Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Piccola inchiesta tra concertisti


Angelo Gilardino
 Share

Recommended Posts


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Nell'ambito delle vostre preferenze di gusto e delle vostre relazioni professionali con altri strumentisti, trovereste più interessante un quartetto per flauto, clarinetto, violoncello e chitarra o un quartetto per flauto, viola, violoncello e chitarra?

 

Grazie per l'attenzione e per le risposte.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites

Guest NicolaPignatiello

Io preferirei il quartetto con il clarinetto. Oltre al suono del clarinetto che adoro, trovare un buon violista è come vincere alla lotteria. :twisted:

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  35
  • Content Count:  417
  • Reputation:   78
  • Joined:  01/08/2007
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Come gusto personale, preferisco il quartetto con il clarinetto: penso che conferirebbe alla formazione una possibilità timbrica maggiore rispetto alla viola, essendo questa parente del violoncello.

 

Quale clarinetto?

 

ermanno

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  71
  • Content Count:  608
  • Reputation:   36
  • Joined:  01/28/2008
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Io ciò provato a suonare con vari clarinettisti,non ne ho trovato nessuno all'altezza,appena sfioravo le corde, lui(il clarinettista)aveva o no il piano o il mezzo piano o il forte ecc..incominciava a soffiare come un dannato e a ogni ripresa per riprendere fiato succhiava tutta l'aria delle'alua di scuola dove provavamo.Ho smesso di fare trii,o quartetti con i colleghi di scuola.Nel fatto di inserire o no il clarinetto in formazioni cameristiche ,per me è ottima,il suo colore è di grande suggestione, ma la testa di chi li suona lo è lo stesso?

Link to comment
Share on other sites

Guest Nicola Mazzon
Io ciò provato a suonare con vari clarinettisti,non ne ho trovato nessuno all'altezza,appena sfioravo le corde, lui(il clarinettista)aveva o no il piano o il mezzo piano o il forte ecc..incominciava a soffiare come un dannato e a ogni ripresa per riprendere fiato succhiava tutta l'aria delle'alua di scuola dove provavamo.Ho smesso di fare trii,o quartetti con i colleghi di scuola.Nel fatto di inserire o no il clarinetto in formazioni cameristiche ,per me è ottima,il suo colore è di grande suggestione, ma la testa di chi li suona lo è lo stesso?

Io tempo fa ho suonato la sonata di Rebay per clarinetto e chitarra (che per il clarinetto non è facilissima) e ho trovato un ragazzo all'altezza della situazione, e ho imparato molto da lui...

Basta chiamare un clarinettista che suona, è più facile trovarne uno bravo in una semplice scuola privatya :twisted:

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  71
  • Content Count:  608
  • Reputation:   36
  • Joined:  01/28/2008
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Io ciò provato a suonare con vari clarinettisti,non ne ho trovato nessuno all'altezza,appena sfioravo le corde, lui(il clarinettista)aveva o no il piano o il mezzo piano o il forte ecc..incominciava a soffiare come un dannato e a ogni ripresa per riprendere fiato succhiava tutta l'aria delle'alua di scuola dove provavamo.Ho smesso di fare trii,o quartetti con i colleghi di scuola.Nel fatto di inserire o no il clarinetto in formazioni cameristiche ,per me è ottima,il suo colore è di grande suggestione, ma la testa di chi li suona lo è lo stesso?

Io tempo fa ho suonato la sonata di Rebay per clarinetto e chitarra (che per il clarinetto non è facilissima) e ho trovato un ragazzo all'altezza della situazione, e ho imparato molto da lui...

Basta chiamare un clarinettista che suona, è più facile trovarne uno bravo in una semplice scuola privatya :twisted:

Io non voglio discutere con chi suonare,ma ho risposto a quale formazione ero più propenso a dare al mia opinione. Tutte e due le formazioni date da scegliere, sono di grande suggestione e mi appassionano molto. Per me il clarinetto è il vice Oboe(strumento che adoro)ed è un rischio metterlo in formazioni con la chitarra,ma è un rischio basato solo su clarinettisti ciechi,io non credo che tutti i clarinettisti lo siano. A scuola trascrivo opere di Mozart, Verdi , Bach,ecc. per orchestre comprendenti Chitarre, Clarinetti ,Piano e Trombe,e vi lascio immaginare in che situazione si trovano le chitarre. Vi posso assicurare comunque che non dipende dai musicisti che si trovano nell'orchestra o in formazioni da camera, per la riuscita del brano,ma dipende solo dal Compositore. Conosciamo tutti Angelo Gilardino, ed è una garanzia per una qualsiasi formazione voglia scrivere,perché lui non mette mano a chi vuole facilitazioni o complicazioni, lui tinge le note dei più svariati colori ,dando a noi musica intensa e interiore,clarinetto o no aspettiamo le tue musiche Angelo
Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  3
  • Content Count:  41
  • Reputation:   0
  • Joined:  07/21/2009
  • Status:  Offline

io direi clarinetto, a mio modesto avviso si sposa meglio con la sonorità chitarristica

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.