Vai al contenuto

Cristiano Porqueddu

Manuale di Storia della Chitarra Vol.2 - Gianni Nuti

Recommended Posts

Ebbene il riferimento al Conservatorio di Santa Cecilia è stato da me voluto in funzione del fatto che Luigi è un "epigono" di quella scuola chitarristica "dimenticata" dal libro in questione.

 

 

Il fatto è che il Manuale prende in esame la letteratura chitarristica del Novecento, non le "scuole chitarristiche". Dove sarebbe la "dimenticanza"?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

il libro di storia delle scuole superiori si dimenticò completamente nel trattare del secondo dopoguerra, di tutti gli anni che vanno dal '55, fino all'elezione di Gorbaciov... ma io non l'ho mai ritenuto di parte: quando ne ho sentito l'esigenza, stimolato da una curiosità legittima e collettiva, ho acceso google e cercato, in maniera più o meno approfondita, secondo il mio interesse, ciò che sul libro mancava.

Adesso che studio matematica compro più libri su un solo argomento per verificare ciò che dice uno e ciò che omette l'altro, ma al solo fine di allargare la mia visione dell'argomento, non per questo lo ritengo frutto di un complotto. Or bene ognuno parla di ciò che preferisce, come preferisce, in tutto ciò il motivo di gridare allo scandalo?!

 

mistake-lontano da tutto e da tutti-

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest gasgas
D'accordo

 

Anche sul fatto che Fauré si scrive con l'accento giusto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
D'accordo

 

Anche sul fatto che Fauré si scrive con l'accento giusto?

 

Questo è il mio secondo avvertimento... post come questi sono sgradevoli e inutili alla discussione quindi o la finiamo di fare i correttori automatici o opererò come mi è stato indicato.

Ciauz

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest gasgas

Le parole di Selvafiorita denunciano un'evidente presa di posizione: quella del "voi" e "noi". Li' si trattava di storia della chitarra, qui di un elenco di compositori, attinenti e non. Una sola pagina "relegata" (o dedicata, forse s'intende) ai compositori del Novecento è quanto più ci si aspetta da una storia strumentale; qui si tratta solo di scelta, ed ognuna è legittima. La citazione Mussolini-Henze è veramente non pertinente. Ma se gli sta a cuore eludere così...

 

 

P.S. cronistoria= storia narrata nella nuda e fredda successione dei fatti, e quindi per definizione non "molto confusa". A me pare tutt'altro che tale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Nicola Mazzon

Per non parlare poi della definizione data all'opera di Carlo Carfagna, come quella di un compositore "settecentesco"...

Ma dico, chi ha scritto il libro ha mai letto le composizioni di questi autori?!?

 

 

E lei, ha letto bene il libro :lol: ?

A me pare sia scritto che la componente ludicaè improntata al divertimento settecentesco, non che il suo modo di scrivere sia settecentesco...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

Comunque a parte la recensione, la cui realizzazione è già stata affidata, sto preparando un editoriale di "cappello" che "spiegherà", naturalmente secondo me, alcune logiche e tentativi che si celano dietro la scrittura di un libro.

 

 

Roberto Fabbri

 

Quale logica vuole che ci sia dietro alla scrittura di un manuale di storia della chitarra?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ebbene il riferimento al Conservatorio di Santa Cecilia è stato da me voluto in funzione del fatto che Luigi è un "epigono" di quella scuola chitarristica "dimenticata" dal libro in questione.

 

 

Il fatto è che il Manuale prende in esame la letteratura chitarristica del Novecento, non le "scuole chitarristiche". Dove sarebbe la "dimenticanza"?

 

Caro Frederic la "dimenticanza" l'ho ampliamente spiegata prima.

 

Qui ho fatto riferimento alla "scuola di Santa Cecilia" unicamente in funzione di "sinonimo" dei compositori "dimenticati" che sono appunto i referenti di quella scuola: Mario Gangi e Carlo Carfagna.

 

Quindi la dimenticanza non è da riferirsi alla scuola ma ai sudetti compositori.

 

Roberto Fabbri

Per i lettori che non avessero letto il libro di Gianni Nuti , ecco le voci “Gangi” e “Carfagna “ complete

 

GANGI Mario (1923)

Chitarrista romano, didatta insigne e interprete distinto, si è manifestato anche in campo compositivo con una serie di pezzi per chitarra sola, per due e tre chitarre, e soprattutto con una significativa collezione di 22 studi che, raccolti nel terzo ed ultimo volume del suo Metodo per chitarra, costituiscono uno degli apporti più importanti al repertorio didattico del novecento italiano.

