Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Francis Poulenc_Sarabande_mr chitarra


Marcello Rivelli
 Share

Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  39
  • Content Count:  391
  • Reputation:   88
  • Joined:  12/19/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

un brano che ho sempre amato...

peccato abbia scritto solo questa pagina ... (Poulenc) ...

 

mr

 

http://www.youtube.com/watch?v=Fit48H2KhY4

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  84
  • Content Count:  1,188
  • Reputation:   77
  • Joined:  12/03/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

E' una "paginetta" meravigliosa...bellissimo il dondolio ritmico che le dai...e le sei corde a vuoto del finale, in relazione alla scansione di tutto il brano, mi sembrano le più sensate che abbia sentito.

 

Tu sei un interprete molto raffinato, bisogna ascoltarti con attenzione e più volte...

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  39
  • Content Count:  391
  • Reputation:   88
  • Joined:  12/19/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

E' una "paginetta" meravigliosa...bellissimo il dondolio ritmico che le dai...e le sei corde a vuoto del finale, in relazione alla scansione di tutto il brano, mi sembrano le più sensate che abbia sentito.

 

Tu sei un interprete molto raffinato, bisogna ascoltarti con attenzione e più volte...

 

grazie ..

il lieve dondolío è dovuto/voluto per "bilanciare" il contrappunto implicito delle voci.. e renderle tutte espressive, altrimenti si rischia di valorizzarne una a scapito delle altre.. perdendo la loro espressività..

le sei note/corde finali..sono una lama nel petto.. un "gesto".. d'addio... l'ultimo Mi.. una goccia di.. sangue..?

 

m

 

p.s. ho sempre associato questo brano ad una meravigliosa poesia di François Villon, c'è quel "ritornello":

"Dove le nevi dell'altro anno?"..

che mi richiamano le note.. Do...si sol...la.. della sarabande...

(immagini personali) ..

 

Ballata

(Ballata delle dame di una volta)

 

Ditemi dove, in quale contrada

è Flora, la bella Romana

dov'è Taide, Archiapada,

che fu sua cugina germana;

Eco, che parla se su sullo stagno

o sul fiume voce si dà,

e più che umana ebbe beltà.

Dove le nevi dell'altro anno?

 

Dov'è Eloisa tanto dotta

per il cui amore fu castrato

Pietro Abelardo e poi accolto

a San Dionigi, tonsurato?

E dov'è la regina al cui cenno

chiuso in un sacco fu gettato

Buridano dentro la Senna?

Dove le nevi dell'altro anno?

 

Bianca, regina, ch'era un giglio,

e voce aveva di sirena,

Berta-gran-piè, Beatrice,Alice,

Aremburgi,signora del Maine,

e di Lorena la buona figlia,

Giovanna, arsa viva a Rouan;

dove, o Vergine, dove mai stanno?

Dove le nevi dell'altro anno?

 

Di loro Principe, non chiedete

dove sono, ora o fra un anno,

se il ritornello non volete:

dove le nevi dell'altro anno?

 

(Francois Villon)

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.