Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Cerco consigli per interpretare meglio i brani che eseguo


Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  29
  • Content Count:  657
  • Reputation:   0
  • Joined:  04/21/2006
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

Vorrei studiare un pò di composizione per riuscire ad interpretare meglio i brani che eseguo. Esistono libri in cui è spiegato qualcosa? voi cosa mi consigliate? Ora come ora non posso permettermi di prendere lezioni da un insegnante per questo cercavo un libro.. Un pò anche per rompere il ghiaccio con la materia!! :P Sarei felice se rispondesse anche il maestro "dralig".. :D

 

Vi ringrazio anticipatamente,

 

akaros

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 25
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  29
  • Content Count:  657
  • Reputation:   0
  • Joined:  04/21/2006
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

Grazie Fabio, vado subito a vedere!

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Vorrei studiare un pò di composizione per riuscire ad interpretare meglio i brani che eseguo. Esistono libri in cui è spiegato qualcosa? voi cosa mi consigliate? Ora come ora non posso permettermi di prendere lezioni da un insegnante per questo cercavo un libro.. Un pò anche per rompere il ghiaccio con la materia!! :P Sarei felice se rispondesse anche il maestro "dralig".. :D

 

Vi ringrazio anticipatamente,

 

akaros

 

Io posso rispondere, ma non so da dove cominciare. Credo che occorra fondare un concetto, e lo faccio ricorrendo a un paragone che a me sembra efficace. Noi tutti impariamo a leggere e a scrivere fin dalla scuola materna, e nessuno si sogna di fare questo per diventare scrittore. Nemmeno coloro che poi si laureano in lettere studiano per diventare scrittori. Si impara a scrivere per la stessa ragione per cui si impara a leggere, no? E anche i laureati dell'accademia di belle arti non sono necessariamente pittori e scultori: sono professori di disegno, o applicano la loro preparazione a mille altre attività, senza dipingere e fare mostre.

 

I musicisti, no: se sono strumentisti, basta che sappiano leggere. Fu mai dettata regola più intrinsecamente assurda e, mi si permetta di dirlo senza mezzi termini, cretina? Io non capisco, non ho mai capito e non capirò mai perché a uno studente del corso di teoria e solfeggio non si deve insegnare a costruire le frasi musicali, esattamente come si fa a scuola con i pensierini. Imparare a scrivere un mezza frase e la relativa risposta è una cosa che si può fare al primo anno di teoria e solfeggio. Altrettanto cretina è la separazione categorica tra lo studio del solfeggio e quello dell'armonia: imparare e costruire e a collegare gli accordi è una cosa fondamentale, e si può fare dopo il primo anno di solfeggio. Che cosa vuol dire, armonia complementare? Complementare di che cosa? Si studia grammatica italiana complementare, perché lo scolaro farà il geometra e non il letterato?

 

Ragazzi, se volete fare i musicisti, studiate composizione dal primo anno di strumento. Imparate a scrivere musica non per comporre - non necessariamente - ma perché imparare a leggere senza imparare a scrivere è una cosa da babbuini.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  29
  • Content Count:  657
  • Reputation:   0
  • Joined:  04/21/2006
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

Giustissimo! Proprio per questo avevo chiesto se qualcuno poteva indicarmi un metodo cartaceo sull'argomento.. :)

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  29
  • Content Count:  657
  • Reputation:   0
  • Joined:  04/21/2006
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

Ho dato la licenza di armonia complementare, il livello è quello del corso di due anni, conoscenza + conoscenza -....

Link to comment
Share on other sites

  • 3 months later...

  • Group:  Membri
  • Topic Count:  0
  • Content Count:  4
  • Reputation:   0
  • Joined:  12/01/2006
  • Status:  Offline

ciao akaros ,vorrei darti un buon consiglio , la prima cosa che devi fare quando interpetri uno spartito e quello di ignorare le diteggiature che ci sono scritte perche sono nesse da chitarristi che hanno una scarsa conoscenza dello strumentoche amano ricorrere alle diteggiature del primo manico per semplicita' .sor giuliani e latri scrivevavano solo la musica e non mettevano diteggiature .quindi iniziati a studiare le triadi maggiori e minori in vari parti del manico con i loro rivolti cosi' avrai una panoramica globale del manico dell chitarra

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  29
  • Content Count:  657
  • Reputation:   0
  • Joined:  04/21/2006
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

Ti ringrazio del consiglio... :o

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  84
  • Content Count:  1,188
  • Reputation:   77
  • Joined:  12/03/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Guarda, se sei un compositore i libri ti possono anche, volendo, servire...ma non dicono niente sulla composizione, enunciano una serie di regole armoniche...poi, cosa farne sono affari e problemi tutti tuoi...avvertire dentro di sè la necessità di usare delle "combinazioni di note" piuttosto che altre è una roba talmente inafferrabile...non può essere spiegata attraverso un libro...

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  89
  • Content Count:  2,241
  • Reputation:   100
  • Joined:  11/24/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Guarda, se sei un compositore i libri ti possono anche, volendo, servire...ma non dicono niente sulla composizione, enunciano una serie di regole armoniche...poi, cosa farne sono affari e problemi tutti tuoi...avvertire dentro di sè la necessità di usare delle "combinazioni di note" piuttosto che altre è una roba talmente inafferrabile...non può essere spiegata attraverso un libro...

 

Non intendo organizzare soccorsi al malcapitato Akaros, ma vorrei far notare che lui ha chiesto consigli su testi che trattino la composizione come materia di studio destinata, non a chi vuole comporre, ma a chi vuol suonare con cognizione di causa. I manuali di composizione non garantiscono ls discesa dell'ispirazione sulla testa del lettore, ma servono a far capire che cos'è un motivo, come si costruisce una mezza frase, una frase, un periodo, una sezione, un inno, un lied, un rondo, un tema con variazioni, etc etc

 

Akaros, il Suo insegnante è uno dei pochi chitarristi in grado di analizzare una sonata o una fuga: chieda lumi a lui.

 

dralig

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  29
  • Content Count:  657
  • Reputation:   0
  • Joined:  04/21/2006
  • Status:  Offline
  • Device:  Android

Non si preoccupi caro Dralig, non deve organizzare soccorsi dato che tempesto già il malcapitato insegnante di domande, e non contento continuerò a farlo!!! :twisted:

Credo che qualche volta mi allontanerà a forza dall'aula scortato da dei medici...

 

Marco

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.