tedesco, posso inviartela. Si chiama, manco a dirlo, font Matarazzo, e fu creata per l'occasione!

 

Terrificante, Lucio. Mostruoso. Mi sento, informaticamente parlando, una scimmia. Certo, mi piacerebbe il font Matarazzo. A proposito di font, l'unico problema che ho incontrato nel passaggio - ormai compiuto - da Windows a Mac è proprio un font musicale, il bellissimo November della Klemm Music Technologies, con il quale ho preparato le edizioni dell'archivio Segovia. Snow Leopard rifiuta l'installazione da CD - non vuol saperne di ambiente Classic, dice - e i due files di upgrade gentilmente inviatomi da Klemm si installano, si, e i nomi del font appaiono nella lista dei font, ma i caratteri non vengono attivati nel programma, e i files scritti con November mostrano simboli diversi invece delle note e delle chiavi. Temo di aver scoperto un'incompatibilità tra un font musicale e il più recente sistema operativo di Mac. La solita fortuna, ogni volta che esco dall'aiuola della musica!

 

dralig

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.