 

CARFAGNA Carlo (1940)

Chitarrista allievo di Mario Gangi (e , insieme a lui, fondatore della scuola chitarristica di “Santa Cecilia” a Roma), è anche compositore di brani per chitarra sola nei quali la componente ludica, improntata al divertimento settecentesco, sembra far velo a una maggiore capacità di scavo e di riflessione musicale. Ha scritto anche musica di insieme con chitarra concertante.

 

Mario Gangi è anche menzionato nella voce PORRINO : … Si interessò alla chitarra revisionando il Concerto op.30 di Mauro Giuliani per quelle che furono le prime registrazioni moderne dell’opera e , soprattutto, scrisse nel 1953 il Concerto dell’Argentarola per chitarra e orchestra ( eseguito sotto la sua direzione e con Mario Gangi quale solista), uno dei più bei concerti chitarristici del 900.

 

Ripeto dunque la domanda: dov’è la dimenticanza?

 

Oltre a contare quante battute sono state dedicate ai due maestri in questione, hai dato pure un’occhiata a quanto scritto su Mario Gangi? Oltre a non aver dimenticato né lui né la sua Scuola mi pare che la valutazione espressa da Nuti sia più che positiva.

E per quanto riguarda il M° Carfagna la valutazione espressa da Nuti può anche non essere condivisa ma non si può certo accusarlo di averlo “dimenticato”. Per essere dimenticato doveva proprio non essere menzionato nel Manuale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Guest Matteo Pesle

Per aver rilevato un accento sbagliato,d'altra parte, ho subìto una solenne reprimenda dal moderatore; per fortuna dralig è qui ben protetto, pur associandosi alla deprecata setta dei correttori di accenti

 

Gasgas, non faccia il finto tonto. Si rilegga la sua settantina di messaggi ed i 2700 di Dralig, e scoprirà chi sul forum fa informazione e chi fa solo polemica. Poi forse capirà - pur continuando a lamentarsi, ne son certo - perché i moderatori l'han ripresa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti al Forum per poter lasciare un commento o partecipare alla discussione.

Crea un account

Iscriviti con pochi clic al Forum.

