Jump to content
Nuovi CD di musica del XX e del XXI secolo

Repertorio per chitarra e pianoforte


Recommended Posts


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  3
  • Content Count:  15
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/12/2007
  • Status:  Offline

Buongiorno a tutti,
devo preparare un paio di brani per pianoforte e chitarra per uno spettacolo... Qualche suggerimento? Dovrebbero essere brani non difficili della durata di circa tre minuti (massimo) l'uno. Preferibilmente dovrebbe trattarsi di repertorio ottocentesco. Visto che sono diretti ad un pubblico non proprio del settore dovrebbero essere anche brani "facili" da ascoltare e di sicura presa... Qualche idea anche sulle edizioni da utilizzare?
Grazie!
Andrea

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  70
  • Content Count:  612
  • Reputation:   41
  • Joined:  02/10/2007
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  35
  • Content Count:  417
  • Reputation:   78
  • Joined:  01/08/2007
  • Status:  Offline
  • Device:  Macintosh

Carulli - Notturno op. 189 (non ricordo l'edizione)

Beethoven-Carulli - Variazioni op. 169 - Ed. Suvini Zerboni

Il notturno è un gioiello per entrambi gli strumenti. Le variazioni sono meno divertenti, soprattutto per la chitarra (la parte del leone la fa il pianoforte).

Si tratta di pezzi relativamente semplici, che si possono mettere insieme in poco tempo.

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  49
  • Content Count:  160
  • Reputation:   0
  • Joined:  08/09/2006
  • Status:  Offline

...mi sento di sconsigliare le variazioni op 169 di Beethoven-Carulli...si tratta di una trascrizione fatta da Carulli, in cui la parte per la chitarra era originariamente destinata al violoncello...e a mio parere la sostituzione non "funziona" molto bene! invece ti propongo il Concertino en la menor di Salvador Bacarisse...gradevole! anche se non proprio ottocentesco... :)

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Authors
  • Topic Count:  84
  • Content Count:  1,188
  • Reputation:   77
  • Joined:  12/03/2005
  • Status:  Offline
  • Device:  Windows

Se non usi una chitarra amplificata sarebbe meglio se il pianista usasse un fortepiano che ha una resa sonora molto più confacente a quella chitarristica.

 

Il pianoforte, anche se suona piano, ha la tendenza a mascherare in maniera inverosimile la chitarra, non è un caso che la letteratura ottocentesca per il duo chitarra/fortepiano sia piuttosto ricca...

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  3
  • Content Count:  15
  • Reputation:   0
  • Joined:  02/12/2007
  • Status:  Offline

Se non usi una chitarra amplificata sarebbe meglio se il pianista usasse un fortepiano che ha una resa sonora molto più confacente a quella chitarristica.

 

Il pianoforte, anche se suona piano, ha la tendenza a mascherare in maniera inverosimile la chitarra, non è un caso che la letteratura ottocentesca per il duo chitarra/fortepiano sia piuttosto ricca...

 

Grazie per il suggerimento. E infatti pensavo di amplificare la chitarra... sicuramente una soluzione poco filologica ma necessaria per mantenere un equilibrio migliore. Sarebbe meglio usare sicuramente un fortepiano ma non credo che sia disponibile e l'auditorium dove si terrà lo spettacolo ha già un pianoforte.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

  • Group:  Membri
  • Topic Count:  3
  • Content Count:  42
  • Reputation:   0
  • Joined:  03/18/2007
  • Status:  Offline

Buongiorno a tutti,

devo preparare un paio di brani per pianoforte e chitarra per uno spettacolo... Qualche suggerimento? Dovrebbero essere brani non difficili della durata di circa tre minuti (massimo) l'uno. Preferibilmente dovrebbe trattarsi di repertorio ottocentesco. Visto che sono diretti ad un pubblico non proprio del settore dovrebbero essere anche brani "facili" da ascoltare e di sicura presa... Qualche idea anche sulle edizioni da utilizzare?

Grazie!

Andrea

 

Considerate le tue richieste io ti proporrei "Cuatro piezas para dos" nei tempi Moderato, Lento, Tango e Vivo, ed. Doblinger, di Schwertberger (autore del 900).

A mio parere vai sul sicuro perchè sono brevi, d'effetto, per cui di sicura presa, e non particolarmente difficili; vedrai che non vi pentirete.

Ciao

 

Giovanni

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

  • Group:  Membri
  • Topic Count:  4
  • Content Count:  21
  • Reputation:   0
  • Joined:  03/21/2007
  • Status:  Offline

Devo dire, a mio parere, che il duo chitarra pianoforte non è che funzioni poi così tanto!!Strumenti troppo diversi: il suono del pianoforte è potente quello della chitarra più intimo, se il pianista non usa alcuni accorgimenti tecnici la chitarra può anche non suonare perchè non si sentirebbe nulla.

www.myspace.com/nazariotancredi

Link to comment
Share on other sites


  • Group:  Membri
  • Topic Count:  4
  • Content Count:  21
  • Reputation:   0
  • Joined:  03/21/2007
  • Status:  Offline

concordo con andrea nell' uso del fortepiano anzichè del pianoforte!!

www.myspace.com/nazariotancredi

Link to comment
Share on other sites

Please sign in to comment

You will be able to leave a comment after signing in



Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

By using this site, you agree to our Terms of Use.