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


  • Ultime risposte

    • Le selezioni si sono chiuse il 15 Ottobre. I risultati sono disponibili qui.
    • L'Associazione Musicare ha selezionato gli interpreti che daranno vita alla nuova edizione della Rassegna di Concerti di Giovani Musicisti che si svolgerà a Nuoro nei mesi di Novembre e Dicembre. La Rassegna di Concerti di Giovani Musicisti ha ospitato in otto edizioni decine di giovani e valenti interpreti che si sono resi protagonisti di performance di rilievo con repertori dedicati al XX e al XXI secolo. Gli artisti selezionati quest'anno sono nove: Emanuele Barillaro Tarcisia Bonacina Francesco Emmanuele Antoine Guerrero Gabriele Lissia Francesco Palmieri Ettore Scandolera Giacomo Susani William Vitali L'Associazione Musicare si congratula con i musicisti selezionati e invita a seguire gli aggiornamenti dal sito ufficiale www.associazionemusicare.com
    • Al via la campagna abbonamenti del magazine per chitarra GuitART. Sono a disposizioni diverse forumule: Normal, Light, Remake, Silver, Gold.
      300 pagine di riviste e fascicoli dedicati alla chitarra, 10 ore di audio tra cd e dvd, Valore dei regali pari al costo dell’abbonamento, risparmio per i multi-abbonamento, scegli fra le diverse formule di abbonamento, usufruisci di coupon e sconti periodici. Inoltre, chi si abbona entro il 22 Ottobre 2017 usufruirà del regalo-extra: il cofanetto "Russian Guitar Music of the 20th and 21st centuries" pubblicato nel mese di Maggio da Brilliant Classics. Informazioni e dettagli sugli abbonamenti qui:
      http://www.guitartshop.com/Abbonamenti2018
    • Emilio Pujol - Vida y obra Presentazione: Este documentário foi apresentado por Jaume Rico como um projeto final no Conservatório Superior de Música "Óscar Esplá" em Alicante. Foi produzido em 2008 por Jaume Rico e Amador Pérez, no qual o documentário nos mostra a abordagem do trabalho realizado por Emilio Pujol como intérprete, pedagogo e pesquisador. O documentário nos mostra sua vida através de imagens e entrevistas com pessoas que o conheceram e aprenderam com ele, tais como Carlos Trepat, Albert Ponce e Serge Constantinoff. Está em espanhol, tanto áudio quanto legendas, porém de fácil compreensão. 
    • Data: 30/10/2017 In Novembre 2017 partono i Corsi di Chitarra tenuti da Angelo Marchese per l'anno accdemico 2017/18: - Accademia Chitarristica Internazionale di Partinico con sede presso il Teatro "Lucia Gianì" - Scuola di Musica Saputo di Montelepre Corsi Propedeutici, di Base, Ordinari e di Alto Perfezionamento. In entrambe le accademie si svolgono i corsi di Base e Propedeutici. Presso l'Accademia Chitarristica Internazionale del Teatro Gianì è possibile frequentare anche Corsi Preaccademici in convenzione con il Conservatorio di Palermo, Corsi Superiori e di Perfezionamento.
      Il Corso di Alto Perfezionamento ha durata di quattro anni con esame finale e conseguimento di Diploma Accademico. Per tutti i corsi sono previste 4 lezioni mensili di un'ora ciascuna. Storia, tecnica, analisi, fraseggio, con particolare attenzione alla musica barocca e antica, al repertorio originale dello strumento dell'800, 900 e contemporaneo, da solista, da camera e con orchestra. Programmi individuali, tecnica, studio e approfondimento del repertorio e di tutti i Metodi e Trattati scritti dal '700 sino ad oggi. Gli iscritti ai corsi faranno parte della Orchestra di Chitarre che effettuerà concerti in tutto il territorio sotto la direzione di AM. Biografia di Angelo Marchese
      "Talento da vendere!" - Seicorde (magazine) "Superbo dominio tecnico dello strumento e interprete attento e profondo" - Guitart (magazine) "Uno dei più impavidi campioni della mia musica" - Angelo Gilardino (compositore) "Exceptional young guitarist" - Dusan Bogdanovic (compositore) "Impressionante!" - Gitarre und Laute (magazine) "Grand souplesse du jeu du guitarriste italien" - Clic Musique! (magazine) "Excellent performance!" - Gramophone (magazine) Siciliano, Angelo Marchese è considerato uno dei più interessanti chitarristi nel panorama musicale Italiano della nuova generazione. Si è formato con Luigi Biscaldi e Angelo Gilardino sotto la cui guida si è diplomato presso il Conservatorio Statale di Musica "Antonio Scontrino" di Trapani con il massimo dei voti e la lode e all'Accademia Internazionale Musicale "Lorenzo Perosi" di Biella con il giudizio di "Eccellente con Menzione Speciale". Vincitore di numerosi premi nazionali e internazionali - tra cui il primo premio assoluto al Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale "Johannes Brahms", svolge un'intensa e regolare attività concertistica da solista, con orchestra e in varie formazioni da camera - in prestigiose sale da concerto e teatri di tutta Europa e Stati Uniti. È dedicatario di numerose composizioni per e con chitarra, scritte da compositori di tutto il mondo. Ha pubblicato cinque releases discografiche con importanti etichette internazionali: il suo nuovo CD da solista "Barbieri - Complete Guitar Music", presentato all'Italian Guitar Camp del Falaut Campus presso l'Università di Salerno con la Premiere della "Fantasia da Concerto" per chitarra e orchestra d'archi e presso il XXII Convegno Internazionale "Michele Pittaluga" di Alessandria con l'esecuzione della Premiere delle "Tre Miniature Napoletane" per chitarra e orchestra, uscirà nel 2018 per la major olandese Brilliant Classics. Viene invitato regolarmente a tenere Masterclass e a far parte di giurie per concorsi nazionali e internazionali.
      Elogiato unanimamente dalla critica, suona una copia della Hermann Hauser di Andrés Segovia costruita dal liutaio Giuseppe Guagliardo nel 2008. Abilitato all'insegnamento con una tesi riguardo i Metodi per Chitarra scritti dal '700 sino ad oggi, è titolare di cattedra nella scuola statale secondaria ad indirizzo musicale. E' docente presso diverse accademie della provincia di Palermo. Maggiori informazioni: https://www.facebook.com/angelomarcheseguitar/
      Leggi la scheda di questo/a evento
×

Informazione importante

By using this site, you agree to our Terms of Use.